ABC Allenamento
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Allenamento da Sprinter

data di redazione: 28 Agosto 2015 - data modifica: 29 Marzo 2019
Allenamento da Sprinter

Diventare più Potenti e Veloci

Allenamento da Sprinter

Siete muscolosi e forti, ma questo non significa essere per gioco forza atletici, pensate ad uno scatto di Usain Bolt o Justin Gatlin o ad una volata del tedesco Greippel, sono tutti molto forti, ma per loro muscoli e forza sono un mezzo per raggiungere altri obiettivi: correre veloce, pedalare alla massima velocità. In questo articolo vi daremo qualche consiglio su come migliorare la vostra condizione di atleta a 360°.

Gli sprinter devono bilanciare l'ampiezza della falcata con la sua velocità, se la velocità é eccessiva, ne risente la falcata e viceversa.

Per ottenere un equilibrio ottimale, provate il seguente esercizio: state in posizione eretta con i piedi uniti e fate un normale passo in avanti. 

Durante il passo, sollevate la caviglia della gamba in elevazione fino all'altezza del ginocchio opposto. 

Questa è la posizione da mantenere sempre durante la corsa e permette di abbinare in modo ideale l'ampiezza della falcata alla sua frequenza.

Se glutei, anche e posteriori sono la forza di propulsione di un velocista, anche un potente movimento delle braccia favorisce l'azione delle gambe.

Per la tecnica giusta pensate "mento-tasca": mentre correte, arrivate con la mano alla tasca dei calzoncini e poi oscillate di 15 cm dal mento. Tenendo a mente le suddette meccaniche, ecco i consigli di alcuni preparatori U.S.A. per aumentare le prestazioni nei 100 metri.

1) per 6 settimane fate strappi, slanci e squat ad elevato numero di ripetizioni, in detto periodo correte anche su distanze più elevate sui 5-6 km a passo moderato per 3 volte la settimana.

2) Fate anche una sessione di 4-6 scatti da 400 metri a circa il 75% della vostra velocità massima

3) Al termine staccate dai pesi per una o due settimane e partite con il seguente protocollo:

Protocollo Sprint

  • 10 sprint da 100 metri con 5' di pausa tra l'uno e l'altro
  • 10 sprint da 60 metri con 4' di pausa tra l'uno e l'altro
  • 5 sprint da 150 metri con 6' di pausa tra l'uno e l'altro
  • 10 sprint da 50 metri con 3' di pausa tra l'uno e l'altro

Consigliamo detto protocollo 2 volte alla settimana in giornate distanti dove nella giornata mediana inserirete un workout con i pesi (magari per la parte superiore) con esercizi base a medio basse ripetizioni

Buon ABC Allenamento



Potrebbe interessarti anche

4 Metodi di Allenamento per la Vostra Corsa
28 Gennaio 2018

4 Metodi di Allenamento per la Vostra Corsa

Per ottenere dei risultati evidenti si deve ricorrere a "drills" di allenamento che varieranno d'intensità e durata in base alla distanza che intendete percorrere nella gara che avrete intenzione poi di affrontare.

Quando Bisogna Andare a Correre Per Dimagrire e Definire gli Addominali?
01 Ottobre 2014

Quando Bisogna Andare a Correre Per Dimagrire e Definire gli Addominali?

Correre prima o dopo l'allenamento Pesi ? Ovviamente Dopo , ma riuscite a terminare senza annoiarvi i minuti di tappeto che avete dopo i pesi ? Non è noioso stare seduti su una cyclette o sopra un tappeto ? Vi sentite gasati dopo aver corso per mezz'ora in un rullo magnetico ? Considerazioni e consigli all'interno dell'articolo per Dimagrire una volta per tutte scolpendo gli addominali in modo tale da poterli esibire sempre con orgoglio

Ultimi post pubblicati

Il Segreto Del BodyBuilding Anche Natural
11 Gennaio 2021

Il Segreto Del BodyBuilding Anche Natural

Vuoi Aumentare La Massa Muscolare e Costruire il Fisico Dei Tuoi Sogni?

Quando il muscolo viene chiamato ad un impegno super, sarà ovviamente richiesto un maggiore apporto di ossigeno e nutrienti per continuare a sostenere le contrazioni. Ed ecco il caro "pump".

Il Miglior Allenamento Per Rimettersi in Forma dopo le Feste
03 Gennaio 2021

Il Miglior Allenamento Per Rimettersi in Forma dopo le Feste

Il full body è un sistema di allenamento con lo scopo di coinvolgere, per ogni seduta di allenamento, più gruppi muscolari possibili. Questo permette di ottenere una crescita muscolare in maniera omogenea, rendendo il fisico molto armonioso poiché non trascura nessun gruppo muscolare in ogni seduta di allenamento.