(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

L'Allenamento Ideale Per L'Ipertrofia Muscolare

data di redazione: 09 Gennaio 2018
L'Allenamento Ideale Per L'Ipertrofia Muscolare

Per Ipertrofia muscolare intendiamo l’aumento di volume del muscolo e quindi l’aumento di volume degli elementi che lo compongono: fibre, miofibrille, tessuto connettivo, sarcomeri, proteine contrattili. Per Iperplasia muscolare intendiamo l’aumento di volume del muscolo conseguente all'aumento numerico delle cellule che lo compongono. A seconda del livello, l’atleta deve adottare un allenamento idoneo per incrementare in maniera significativa ed efficace la massa muscolare con tecniche e protocolli speciali inseriti in modo tale da stimolare adeguatamente i muscoli aumentandone il volume e densità.

Quante sedute di allenamento bisogna effettuare?

I miglioramenti di prestazione e quelli estetici non avvengono quando ci si allena, ma quando si recupera. Il recupero infatti è importante quasi quanto l'allenamento. Da questa prima affermazione si potrebbe già percepire che allenarsi tutti i giorni è controproducente, ed infatti nel 90% dei casi è così. 

E quindi qual è il numero di sedute ideali per allenarsi?

Il numero di sedute di allenamento devono tener conto della tipologia degli esercizi, della durata degli allenamenti, del tempo a disposizione dell'atleta e della sua capacità di recupero. Fatta questa premessa diciamo che il numero di sedute ideali per allenarsi con i pesi con l'obiettivo di incrementare la massa muscolare varia da 2 a 4 sedute a settimana. 

Come dividere i muscoli in maniera consona?

Gli hardgainer, i classici ectomorfi, che hanno enormi difficoltà nella crescita muscolare dovrebbero allenarsi due volte alla settimana, in giorni distanti con allenamento in fullbody del tipo: squat, trazioni, panca, rematore e military press. Pochi esercizi ma ben assestati. Coloro che hanno difficoltà nel dimagrire, dovrebbero invece aumentare il numero di sedute, sino ad arrivare a 4, inserendo un minimo di lavoro aerobico al termine dell'allenamento.

Splite routine da 2 giorni

  • FULL BODY
  • PARTE ALTA - PARTE BASSA 
  • COSCE/PETTO/SPALLE/TRICIPITI --- COSCE POSTERIORI/SCHIENA/BICIPITI

Splite routine da 3 giorni

  • SPINTA/TRAZIONE/GAMBE
  • PETTO E DORSO/GAMBE/SPALLE E BRACCIA

Splite routine da 4 giorni

  • PARTE ALTA - PARTE BASSA (due volte a settimana con esercizi diversi)
  • PETTORALI-BICIPITI/ POLPACCI-LOMBARI-QUADRICIPITI/ DELTOIDI-TRICIPITI/ DORSALI-DELTOIDI POSTERIORI-BICIPITI FEMORALI
  • PETTORALI-TRICIPITI/ GAMBE/ SCHIENA-BICIPITI/ SPALLE

A seconda del tipo di routine di allenamento bisognerà allestire la seduta più consona alla causa. E' chiaro che in una routine in Full Body non possiamo inserire 3-4 esercizi per i pettorali o deltoidi, altrimenti non avremmo energie sufficienti per allenare il resto del fisico. Inoltre in queste tipologie di seduta, saranno gli esercizi per i muscoli piccoli a saltare. Dovete sapere che in questo genere di allenamenti basteranno i grandi esercizi multi articolari per soddisfare gli stimoli ipertrofici anche dei muscoli piccoli quali bicipiti e tricipiti, nonché deltoidi posteriori. Invece nelle sedute divise in 2 parti è possibile aumentare il numero di esercizi per ogni distretto muscolare, nella classica accoppiata esercizio base + esercizio complementare. Le split routine da 3 o 4 giorni permettono all'atleta di dedicarsi maggiormente alla cura dei muscoli, avendo la possibilità di aumentare il numero di esercizi con tecniche ad alta intensità o alto volume. 

Non c'è una ricetta magica, diciamo che molto dipende dalle vostre esigenze ed esperienza nel mondo dell'allenamento pesi; se NON volete pensare a come strutturare il vostro allenamento e farvi seguire da un supporto online, veloce, pratico e moderno, provate ABC ALLENAMENTO FIT, il nostro PERSONAL TRAINER VIRTUALE realizzato per seguire i 7 milioni di persone che ogni anno seguono ABC Allenamento.

Scritto da: ABC Team

Potrebbe interessarti anche

Heavy Duty La Perla di Mike Mentzer
02 Marzo 2016

Heavy Duty La Perla di Mike Mentzer

Il metodo di allenamento ad alta intensità per antonomasia

Le ripetizioni negative o forzate possono aiutare, ma solo se usate occasionalmente, se si utilizzano in ogni serie per ogni allenamento il superallenamento è inevitabile

Crescita Muscolare Correlata al Tempo Sotto Tensione?
12 Novembre 2016

Crescita Muscolare Correlata al Tempo Sotto Tensione?

T.U.T. time under tension. Il tempo sotto tensione è in sostanza lo spazio temporale che occupa l'intera serie che stiamo effettuando.

Ultimi post pubblicati

TWIST ROLLER PER ESTENSORI AVAMBRACCI
12 Dicembre 2018

TWIST ROLLER PER ESTENSORI AVAMBRACCI

Descrizione esecuzione esercizio con i vari step per eseguire in maniera perfetta il movimento. Elenco dei muscoli coinvolti, biomeccanica dell'esercizio e tipo di esercizio.

Infortunio ai Muscoli Ischiocrurali
10 Dicembre 2018

Infortunio ai Muscoli Ischiocrurali

Il migliore metodo per evitare un doloroso infortunio ai flessori della coscia è la prevenzione. Spesso accade che gli atleti, quando sono in forma, tendono a strafare e spesso e volentieri sono gli eccessivi carichi di lavoro a produrre questo genere di infortunio.