(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Le Variabili dell'Allenamento di Bodybuilding

data di redazione: 07 Gennaio 2014 - data modifica: 06 Aprile 2016
Le Variabili dell'Allenamento di Bodybuilding

Quali sono i fattori fondamentali che determinano un allenamento di bodybuilding

LE VARIABILI NELL'ALLENAMENTO

Il carico d'allenamento è la misura del lavoro che lo sportivo deve effettuare per indurre gli adattamenti necessari all'incremento della prestazione. Affinché vi sia adattamento il carico deve seguire dei precisi princìpi. Esso dipende inoltre da vari fattori, che tutti gli sportivi dovrebbero conoscere quali:

  • intensità,
  • durata,
  • densità,
  • volume e
  • frequenza dello stimolo,
  • obiettivi,
  • metodi,
  • contenuti e mezzi dell'allenamento.

Questi elementi caratterizzano il carico ESTERNO, ma esiste anche il carico INTERNO variabile da persona a persona che rappresenta il tipo di effetti che l'esercizio esercita sull'organismo a livello di stress e produzione ormonale. Il carico d'allenamento è caratterizzato da diversi parametri:

1) DENSITA' dello stimolo (è il rapporto fra lo stimolo vero e proprio e il recupero nella stessa seduta di allenamento) è la mole di lavoro svolta in un determinato arco di tempo e si ottiene con serie particolari ( esempio metodo 8x8 di Vince Gironda, Serie giganti , Triserie)

2) FREQUENZA MUSCOLARE con cui lo stimolo viene reiterato nelle diverse sedute di allenamento

3) DURATA dello stimolo

4) VOLUME dello stimolo (quantità totale di lavoro) : è la quantità di lavoro globale ed è dato da numero di esercizi e numero di serie con le relative ripetizioni e recuperi

5) OBIETTIVI dell'allenamento . Un allenamento cambierà a seconda del tipo di obiettivo: MASSA, FORZA, DEFINIZIONE in primis per quanto riguarda un culturista. RESISTENZA, FIATO, FORZA ESPLOSIVA, CONDIZIONAMENTO ATLETICO per quanto riguarda un atleta come un pugile ad esempio.

6) CONTENUTI e MEZZI dell'allenamento. Che possono essere bilancieri , manubri, macchine isotoniche con carrucole, macchine a leveraggio, kettlebell, sandbag, sacchi ecc ecc

7) METODI dell'allenamento. Ogni campione ha il suo metodo di allenamento, i più famosi: heavy duty di mike mentzer, 8x8 vince gironda, il classico metodo weider, piramidale ecc ecc

8) INTENSITA' dello stimolo. L'intensità è data dal carico sollevato, ad esempio un'intensità più o meno elevata è data dall'utilizzo di carichi più o meno elevati, oppure dall'utilizzo di determinate tecniche che rendono più duro un esercizio (esempio serie stripping, forzate, negative, super slow)

Intensità e volume dello stimolo sono parametri antagonisti, inversamente proporzionali tra loro in quanto sono i fattori che rendono più o meno duro un determinato allenamento e cioè se si privilegia uno si penalizza lo sviluppo dell'altro. Il volume può essere diluito o denso (estensivo, intensivo).

La densità di allenamento è praticamente data da un determinato lavoro esercitato in un determinato tempo. Nel Body Building per allenamento denso si intendono le serie che si riescono ad eseguire in un determinato tempo grazie all'utilizzo di serie speciali quali super serie o serie giganti.

Qui entra in gioco il fattore recupero che sarà molto basso. Intensità e densità sottolineano una caratterizzazione intensiva del lavoro, mentre volume e durata sottolineano una caratterizzazione estensiva del lavoro.

Abbiamo voluto realizzare questo articolo perché in circolazione nelle palestre italiane c'è un pò di confusione. Se vi state allenando con una certa intensità con serie che vi portano al cedimento in breve tempo, non potete avere un volume di allenamento globale elevato.

Invece se avete un'intensità di allenamento normale non potete allenarvi in soli 30 minuti pensando di costruire muscoli o pensando di ottenere l'obiettivo prefissato.

Ci vuole un allenamento razionale qualunque sia il vostro sport praticato e sappiate che le variabili dell'allenamento sono uguali per tutti gli sport. Nel ciclismo ad esempio se l'allenamento prevede delle ripetute di forza da eseguire in salita, non potete nella stessa seduta fare anche il fondo continuando la seduta per km e km, stessa cosa vale per gli sport di combattimento ove si ricerca la forza esplosiva o la resistenza. Focalizzate sempre il vostro obiettivo della giornata.

Scritto da: ABC Team

Potrebbe interessarti anche

Scheda di Riscaldamento per Allenamento Pesi
10 Aprile 2018

Scheda di Riscaldamento per Allenamento Pesi

Come riscaldarsi in vista di un allenamento pesante con i pesi

Lo scopo specifico del riscaldamento è quello di preparare gli atleti al programma di allenamento che seguirà. Durante il Warm Up sale la temperatura corporea, che sembra essere uno dei fattori più importanti per facilitare l'attività fisica. Il riscaldamento stimola inoltre l'attività del sistema nervoso centrale - SNC -, che sovrintende al coordinamento di tutti i sistemi corporei, accelerando le reazioni motorie attraverso il rapido invio di impulsi nervosi e migliora infine la coordinazione.

Le 5 Virtù dell'Allenamento in Total-Body
18 Agosto 2015

Le 5 Virtù dell'Allenamento in Total-Body

Pregi di questo Protocollo con allegata una Scheda di Allenamento

Arnold Schwarzenegger, mentore di molti di noi appassionati di bodybuilding, ha iniziato ad allenarsi con i pesi con allenamenti in total body, anche detti full body, la sua routine era denominata "the golden six"; Arnold ha utilizzato questo approccio per molti anni, prima di passare a routine frazionate, in quanto gli Allenamenti in Total Body hanno sostanzialmente 5 virtù

Ultimi post pubblicati

I 7 Migliori Allenamenti Per Quadricipiti, Glutei e Bicipiti Femorali
25 Settembre 2018

I 7 Migliori Allenamenti Per Quadricipiti, Glutei e Bicipiti Femorali

Giorno delle gambe, la stessa frase evoca immagini di nausea, giorni di zoppicamento e gambe che sembrano costituite da gelatina. La maggior parte degli allenamenti si basa sul re degli esercizi per le gambe e non solo: SQUAT. In effetti è un esercizio unico ed insostituibile per far crescere i muscoli delle vostre cosce e glutei. Però non bisogna fossilizzarvi esclusivamente sul classico squat con bilanciere.

Fritelle di Zucchine con Formaggio Caprino
24 Settembre 2018

Fritelle di Zucchine con Formaggio Caprino

E' una di quelle sfiziosità che ogni tanto vale la pena preparare e che non debbono mai mancare a un buffet in piedi. Sfiziose e croccanti, sono salvacena quando abbiamo le zucchine in frigo e amici a tavola.
Preparazione: 30 min.
Difficoltà: 1
N. porzioni: 4