Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Body Building Volume contro Intensità

data di redazione: 25 Aprile 2014 - data modifica: 20 Marzo 2016
Body Building Volume contro Intensità

Nel Mondo delle Palestre esistono due partiti come il partito di Peppone contro il partito di Don Camillo. C'è il partito a cui piace allenarsi al massimo dell'intensità alla Mike Menzter ed un partito a cui piace allenarsi a tutto volume come Arnold Schwarzenegger.

Quale partito scegliere?

Prima di tutto vediamo cosa si intende per intensità e cosa si intende per volume.

Cos'è l'intensità di allenamento?

Intensità significa portare il muscolo al massimo stress nel minor tempo possibile, quindi poche serie portate tutte ad esaurimento con poco recupero.

Serie intense si eseguono anche con pesi sub massimali con ripetizioni negative, forzate, serie che portano il fisico oltre alle nostre possibilità. Di norma questi allenamenti sono molto dolorosi e durano poco, massimo un'ora.

Cos'è il volume di allenamento?

Volume di allenamento significa fare molte serie a medio/alta intensità senza arrivare quasi mai o mai a cedimento. Sono allenamenti con molti esercizi, serie e sono molto divertenti.

Quale Partito ha ragione?

La nostra esperienza ultra trentennale ci dice che hanno ragione entrambi i partiti, nel senso che il fisico per crescere, al massimo delle sue possibilità, necessita sia di serie intense ma anche di volume. Il trucco nell'organizzazione dell'allenamento, sta nel miscelare il tutto in modo logico, l'intensità si deve mixare in modo omogeneo al volume di allenamento e per fare questo serve esperienza.

Diciamo che il miglior modo per verificare a quale partito apparteniamo, bisognerebbe provare tutti i metodi esistenti e poi vedere i risultati tangibili che danno sul nostro corpo.

E' anche vero che il nostro corpo è una sorta di puzzle dove alcuni muscoli risponderanno meglio ad alcuni stimoli, rispetto ad altri che risponderanno meglio ad altri.

Periodizzare i metodi di allenamento è un sistema vincente per incrementare la massa dei nostri muscoli i quali non si abitueranno e saranno costretti a crescere.

Bisognerebbe considerare il bodybuilding come una sorta di arte marziale, dove lo studio dura una vita. Perché soffermarsi su un metodo soltanto, una tecnica, quando ci sono decine e decine di metodi da poter provare? Cambiare è un modo per ravvivare l'allenamento, pertanto consigliamo di cambiare spesso metodo con una certa logica, durante tutto l'anno di preparazione. A breve sullo Store avrete la possibilità di seguire un programma che tiene conto di questi fattori.

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Allenamento per la Massa Muscolare con Infortunio al Ginocchio
09 Luglio 2015

Allenamento per la Massa Muscolare con Infortunio al Ginocchio

Come Allenarsi quando si ha un Ginocchio Seriamente Infortunato

Un atleta di MMA, Brazilian Jiu Jitsu, Thay Boxe è abituato da anni ad avere la propria settimana scandita da allenamenti su allenamenti, in quanto la passione per le discipline marziali e sport da combattimento è elevattissima. Questo periodo di stop forzato potrebbe destabilizzare il morale dell'atleta, alcuni ragazzi gli viene anche l'idea di mollare tutto. Calma, Calma! A tutto c'è rimedio!

8 Consigli Ipertrofici
10 Giugno 2016

8 Consigli Ipertrofici

In questo articolo, di veloce lettura, vi daremo 8 consigli che vi serviranno per dare ulteriore stimolo all'incremento della massa dei vostri muscoli.

Ultimi post pubblicati

YMCA Bench Press Test
15 Luglio 2019

YMCA Bench Press Test

L'obiettivo dell'YMCA bench press test è di valutare la forza e la resistenza dei muscoli estensori del gomito e dei muscoli flessori ed adduttori della spalla.

Tricipite Brachiale
15 Luglio 2019

Tricipite Brachiale

Origine - Inserzione - Azione

Il muscolo tricipite brachiale è il principale mu­scolo estensore dell’avambraccio e, per mezzo del capo lungo, promuove una adduzione dell’omero. È formato da tre parti denominate capo lungo, capo laterale e capo mediale.