(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Quando Fare Stretching nell'Allenamento di BodyBuilding

data di redazione: 09 Dicembre 2015 - data modifica: 25 Novembre 2018
Quando Fare Stretching nell'Allenamento di BodyBuilding

Sei settimane prima dell'edizione dell'Arnold Classic 2008, molti pensavano che VICTOR MARTINEZ avrebbe di nuovo vinto a mani basse.

Poi è successa una tragedia sportiva durante un allenamento per le gambe. Facendo stretching tra le serie di affondi (abominevoli), Victor ha percepito succedere qualcosa in un ginocchio.

Quel qualcosa è stato una rottura del tendine rotuleo, e si è trattato di un infortunio abbastanza grave da richiedere un intervento d'urgenza e da impedirgli di partecipare alla gara per cui stava preparandosi.

VICTOR MARTINEZ

C'è qualche lezione da cui prendere spunto?

Quello che è successo a Victor potrebbe essere un avvertimento potente di NON allungare un muscolo prima di aver finito di allenarlo.

Ciò contraddice quello che molti esperti ci dicono da anni. John Parrillo e Dante Trudel propugnano lo stretching aggressivo tra le serie come mezzo per sciogliere il tessuto connettivo duro chiamato fascia che circonda i muscoli, cosa che in teoria permette che si verifichi altra crescita.

Non neghiamo la validità di tale teoria, ma abbiamo qualche perplessità soprattutto in coloro che hanno molta massa muscolare e forza, cosa che sottopone a sforzo maggiore i tessuti connettivi quando sono allungati al massimo.

Charles Glass, indubbiamente uno degli allenatori più stimati al mondo, spiega perché non fa eseguire stretching ai clienti prima che un gruppo muscolare sia stato allenato completamente: sappiamo che lo stretching prima dell'allenamento è una cattiva idea, studi hanno mostrato che ciò diminuisce di fino al 30% la forza muscolare, analogamente, allungare un muscolo tra le serie peggiora l'esecuzione della serie successiva.

Quanto al fatto che lo stretching tra le serie aumenti il rischio di infortunio, ne conviene anche Glass: " State a contrarre il muscolo più volte nell'eseguire le ripetizioni di una serie, cercando di rendere le contrazioni più potenti possibile, e poi volete interrompere tutto ciò con degli allungamenti esagerati? I nostri muscoli sono elastici ma non dobbiamo sfidare la sorte!!

Se fate stretching per mantenere o aumentare la flessibilità, o anche per sciogliere la fascia muscolare, potete ottenere questi benefici allungando il muscolo alla fine della sessione o almeno quando avete finito di allenare una parte specifica. Noi consigliamo di fare il tutto al termine, in quanto a metà workout siete ancora in battaglia e quando si combatte non c'è il tempo per il te! Dopo avere finito tutti gli esercizi si fa stretching.

Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Black Friday Programmi di Allenamento
24 Novembre 2018

Black Friday Programmi di Allenamento

Il Black Friday è la ricorrenza americana dedicata agli sconti pazzi, il giorno più conveniente dell’anno, durante il quale i negozi scontano tutti i prodotti e fanno sconti fino al 90%, di fatto dando il via agli acquisti della stagione natalizia. Questa tradizione, inizialmente limitata agli Stati Uniti, al Canada e all’Inghilterra, è diventata sempre più popolare anche in Italia, complice anche le offerte disponibili in rete.

Allenamento di Bodybuilding - 4 Principi Base
24 Novembre 2018

Allenamento di Bodybuilding - 4 Principi Base

I 4 principi base dell'allenamento di bodybuilding comprendono un lavoro anabolico, un lavoro di resistenza, un lavoro di allungamento ed un lavoro neuronale.

Ultimi post pubblicati

Scheda Palestra Massa Muscolare
26 Marzo 2019

Scheda Palestra Massa Muscolare

L’obiettivo della maggior parte delle persone che frequentano le palestre è quello di aumentare il tono e la massa muscolare a discapito della massa grassa. Vediamo come fare....

9 Disturbi Del Comportamento Alimentare
24 Marzo 2019

9 Disturbi Del Comportamento Alimentare

Anoressia e bulimia sono i disturbi alimentari più conosciuti, ma non significa che siano gli unici e tanto meno i più comuni, esistono infatti molte altre anomalie minori del comportamento alimentare, alcune scoperte anche di recente.