Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Body Building Volume contro Intensità

data di redazione: 25 Aprile 2014 - data modifica: 20 Marzo 2016
Body Building Volume contro Intensità

Nel Mondo delle Palestre esistono due partiti come il partito di Peppone contro il partito di Don Camillo. C'è il partito a cui piace allenarsi al massimo dell'intensità alla Mike Menzter ed un partito a cui piace allenarsi a tutto volume come Arnold Schwarzenegger.

Quale partito scegliere?

Prima di tutto vediamo cosa si intende per intensità e cosa si intende per volume.

Cos'è l'intensità di allenamento?

Intensità significa portare il muscolo al massimo stress nel minor tempo possibile, quindi poche serie portate tutte ad esaurimento con poco recupero.

Serie intense si eseguono anche con pesi sub massimali con ripetizioni negative, forzate, serie che portano il fisico oltre alle nostre possibilità. Di norma questi allenamenti sono molto dolorosi e durano poco, massimo un'ora.

Cos'è il volume di allenamento?

Volume di allenamento significa fare molte serie a medio/alta intensità senza arrivare quasi mai o mai a cedimento. Sono allenamenti con molti esercizi, serie e sono molto divertenti.

Quale Partito ha ragione?

La nostra esperienza ultra trentennale ci dice che hanno ragione entrambi i partiti, nel senso che il fisico per crescere, al massimo delle sue possibilità, necessita sia di serie intense ma anche di volume. Il trucco nell'organizzazione dell'allenamento, sta nel miscelare il tutto in modo logico, l'intensità si deve mixare in modo omogeneo al volume di allenamento e per fare questo serve esperienza.

Diciamo che il miglior modo per verificare a quale partito apparteniamo, bisognerebbe provare tutti i metodi esistenti e poi vedere i risultati tangibili che danno sul nostro corpo.

E' anche vero che il nostro corpo è una sorta di puzzle dove alcuni muscoli risponderanno meglio ad alcuni stimoli, rispetto ad altri che risponderanno meglio ad altri.

Periodizzare i metodi di allenamento è un sistema vincente per incrementare la massa dei nostri muscoli i quali non si abitueranno e saranno costretti a crescere.

Bisognerebbe considerare il bodybuilding come una sorta di arte marziale, dove lo studio dura una vita. Perché soffermarsi su un metodo soltanto, una tecnica, quando ci sono decine e decine di metodi da poter provare? Cambiare è un modo per ravvivare l'allenamento, pertanto consigliamo di cambiare spesso metodo con una certa logica, durante tutto l'anno di preparazione. A breve sullo Store avrete la possibilità di seguire un programma che tiene conto di questi fattori.

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

I 3 Punti Fondamentali dell'allenamento nel Natural Body Building
26 Febbraio 2016

I 3 Punti Fondamentali dell'allenamento nel Natural Body Building

Forza, Massa e Pompaggio Muscolare

La prima parte dell’allenamento è quella dedicata alla forza adottando progressioni non lineari in cui si cambiano gli schemi allenanti ad ogni allenamento.

13 Punti da Osservare per Diventare Grossi con l'Allenamento ad Alta Intensità
14 Giugno 2016

13 Punti da Osservare per Diventare Grossi con l'Allenamento ad Alta Intensità

Un allenamento ad alta intensità si ottiene spremendo ogni serie al massimo del massimo; il massimo di un allenamento ad alta intensità, entra in gioco solo quando il muscolo è spinto fino al limite massimo, producendo il massimo della forza possibile in quel momento.

Ultimi post pubblicati

Shawn Rhoden Squalificato a Vita
23 Luglio 2019

Shawn Rhoden Squalificato a Vita

Il 2019 non ha portato fortuna a Shawn Rhoden, infatti il campione in carica,  non potrà più gareggiare sul palco del mr Olympia per il resto della sua vita. Dopo l’accusa di stupro, l'azienda che organizza l'evento del mr Olympia ha deciso di squalificare a vita il vincitore del mr Olympia 2018.

PRONATORE ROTONDO
18 Luglio 2019

PRONATORE ROTONDO

Origine - Inserzione - Azione

Il muscolo pronatore rotondo fa parte dei muscoli del primo strato della regione anteriore dell'avambraccio ove è anche il più laterale.