Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Come si Allenavano i Guerrieri Spartani

data di redazione: 06 Agosto 2014 - data modifica: 06 Ottobre 2017
Come si Allenavano i Guerrieri Spartani

300 Sparta Training

La pratica dell’attività fisica come strumento per migliorare la performance affonda le proprie radici nei tempi antichi. Poco prima della battaglia delle Termopili (480 A.C.) re Serse incaricò i suoi esploratori di recarsi di nascosto nell’accampamento degli spartani al fine di spiarne le mosse. Gli esploratori riferirono al sovrano come gli spartani fossero quotidianamente impegnati ad allenare il proprio corpo con esercizi callistenici. Solo dopo che, nel corso della battaglia, i 300 spartani riuscirono a tenere testa agli oltre 120.000 soldati di Serse, fino all’arrivo delle altre forze greche, il sovrano comprese a proprie spese la ragione per cui il popolo greco desse una tale importanza all’esercizio fisico.

Gli spartani, che sono da sempre considerati i più possenti guerrieri mai esistiti, basavano il loro allenamento quasi interamente su esercizi dove il peso corporeo fungeva da sovraccarico. Nell’antica Grecia gli atleti olimpici si allenavano per la forza utilizzando come sovraccarico quanto era a loro disposizione, in primis il peso del proprio corpo. La massima espressione del fisico “ideale” fa ancora oggi riferimento alle statue greche, scolpite utilizzando come modelli gli atleti olimpici, che dovevano il loro incredibile sviluppo muscolare all’allenamento, che accresceva il loro fisico fino ai massimi potenziali naturalmente acquisibili.

 

Gli atleti greci si distinguevano, oltre che per le loro imponenti masse muscolari e la bassissima percentuale di grasso corporeo, soprattutto per la potenza, che si sposava con un’incredibile agilità ed una rimarchevole grazia nei movimenti e bellezza delle forme fisiche. Agli antichi greci dobbiamo il principio che recita come per accrescere la propria forza sia necessario manipolare il sovraccarico, incrementandolo progressivamente.Si narra che Milone di Crotone, il più celebre lottatore greco antico, in gioventù, per allenare la propria forza, volesse portare quotidianamente sulle spalle un vitello. Giorno dopo giorno il vitello cresceva e pesava sempre più, e il giovane Milone incrementava così la dimensione e la forza dei propri muscoli, costretti ad adattarsi a sollevare un carico progressivamente crescente.

 

Nell’antica Roma, i gladiatori che si misuravano negli anfiteatri, passavano le loro giornate dedicandosi all’allenamento di forza e destrezza, unitamente a quello volto al perfezionamento delle tecniche di combattimento. Nel medioevo, gran parte dell’addestramento degli aspiranti cavalieri era basato su esercizi a corpo libero e con sovraccarichi. Esistono numerosi manoscritti ed arazzi del tempo che evidenziano come gli aspiranti cavalieri volessero sollevare il peso del proprio corpo appesi a rami d’albero o ad appositi apparati in legno, ed eseguissero varie forme di piegamenti sulle braccia, fra cui quelli verticali a testa in giù.

 

Si recita come nel 1500 gli arcieri di Enrico VIII fossero talmente forti da riuscire a sollevare ed utilizzare archi del peso di quasi 90 Kg. Nel rinascimento le tecniche di allenamento per forza e destrezza si continuarono a sviluppare e tramandare negli ambienti militari, e si diffusero per tutta l’Europa grazie ai canti dei menestrelli ed alle performance degli atleti circensi. Nel 1800 i primi esperti di salute umana iniziarono a documentare scientificamente il valore dell’esercizio fisico

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

L'Allenamento di Lou Ferrigno
27 Aprile 2018

L'Allenamento di Lou Ferrigno

L'incredibile routine di allenamento di HULK

Lou Ferrigno crebbe in una famiglia siculo-statunitense, figlio di Matthew, un tenente di polizia di New York che, secondo la versione di Lou, fu anche sollevatore di pesi e spesso critico e negativo verso il figlio e la moglie Victoria. All'età di tre anni, Lou subì un'infezione all'orecchio e perse permanentemente l'80% del suo udito. Cominciò ad allenarsi coi pesi all'età di 13 anni, imitando il culturista e attore Steve Reeves, un famoso Ercole del cinema.

L'Allenamento Attuale di Arnold Schwarzenegger
23 Gennaio 2019

L'Allenamento Attuale di Arnold Schwarzenegger

Come si Allena Attualmente la Quercia Austriaca, Attore di Successo ed Ex Presidente della California

ARNOLD SCHWARZENEGGER idolo e mentore di moltissime generazioni, alla veneranda età di 68 anni compiuti, si allena ancora con tanta passione e la solita determinazione. Da giovane, ha sempre allenato ogni parte del corpo tre volte alla settimana, allenandosi sei giorni di fila con uno di riposo, con una media annuale che arrivava a 5 allenamenti a settimana, togliendo le ferie e qualche influenza. 

Ultimi post pubblicati

I Migliori Esercizi Per Cosce Grosse e Funzionali
19 Febbraio 2020

I Migliori Esercizi Per Cosce Grosse e Funzionali

I muscoli delle gambe sono tra i più voluminosi, affamati di ossigeno e forti che abbiamo nel corpo. Allenarli coinvolge rapidamente la respirazione e il metabolismo. L'allenamento funzionale impiega i movimenti tipici pionieristici: accosciate, piegamenti braccia, piegamenti gambe, salti e tutte le forme di trazione.

Super Allenamento Per i Pettorali
19 Febbraio 2020

Super Allenamento Per i Pettorali

Lo sbaglio che effettuano moltissimi praticanti in palestra, in merito all’allenamento dei pettorali, è quello di concentrarsi esclusivamente sulle distensioni su panca piana con bilanciere. Questo esercizio base è importante, in quanto permette di aumentare la forza di base, ma non è esaustivo per incrementare la massa muscolare dei pettorali.