Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

L'Importanza Del Massaggio Per I Muscoli Del Bodybuilder

data di redazione: 12 Maggio 2018 - data modifica: 24 Novembre 2018
L'Importanza Del Massaggio Per I Muscoli Del Bodybuilder

L'Importanza Del Massaggio Per I Muscoli Del Bodybuilder

Un numero sempre maggiore di persone si avvicina all'arte del massaggio, non solo per dedicare parte del proprio tempo al benessere o per la semplice gioia del contatto fisico, ma anche per la sua utilità terapeutica.

I vantaggi che il massaggio può apportare al nostro organismo molto spesso vengono sottovalutati, mentre se praticato regolarmente ha invece la capacità di apportare innumerevoli benefici:

  • riduce lo stress, che è una delle cause principali della diminuzione delle difese dell'organismo; in questo modo aiuta a prevenire molte malattie stagionali e a mantenere sani ed efficienti organi ed apparati
  • stimola le funzioni dei reni, del fegato, dei polmoni, del sistema digerente, e ha un effetto calmante sul sistema nervoso
  • contribuisce a mantenere un buon rapporto col proprio corpo e favorisce il contatto fisico, aspetto importante della vita sociale
  • negli anziani migliora la vitalità e previene molti malesseri dovuti all'età 
  • mentre per i genitori diventa un mezzo di comunicazione privilegiato con i propri figli
  • combatte l'artrosi, reumatismi, mal di schiena e un'infinità di disturbi legati a posture scorrette che spesso si assumono durante le attività di tutti i giorni
  • non per ultimo previene e migliora molte patologie articolari e muscolari

Ma ciò che interessa a noi in questo momento sono i benefici che il massaggio conferisce ai muscoli, ma soprattutto quando intervenire con esso.

I muscoli sono il motore del corpo umano; permettono di camminare, correre e saltare, ma anche di mantenere una specifica postura o di compiere attività raffinate, come disegnare, scrivere o suonare uno strumento. 

I muscoli si dividono in lisci e striati:

  • quelli lisci controllano i movimenti involontari degli organi interni (come tubo digerente, vasi sanguigni e utero) e sono controllati dal sistema nervoso autonomo
  • mentre quelli striati sono detti anche muscoli scheletrici perché si inseriscono sulle ossa permettendone, con la loro contrazione, i movimenti

QUANDO INTERVENIRE CON IL MASSAGGIO?

I muscoli sono estendibili, elastici e contrattili. 

Un muscolo può essere stirato oltre la sua normale lunghezza e, una volta rilasciato, ritorna alle dimensioni originali grazie alla presenza di fibre deformabili al suo interno. 

Se si supera la capacità di allungamento si produce lo stiramento muscolare, con edema e dolore locale, mentre nei casi più gravi, lo strappo muscolare, con versamento di sangue e incapacità muscolare. 

In questi casi è necessario un periodo di riposo dall'attività sportiva, al termine del quale una corretta terapia e l'intervento del fisioterapista per mezzo del massaggio possono favorire il ripristino delle normali funzioni muscolari.

Grazie alla contrattilità, il muscolo può accorciarsi per poi ritornare alla dimensione originaria durante il rilassamento. 

L'impossibilità di rilassare il muscolo dopo intense e ripetute contrazioni si chiama contrattura ed è di origine biochimica o derivante da stress.

Il massaggio e le applicazioni di calore possono favorire la risoluzione della contrattura in tempi relativamente brevi.

Il lavoro muscolare genera movimento e calore (gran parte del calore di cui l'organismo ha bisogno per i processi metabolici deriva proprio dalla contrazione muscolare) attraverso un processo di combustione dell'ossigeno. 

Se l'ossigeno è insufficiente a soddisfare i complicati processi chimici dei muscoli, si attivano processi alternativi che utilizzano le riserve energetiche dell'organismo e producono acido lattico, con conseguente fatica muscolare.

Il massaggio in questo caso favorisce il riassorbimento dell'acido lattico, che si riserva nel fegato e viene risintetizzato.

I muscoli, col tempo, vanno incontro ad un processo di invecchiamento, detto fibrosi, in cui le strutture muscolari vengono gradatamente rimpiazzate da tessuto connettivo fibroso, non elastico, non estendibile e non contrattile.

Il massaggio in questo caso si rende molto utile, in quanto ritarda tale processo di invecchiamento.

I muscoli si uniscono alle ossa direttamente (tramite il cosiddetto ventre muscolare) o attraverso un cordone fibroso, molto resistente e non elastico, il tendine. 

Alcuni di questi, come il tendine d'Achille, un pò in tutte le discipline sportive sopportano grandi tensioni e sono spesso sottoposti a ripetuti microtraumi che ne causano l'infiammazione.

In questi casi il riposo dà grande beneficio, ma anche un'adeguata terapia per mezzo di massaggi specifici.

I BENEFICI DEL MASSAGGIO PER IL BODYBUILDER

1) MUSCOLI PIU' ELASTICI

  • I massaggi possono migliorare la flessibilitá. 
  • I bodybuilder devono avere molta elasticitá se vogliono ottenere prestazioni elevate. 
  • Dato che il massaggio si estende nelle fibre muscolari, l’elasticitá viene aumentata e mantenuta nel tempo.
  • Consigliamo di andare una tantum dal fisioterapista per sciogliere eventuali nodi 
  • Consigliamo di mantenere l'elasticità mediante sessioni di stretching

2) MIGLIORA LA CIRCOLAZIONE SANGUIGNA
 

  • Il massaggio migliora la circolazione sanguigna e con una migliore circolazione si potrá respirare meglio durante gli allenamenti e avere maggiore energia.
  • I cicli di allenamento intensi provocano danni microscopici (micro-traumi) al muscolo e al tessuto fasciale. 
  • Tale danno dovrà essere riparato tramite l’aumento del flusso sanguigno. 
  • Poiché il massaggio migliora il flusso di sangue, la circolazione del bodybuilder sarà migliorata e questo aumenterá le sue prestazioni.

3) MENO DOLORE

  • Il massaggio riduce i dolori muscolari dovuti ad allenamenti intensi o a un sovraccarico. 
  • Se un atleta avverte dolore, non riuscirá ad avere massime prestazioni e rischierebbe di avere infortuni.
  • Il dolore acuto o cronico non solo agisce a livello muscolare ma anche a livello mentale e quindi l’atleta o il bodybuilder non riuscirá ad allenarsi al 100%. 
  • Per questo motivo i massaggi, sono quasi un “miracolo” per questo tipo di problemi.

4) SONNO MIGLIORE, RECUPERO MIGLIORE, MUSCOLI PIU' GROSSI

  • Il sonno è una fase della nostra giornata dove viene prodotto l'ormone della crescita.
  • Conta la quantità, ma soprattutto la qualità.
  • Andare a dormire tesi come corde di violino, non vi permetterà di dormire e recuperare al meglio.
  • Il massaggio vi permetterà di sciogliere i nodi, le tensioni muscolari e dormirete in maniera molto profonda.

Scritto da: Davide Ursillo
Scarica eBook

Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Cosa Mangia e Come Prepara i Muscoli un Body Builder il Giorno della Gara?
24 Novembre 2018

Cosa Mangia e Come Prepara i Muscoli un Body Builder il Giorno della Gara?

Consigli Alimentari, su come Abbronzarsi e su come Pompare i Muscoli il giorno della Gara

L'alimentazione per il giorno della gara non è semplice da gestire, in quanto l'atleta deve avere energie per tutto l'arco della giornata, con un buona idratazione e nel contempo non deve avere problemi digestivi o di altro genere

Allenamento Solo Macchine
08 Marzo 2019

Allenamento Solo Macchine

L'allenamento utilizzando esclusivamente le macchine serve per contenere i tempi di permanenza in palestra, in quanto l'atleta non dovrà caricare e scaricare i bilancieri.

Ultimi post pubblicati

Cosce Che Non Crescono
25 Marzo 2020

Cosce Che Non Crescono

Proposta di allenamento ad alto volume e multi frequenza per far crescere i muscoli delle cosce. Scheda di allenamento in German Volume Training per dare nuovo stimolo allo sviluppo muscolare.

Definizione Muscolare Con La Scheda Upper e Lower Body
23 Marzo 2020

Definizione Muscolare Con La Scheda Upper e Lower Body

Con l'allenamento inferiore superiore è possibile concentrarsi maggiormente su sollevamenti pesanti rispetto ad altri piani di allenamento. I sottoprodotti chimici derivati ​​dal metabolismo anaerobico chiamato stress metabolico è responsabile dell'ipertrofia del 25%. L'aumento dello stress metabolico dovuto alla maggiore intensità e frequenza di allenamento è ciò che ti avvantaggia quando segui la divisione inferiore superiore.