(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

La Filosofia di Bruce Lee per l'Allenamento Fisico

data di redazione: 05 Agosto 2014 - data modifica: 16 Marzo 2016
La Filosofia di Bruce Lee per l'Allenamento Fisico

L'allenamento in palestra per essere efficace deve essere completo .

  1. Deve stimolare la crescita muscolare
  2. far perdere massa grassa
  3. rinforzare l'apparato cardio vascolare
  4. rendere flessibili
  5. forti
  6. resistenti.

I frequentatori delle palestre richiedono agli istruttori di migliorare queste qualità e per fa ciò è necessario :

  • adeguato allenamento pesi con sessioni di forza e resistenza
  • lavoro aerobico
  • stretching

Per far un bel lavoro è necessario avere molto tempo a disposizione e soprattutto energie psico fisiche, in questi termini:

  • almeno 3 ore di allenamento pesi alla settimana, con 1 ora a workout
  • almeno 1 ora e mezza di lavoro aerobico per perdere grasso suddiviso in mezz'ora alla fine di ogni seduta
  • almeno 1 ora di stretching da dividere in tre sessioni da 20minuti

Se poi inseriamo la doccia, il riscaldamento e le chiacchiere vanno via 2 ore e mezza a Seduta. Non tutti hanno questo tempo a disposizione .

Il Grande Bruce Lee Campione di arti marziali degli anni 70 e Mito del Cinema Mondiale aveva capito come rendere efficace l'allenamento tenendo serrati i tempi di lavoro in palestra.

Il Grande Bruce Lee aveva capito che il modo migliore per allenarsi con i pesi per aumentare massa magra, ma nello stesso tempo perdere quella grassa e potenziare l'apparato cardio vascolare era quello di allenarsi con i pesi a Circuito.

In questo modo nelle giornate dove era previsto il circuito poteva eliminare la corsa e fare solo stretching alla fine. E gli restava tempo per il suo Chi Sao o Lat Sao oppure grappling.

In poche parole lavorando a circuito con i pesi razionalizzava i tempi ed Energie.

Bruce Lee faceva ciò non perchè non avesse tempo a disposizione per allenarsi, ma perchè il suo allenamento era complesso, più o meno come i campioni dell' U.F.C. odierno :

  • come anzi detto si allenava con i pesi
  • al mattino correva
  • si allenava nel jeet kune do
  • faceva stretching
  • si allenava a terra nella lotta

Essendo la sua giornata una vera maratona, in questo modo, con l'allenamento pha, coglieva due piccioni con una fava e gli restava del tempo per le sue sessioni tecniche e stretching fondamentali per la sua attività marziale cinematografica.

Inoltre era un essere umano anche lui e quindi cercava di razionalizzare la giornata in modo efficace ed intelligente

Scritto da: ABC Team

Potrebbe interessarti anche

come costruire muscoli in modo naturale e restare in salute per sempre
01 Ottobre 2014

come costruire muscoli in modo naturale e restare in salute per sempre

Quante volte da piccoli, ragazzini in qualche società sportiva , vi hanno denigrato ?    "Sei una Schiappa!"    "Non sei adatto!"   Oppure quante volte hanno fatto giocare gente molto più scarsa di voi, magari perchè non siete stati raccomandati ?

Allenamento in totalbody fullbody per la definizione muscolare
21 Maggio 2016

Allenamento in totalbody fullbody per la definizione muscolare

Allenarsi in modo Globale per Scolpire i Muscoli

In genere l'atleta suddivide il corpo in una specie di "spezzatino": petto/dorso/gambe/spalle /braccia ove cercherà di conciliare i vari gruppi muscolari. Invano perché non si recupererà mai e si andrà presto in sovrallenamento.

Ultimi post pubblicati

Il Miglior Allenamento Per Perdere Grasso
15 Febbraio 2019

Il Miglior Allenamento Per Perdere Grasso

Programma di allenamento per dimagrire con esercizi di forza, cardio, protocolli HIIT e consigli alimentari perchè senza una buona alimentazione non si va da nessuna parte.

Riso Pilaf Con Frutta e Cipollotti
14 Febbraio 2019

Riso Pilaf Con Frutta e Cipollotti

Il termine pilaf di per sè, contrariamente al significato che ha acquisito per metonimia in italiano e in altre lingue, non si riferisce al riso, ma alla maniera di cucinarlo: pilaf è la cottura del riso, non il riso in sè.
Preparazione: 30 min.
Difficoltà: 3
N. porzioni: 4