(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Come Individuare il Giusto Range di Ripetizioni per ogni Gruppo Muscolare

data di redazione: 11 Marzo 2015 - data modifica: 10 Marzo 2015
Come Individuare il Giusto Range di Ripetizioni per ogni Gruppo Muscolare

Quante volte avrete sentito il neofita bodybuilder chiedere al suo istruttore:

  • "Quanto carico devo mettere sulla panca?"
  • "Quante Ripetizioni devo fare?"
  • "Quante Serie devo effettuare?"

Sono domande legittime, che da principianti tutti abbiamo posto, e in questo articolo vi daremo la risposta spiegandovi la procedura per determinare il range di ripetizioni ideale per ogni distretto muscolare.

 

PASSO 1

 

Determinate il carico massimo per un esercizio con forma di esecuzione corretta e poi, dopo un breve periodo di riposo di circa 5 minuti, eseguite più ripetizioni possibili con forma di esecuzione corretta con l'80% di quel carico massimo. Ad esempio se l' 1RM nella distensione su panca è 90 kg, l'80% è pari a 72 kg.

 

PASSO 2 

 

Moltiplicate il numero delle ripetizioni che eseguite per 0,15 e arrotondate il risultato al numero intero più vicino. Quindi se effettuate 6 ripetizioni: 6 x 0.15 = 0,9 ovvero 1

 

PASSO 3

 

Aggiungete il numero appena calcolato al numero delle ripetizioni che siete riusciti a eseguire, in questo caso é 1 + 6 = 7 ripetizioni. Questo numero diventa il limite superiore del Range delle ripetizioni, cioè il numero di ripetizioni a cui dovreste puntare prima di aumentare la resistenza del 5%.

 

PASSO 4

 

Sottraete lo stesso numero 1, al numero di ripetizioni che riuscite ad eseguire cioè 6-1 = 5. Questo è il limite inferiore del range delle ripetizioni per questo gruppo muscolare , cioè il numero di ripetizioni minimo, o di partenza che dovreste eseguire per produrre un utilizzo del 20% delle riserve muscolari.

 

Questa procedura verrà eseguita soprattutto nei primi anni di allenamento, in quanto ancora non si conosce come possa rispondere il proprio corpo, dopo qualche anno sarete delle calcolatrici umane e saprete individuare il giusto carico in proporzione alle ripetizioni da eseguire. Ovviamente buona norma è quella di testare, ogni tanto, i carichi massimali soprattutto nei grandi esercizi:

  • stacco da terra
  • squat
  • lento avanti
  • panca piana
  • trazioni alla sbarra
  • pressa
  • rematore
  • panca inclinata

Buon ABC Allenamento

Scritto da: ABC Team

Potrebbe interessarti anche

L'Allenamento per l'Ipertrofia nello Sport
25 Febbraio 2016

L'Allenamento per l'Ipertrofia nello Sport

Un aumento del volume muscolare (ipertrofia) si ottiene meglio con l'applicazione della metodologia propria del body-building, per la quale questo sito ha redatto numerosi articoli.

Come Allenarsi per la Massa Dopo un Periodo dedicato all'Incremento della Forza?
23 Dicembre 2016

Come Allenarsi per la Massa Dopo un Periodo dedicato all'Incremento della Forza?

In una fase di forza-massa bisognerà osservare meglio il recupero muscolare a cui i muscoli devono attenersi per una crescita muscolare ottimale, pertanto è doverosa una splite routine (divisione muscolare) da bodybuilder e non da powerlifter.

Ultimi post pubblicati

TWIST ROLLER PER ESTENSORI AVAMBRACCI
12 Dicembre 2018

TWIST ROLLER PER ESTENSORI AVAMBRACCI

Descrizione esecuzione esercizio con i vari step per eseguire in maniera perfetta il movimento. Elenco dei muscoli coinvolti, biomeccanica dell'esercizio e tipo di esercizio.

Infortunio ai Muscoli Ischiocrurali
10 Dicembre 2018

Infortunio ai Muscoli Ischiocrurali

Il migliore metodo per evitare un doloroso infortunio ai flessori della coscia è la prevenzione. Spesso accade che gli atleti, quando sono in forma, tendono a strafare e spesso e volentieri sono gli eccessivi carichi di lavoro a produrre questo genere di infortunio.