(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Allenamento da Sprinter

data di redazione: 28 Agosto 2015 - data modifica: 29 Agosto 2015
Allenamento da Sprinter

Diventare più Potenti e Veloci


Siete muscolosi e forti, ma questo non significa essere per gioco forza atletici, pensate ad uno scatto di Usain Bolt o Justin Gatlin o ad una volata del tedesco Greippel, sono tutti molto forti, ma per loro muscoli e forza sono un mezzo per raggiungere altri obiettivi: correre veloce, pedalare alla massima velocità. In questo articolo vi daremo qualche consiglio su come migliorare la vostra condizione di atleta a 360°.

Gli sprinter devono bilanciare l'ampiezza della falcata con la sua velocità, se la velocità é eccessiva, ne risente la falcata e viceversa.

Per ottenere un equilibrio ottimale, provate il seguente esercizio: state in posizione eretta con i piedi uniti e fate un normale passo in avanti. Durante il passo, sollevate la caviglia della gamba in elevazione fino all'altezza del ginocchio opposto. Questa è la posizione da mantenere sempre durante la corsa e permette di abbinare in modo ideale l'ampiezza della falcata alla sua frequenza.

Se glutei, anche e posteriori sono la forza di propulsione di un velocista, anche un potente movimento delle braccia favorisce l'azione delle gambe.

Per la tecnica giusta pensate "mento-tasca": mentre correte, arrivate con la mano alla tasca dei calzoncini e poi oscillate di 15 cm dal mento. Tenendo a mente le suddette meccaniche, ecco i consigli di alcuni preparatori U.S.A. per aumentare le prestazioni nei 100 metri.

1) per 6 settimane fate strappi, slanci e squat ad elevato numero di ripetizioni, in detto periodo correte anche su distanze più elevate sui 5-6 km a passo moderato per 3 volte la settimana.

2) Fate anche una sessione di 4-6 scatti da 400 metri a circa il 75% della vostra velocità massima

3) Al termine staccate dai pesi per una o due settimane e partite con il seguente protocollo:

Protocollo Sprint

  • 10 sprint da 100 metri con 5' di pausa tra l'uno e l'altro
  • 10 sprint da 60 metri con 4' di pausa tra l'uno e l'altro
  • 5 sprint da 150 metri con 6' di pausa tra l'uno e l'altro
  • 10 sprint da 50 metri con 3' di pausa tra l'uno e l'altro

Consigliamo detto protocollo 2 volte alla settimana in giornate distanti dove nella giornata mediana inserirete un workout con i pesi (magari per la parte superiore) con esercizi base a medio basse ripetizioni

Buon ABC Allenamento

Scritto da: ABC Team

Potrebbe interessarti anche

10 Ragioni per Correre in Estate
20 Febbraio 2017

10 Ragioni per Correre in Estate

L’inverno è finito già da un po’ di tempo e perfino le giornate imprevedibili della primavera sono un lontano ricordo ormai. Per un runner l’estate è fatta per andare a correre. Le giornate lunghe ed il clima caldo porta a vestirsi di meno ed i runner sono più contenti. 10 motivi per correre in estate.

5 Cose Da Ricordare Sulla Corsa Mentre Stai Invecchiando
28 Gennaio 2018

5 Cose Da Ricordare Sulla Corsa Mentre Stai Invecchiando

Da veterano della corsa, ami correre più di te stesso, ami come i tuoi polmoni si gonfiano e si sgonfiano per alimentare il tuo corpo con l'ossigeno, ed adori la sensazione familiare di essere libero nell'aria. 5 cose da ricordare assolutamente.

Ultimi post pubblicati

Il Miglior Metodo Per Allenarsi Con i pesi Nelle MMA
17 Dicembre 2018

Il Miglior Metodo Per Allenarsi Con i pesi Nelle MMA

Un combattente di MMA deve essere abbastanza forte da dominare l'avversario, sferrare pugni potenti e calci, assorbire l'impatto ed essere in grado di resistere ad una costante applicazione della forza. Lui o lei deve essere potente e veloce, e avere abbastanza resistenza per essere in grado di esibirsi ad alto livello per cinque round da 5 minuti. Il programma di allenamento deve affrontare tutte le qualità di cui sopra senza compromettersi a vicenda.

HAMMER CURL CON MANUBRI SEDUTI SU PANCA
16 Dicembre 2018

HAMMER CURL CON MANUBRI SEDUTI SU PANCA

Descrizione esecuzione esercizio con i vari step per eseguire in maniera perfetta il movimento. Elenco dei muscoli coinvolti, biomeccanica dell'esercizio e tipo di esercizio.