(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Sonno e Crescita Muscolare

data di redazione: 06 Febbraio 2017
Sonno e Crescita Muscolare

Lo stress è una problematica comune dei giorni nostri, con i ritmi di lavoro sempre più pressanti e con gli impegni che si accavallano continuamente. È risaputo ed ampiamente dimostrato che lo stress può causare problemi cardiaci, depressione, ansia, ma anche problemi asmatici e obesità, oltre ad accelerare il normale processo di invecchiamento; ma oltre a questi problemi lo stress è un acerrimo nemico dell'atleta o comunque del frequentatore di palestre.

Definizione e crescita muscolare sono strettamente legati ai livelli di stress, questo perché se i livelli di cortisolo e testosterone non sono equilibrati questi due traguardi a cui aspira il body-builder sono difficilmente raggiungibili.

Se non si focalizza il problema è come il cane che cerca di mordersi la coda. Il problema infatti nasce quando l'atleta, vedendo che i risultati non progrediscono aumenta i ritmi dell'allenamento, entrando in una sorta di circolo vizioso che lo porta poi inevitabilmente al superallenamento e quindi in una situazione di stress ancora maggiore.

SONNO E STRESS

Molto spesso infatti non è questione di programmi, di serie o di numero di ripetizioni, ma di una condizione di stress causata da una serie di fattori che possono variare dall'alimentazione, dal ritmo di vita oppure dal sonno. Ed è su quest'ultimo fattore che si focalizzerà questo articolo.

Il riposo, inteso come ore di sonno è uno dei fattori principali che determinano una situazione di stress, che poi si ripercuote nei risultati e quindi nei progressi.

Lo stress determina a sua volta un conseguente rilascio di cortisolo, per cui il soggetto avrà livelli di testosterone più bassi, livelli di glucosio fuori norma e di conseguenza avrà più fame ed entrerà in una condizione di scarsa forma e quindi di stallo in termini di rendimento.

Il problema nasce quando l'atleta non mette sullo stesso piano il riposo con l'alimentazione e l'allenamento. Chi riesce a dormire almeno otto ore avrà una condizione di crescita muscolare di gran lunga superiore a quello che invece ne rispetta solo 6, questo è un dato di fatto. Di seguito vi invitiamo a leggere questi tre consigli che vi aiuteranno ad ottimizzare le ore di sonno.


LIVELLI DI MELATONINA

La melatonina è un ormone importantissimo per quello che riguarda il sonno; essa diminuisce mentre siamo esposti alla luce solare, facendoci sentire di conseguenza energici, mentre aumenta quando siamo all'oscurità, conferendo stanchezza e desiderio di riposo. Quindi è chiaro che alti livelli di questo ormone sono in grado di "allietare" e favorire le ore di sonno. Quindi il consiglio è quello di passare sempre un pò di tempo all'aperto, in quanto la luce solare ha un effetto straordinario sui livelli di quest'ormone, abbassandoli notevolmente e favorendo di gran lunga il riposo.

LA SIESTA

Un altro metodo per essere più riposati è quello di prendere l'abitudine di fare il pisolino. Alcuni studi affermano che la famosa "siesta" pomeridiana, associata ad un buon riposo notturno di almeno 7 o 8 ore siano il miglior comportamento da adottare. Lo studio dice però che questi pisolini pomeridiani non devono superare i 45 minuti, altrimenti vanno a compromettere il sonno notturno, quindi si rivelerebbero controproducenti.

RILASSAMENTO SERALE

Prendere l'abitudine di rispettare una sorta di routine rilassante pre-sonno è un ottimo metodo per prepararsi al riposo. Anche in questo caso alcune ricerche hanno dimostrato come abituarsi a fare un bel bagno caldo, stendersi e leggere un libro sorseggiando una tisana calda o un bel bicchiere di latte caldo ricco di triptofano, magari con un sottofondo di musica rilassante favorisca enormemente il sonno notturno. Riguardo a quest'ultimo punto, numerosi studi hanno dimostrato ampiamente la capacità della musica di diminuire i livelli di stress. Un altro fattore importante è quello di non guardare la televisione a letto, anzi l'ideale sarebbe non averla proprio.

Scritto da: ABC Team

Potrebbe interessarti anche

Incremento massa muscolare con metodo
02 Ottobre 2014

Incremento massa muscolare con metodo

Avere muscoli enormi , braccia gigantesche, pesare almeno 10 kg oltre la vostra altezza e nello stesso tempo avere l'addome scolpito o quantomeno pancia piatta senza grasso che deborda , vi sembra facile ? direi di no. In palestra di solito si vedono ciccioni forti e secchi definiti deboli e frustrati. I primi spingono carichi enormi ma mangiano anche tanto , hanno muscoli grossi , ma non si vedon...

Gli Effetti Dell'Allenamento Ad Alte Ripetizioni Sulla Forza e La Massa Muscolare
18 Febbraio 2018

Gli Effetti Dell'Allenamento Ad Alte Ripetizioni Sulla Forza e La Massa Muscolare

In un recente studio di ricerca un gruppo di ricercatori ha effettuato un test sull'impatto dei carichi leggeri con protocollo ad alto numero di ripetizioni sulla forza e massa muscolare. Hanno progettato uno studio "per confrontare i cambiamenti adattivi nelle dimensioni del muscolo, della forza contrattile e della composizione MHC (tipo di fibra) evocata dall'allenamento di resistenza eseguito a bassa o alta intensità di contrazione (cioè ripetizioni basse o alte)".

Ultimi post pubblicati

Stacco Gambe Tese Al Cavo Basso
18 Novembre 2018

Stacco Gambe Tese Al Cavo Basso

Lo stacco a gambe tese non è altro che una variante del classico stacco da terra, uno degli esercizi base del bodybuilding, avente però il focus sull'allenamento dei bicipiti femorali, che sono collocati nella parte posteriore delle cosce. Infatti rispetto allo stacco classico, in questa variante, i quadricipiti non sono reclutati e l'accento è sui muscoli lombari, sui glutei e sui bicipiti femorali (ischiocrurali).

Muesli Croccante Con Mirtilli e Nocciole
18 Novembre 2018

Muesli Croccante Con Mirtilli e Nocciole

Il MUESLI è una miscela di fiocchi d’avena e altri prodotti a base di cereali e frutta, come frutta secca, uvetta e noci. Si accompagna al latte, yogurt o succo di frutta ed è solitamente mangiato per colazione o per una cena leggera.
Preparazione: 5 min.
Difficoltà: 1
N. porzioni: 1