Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Serie a Velocità Diverse per l'Incremento della Massa Muscolare

data di redazione: 27 Giugno 2016
Serie a Velocità Diverse per l'Incremento della Massa Muscolare

Il consiglio più diffuso nel mondo delle palestre commerciali di bodybuilding è che bisognerebbe sollevare i carichi con un controllo muscolare completo, fare una pausa momentanea nella posizione di contrazione apicale ed abbassare poi il peso, tenendolo sotto controllo.

Questo semplice consiglio funziona sempre, tuttavia, sottili differenze nella velocità di esecuzione possono dare all'atleta stimoli maggiori nella crescita muscolare.

Sappiate che in certi casi l’allenamento eseguito con velocità di esecuzione abbastanza lente è ottimale, ma non sempre, in quanto una certa tipologia di fibre muscolari viene stimolata da ripetizioni veloci ed esplosive.

Fatta questa premessa sappiate che esiste un metodo che mette in accordo sia gli amanti del superslow, sia gli amanti dell'esplosività. Questo metodo consiste nell'eseguire serie con ripetizioni a velocità diverse.

La tecnica in sé è molto semplice: durante lo stesso esercizio si alterneranno ripetizioni molto lente e ripetizioni molto veloci:

  • 2 ripetizioni eseguite con 5 secondi per la fase concentrica e 5 secondi per la fase eccentrica.
  • 2 ripetizioni eseguite con 1 secondo per la fase concentrica e 2 secondi per la fase eccentrica.
  • Queste 4 ripetizioni a velocità completamente diverse vengono definite 1 ciclo
  • Ogni set ha 8-12 ripetizioni (due o tre cicli da quattro ripetizioni)
  • Vengono consigliate 3 serie da 12 ripetizioni. E' chiaro che nell'ultima serie i muscoli saranno congestionati e quindi avete 2 opportunità: abbassare il peso oppure fare meno cicli.

Perché funziona per la Crescita Muscolare?

Questo metodo recluta più fibre muscolari a causa dei diversi tipi di contrazioni apportati dalle diverse velocità di esecuzione. Inoltre, alternando ripetizioni lenti e ripetizioni veloci, all'interno dei muscoli, si scateneranno processi che porteranno poi all'inevitabile rilascio di fattori di crescita che stimoleranno la sintesi proteica e la crescita muscolare. L'accumulo di metaboliti, così come il sangue intrappolato all'interno del muscolo target, vi porterà ad un pompaggio muscolare estremo.

Questo metodo funziona particolarmente bene per i bicipiti, quadricipiti, femorali, ed i pettorali.

  • Bicipiti: Curl con bilanciere e Curl con manubri
  • Pettorali: Croci con i cavi, Pectoral machine, Chest Press
  • Quadricipiti: Leg extension, leg Press
  • Bicipiti Femorali: Leg Curl
  • Inoltre tale protocollo può essere effettuato anche in esercizi di spinta base per le gambe come lo Squat o nella panca piana con bilanciere.

Negli esercizi di trazione per i dorsali e misti come lo stacco da terra non ha riportato benefici di sorta.

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Gli Esercizi Chiave per L'incremento della Massa Muscolare
23 Aprile 2016

Gli Esercizi Chiave per L'incremento della Massa Muscolare

​Di norma i bodybuilder ed appassionati dell’allenamento pesi di tutto il mondo dividono gli esercizi in 2 categorie: esercizi base o multi-articolari ed esercizi di isolamento o mono-articolari.

Come Fare Massa con 2 Allenamenti con i Pesi Settimanali
26 Febbraio 2016

Come Fare Massa con 2 Allenamenti con i Pesi Settimanali

Incremento della Massa Muscolare con pochi Allenamenti Brevi ed Intensi

La scienza del body building non è uguale per tutti , alcuni incrementano la massa muscolare con 2 giorni la settimana , altri devono allenarsi molto di più.

Ultimi post pubblicati

YMCA Bench Press Test
15 Luglio 2019

YMCA Bench Press Test

L'obiettivo dell'YMCA bench press test è di valutare la forza e la resistenza dei muscoli estensori del gomito e dei muscoli flessori ed adduttori della spalla.

Tricipite Brachiale
15 Luglio 2019

Tricipite Brachiale

Origine - Inserzione - Azione

Il muscolo tricipite brachiale è il principale mu­scolo estensore dell’avambraccio e, per mezzo del capo lungo, promuove una adduzione dell’omero. È formato da tre parti denominate capo lungo, capo laterale e capo mediale.