(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Che Tipo di Runner Sei?

data di redazione: 26 Agosto 2015 - data modifica: 20 Febbraio 2017
Che Tipo di Runner Sei?

A Seconda del Tuo Tipo di Piede Dipenderà il tuo stile di corsa

In ciascun piede ci sono:

  • 26 ossa,
  • 33 articolazioni,
  • 107 legamenti e 19 muscoli e tendini.

Capite quanto sia complessa questa nostra parte del corpo. Se tutte queste componenti lavorano in sintonia, i vostri piedi vi porteranno ovunque, senza particolari problemi, ma per poter dare il massimo hanno bisogno delle giuste cure e attenzioni.


Tutti noi abbiamo il nostro modo di correre, ognuno diverso dall'altro, perciò è fondamentale scegliere la scarpa adatta alle nostre caratteristiche.

Le scarpe devono essere adatte allo scopo, il che significa che dovrebbero essere state progettate specificatamente per il tipo di superficie su cui correte e la biomeccanica dell'appoggio del vostro piede.

CHE PIEDE ABBIAMO?


Se vi bagnate la pianta del piede, e lo appoggiate sul pavimento potete osservare l'orma che lascia. Facendo ciò potete farvi un'idea precisa sulla vostra pianta del piede e della sua forma.

  • Se avete un arco plantare alto, noterete un'orma molto sottile sotto il mesopiede
  • se avete i piedi piatti l'orma sarà larga dal tallone all'avampiede
  • il piede "normale" lascerà un'orma più stretta (anche se non stretta come quella di un arco alto)

Da qui l'importanza di conoscere il proprio piede, e capire quindi com'è il vostro passo, in altre parole il modo in cui i vostri piedi si comportano quando appoggiano sul terreno e si sollevano a ogni falcata.

A CHE TIPOLOGIA DI RUNNER APPARTENETE?

tipo di piede


IL NEUTRO

  1. Atterra sul tallone o sul mesopiede; la fase di transizione all'arco plantare è fluida ed efficace, poi spinge con l'avampiede.
  2. La maggior parte della forza propulsiva deriva dal punto tra il primo e il secondo dito.
  3. L'arco si appiattisce leggermente per assorbire il peso del corpo poi torna normale, con il piede e la caviglia ancora ben allineati.
  4. Un vostro vecchio paio di scarpe, se appartenete a questa tipologia di runner presenterà uno stato di usura uniforme.

L'IPERPRONATORE

  1. Atterra sulla parte esterna del tallone, ruota eccessivamente verso l'interno del mesopiede e infine stacca spingendo dal lato interno del piede (gli iperpronatori lasciano un'impronta simile a quella di un piede piatto).
  2. Questo stile di corsa esercita una notevole pressione su ginocchia, caviglie e anche, a meno che il runner non scelga una scarpa dotata di sistema di antipronazione (un'area rinforzata, sull'interno della sezione tallone/mesopiede della scarpa), e possibilmente inserti plantari che sostengano e correggano la postura durante la corsa.
  3. La parte più usurata in un vecchio paio di scarpe di norma sarà l'interno delle suole.

IL SUPINATORE

  1. Atterra sull'esterno del piede e poi può avere una transizione corretta nella fase di stacco all'altezza delle dita, oppure ruotare eccessivamente all'interno, iperpronando.
  2. I supinatori producono un'orma simile a quella lasciata da un arco plantare alto, dove soltanto il profilo esterno entra in contatto con il terreno.
  3. A loro serve una suola più larga nell'avampiede per evitare che ruotino troppo.
  4. Se a quel punto tenderanno a iperpronare, avranno bisogno di una scarpa che corregga entrambi gli aspetti.
  5. Alcune persone atterrano in supinazione, ma poi si correggono e hanno uno stacco neutro.
  6. Se non calzano scarpe con una suola larga a livello dell'avampiede rischiano distorsioni alla caviglia.
  7. Se appartenete a questa categoria, le vostre vecchie scarpe saranno più rovinate nella parte esterna della suola.

Buon ABC Allenamento

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook
Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Come Correre correttamente migliorando le proprie prestazioni
07 Aprile 2016

Come Correre correttamente migliorando le proprie prestazioni

La Meccanica della corsa, tecniche semplici e consigli validi

La corsa può essere considerata un’azione semplice e allo stesso molto complicata, vi sono molti fattori che influiscono sulla meccanica della corsa, basti pensare alla struttura anatomica....

Cardio Ormoni e Dimagrimento
27 Gennaio 2019

Cardio Ormoni e Dimagrimento

Come funzionano i meccanismi del dimagrimento

Si è visto che maggiore è la quantità di zucchero utilizzato nel lavoro muscolare per la più elevata intensità dell'esercizio, dove più intensità equivale a più adrenalina, maggiore è la quantità dei grassi ossidata nella fase di recupero che ne consegue (più ormone GH).

Ultimi post pubblicati

Allenamento PHA
18 Giugno 2019

Allenamento PHA

Le schede di allenamento in PHA prevedono diversi esercizi eseguiti consecutivamente stimolando distretti corporei il più possibile distanti tra loro (ad esempio cosce/deltoidi o bicipiti femorali/pettorali), in generale alternando l’attività della parte superiore con quella inferiore del corpo o viceversa. Tale sequenza andrà a reclutare tutti i gruppi muscolari del corpo in un’unica seduta (allenamento total body).

I 20 Migliori Alimenti Per La Salute
16 Giugno 2019

I 20 Migliori Alimenti Per La Salute

Non esiste una definizione specifica di superfood, un termine che, alla resa dei conti, è stato creato unicamente per soddisfare delle esigenze di mercato: in modo molto vago possiamo dire che un superfood è un alimento ricco di nutrienti, in grado di apportare importanti benefici per la salute.