Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Che Tipo di Runner Sei?

data di redazione: 26 Agosto 2015 - data modifica: 20 Febbraio 2017
Che Tipo di Runner Sei?

A Seconda del Tuo Tipo di Piede Dipenderà il tuo stile di corsa

In ciascun piede ci sono:

  • 26 ossa,
  • 33 articolazioni,
  • 107 legamenti e 19 muscoli e tendini.

Capite quanto sia complessa questa nostra parte del corpo. Se tutte queste componenti lavorano in sintonia, i vostri piedi vi porteranno ovunque, senza particolari problemi, ma per poter dare il massimo hanno bisogno delle giuste cure e attenzioni.


Tutti noi abbiamo il nostro modo di correre, ognuno diverso dall'altro, perciò è fondamentale scegliere la scarpa adatta alle nostre caratteristiche.

Le scarpe devono essere adatte allo scopo, il che significa che dovrebbero essere state progettate specificatamente per il tipo di superficie su cui correte e la biomeccanica dell'appoggio del vostro piede.

CHE PIEDE ABBIAMO?


Se vi bagnate la pianta del piede, e lo appoggiate sul pavimento potete osservare l'orma che lascia. Facendo ciò potete farvi un'idea precisa sulla vostra pianta del piede e della sua forma.

  • Se avete un arco plantare alto, noterete un'orma molto sottile sotto il mesopiede
  • se avete i piedi piatti l'orma sarà larga dal tallone all'avampiede
  • il piede "normale" lascerà un'orma più stretta (anche se non stretta come quella di un arco alto)

Da qui l'importanza di conoscere il proprio piede, e capire quindi com'è il vostro passo, in altre parole il modo in cui i vostri piedi si comportano quando appoggiano sul terreno e si sollevano a ogni falcata.

A CHE TIPOLOGIA DI RUNNER APPARTENETE?

tipo di piede


IL NEUTRO

  1. Atterra sul tallone o sul mesopiede; la fase di transizione all'arco plantare è fluida ed efficace, poi spinge con l'avampiede.
  2. La maggior parte della forza propulsiva deriva dal punto tra il primo e il secondo dito.
  3. L'arco si appiattisce leggermente per assorbire il peso del corpo poi torna normale, con il piede e la caviglia ancora ben allineati.
  4. Un vostro vecchio paio di scarpe, se appartenete a questa tipologia di runner presenterà uno stato di usura uniforme.

L'IPERPRONATORE

  1. Atterra sulla parte esterna del tallone, ruota eccessivamente verso l'interno del mesopiede e infine stacca spingendo dal lato interno del piede (gli iperpronatori lasciano un'impronta simile a quella di un piede piatto).
  2. Questo stile di corsa esercita una notevole pressione su ginocchia, caviglie e anche, a meno che il runner non scelga una scarpa dotata di sistema di antipronazione (un'area rinforzata, sull'interno della sezione tallone/mesopiede della scarpa), e possibilmente inserti plantari che sostengano e correggano la postura durante la corsa.
  3. La parte più usurata in un vecchio paio di scarpe di norma sarà l'interno delle suole.

IL SUPINATORE

  1. Atterra sull'esterno del piede e poi può avere una transizione corretta nella fase di stacco all'altezza delle dita, oppure ruotare eccessivamente all'interno, iperpronando.
  2. I supinatori producono un'orma simile a quella lasciata da un arco plantare alto, dove soltanto il profilo esterno entra in contatto con il terreno.
  3. A loro serve una suola più larga nell'avampiede per evitare che ruotino troppo.
  4. Se a quel punto tenderanno a iperpronare, avranno bisogno di una scarpa che corregga entrambi gli aspetti.
  5. Alcune persone atterrano in supinazione, ma poi si correggono e hanno uno stacco neutro.
  6. Se non calzano scarpe con una suola larga a livello dell'avampiede rischiano distorsioni alla caviglia.
  7. Se appartenete a questa categoria, le vostre vecchie scarpe saranno più rovinate nella parte esterna della suola.

Buon ABC Allenamento

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Scheda di Allenamento Corsa ed Esercizi a Corpo Libero
05 Febbraio 2019

Scheda di Allenamento Corsa ed Esercizi a Corpo Libero

Come ottenere tonificazione e dimagrimento con corsa ed esercizi a corpo libero

Per ottenere buoni risultati, bisogna fare in modo di fare resistenza nella corsa gradualmente, soprattutto per soggetti poco allenati, con un allenamento specifico, quindi la periodizzazione e la programmazione dovranno essere rivolte verso specifiche prove che rispettino scrupolosamente le possibilità fisiologiche naturali.

I Peggiori Alimenti per La Corsa
28 Gennaio 2018

I Peggiori Alimenti per La Corsa

Cosa non devi mangiare prima, durante e dopo la tua prossima corsa

Ogni atleta e ogni fisico sono diversi gli uni dagli altri. Ci sono persone che possono mangiare una bella frittura di pesce la sera prima di una lunga gara senza nessun problema, mentre altri devono tenere un rigido regime alimentare per non avere problemi. 5 regole per un runner.

Ultimi post pubblicati

Cosce Che Non Crescono
25 Marzo 2020

Cosce Che Non Crescono

Proposta di allenamento ad alto volume e multi frequenza per far crescere i muscoli delle cosce. Scheda di allenamento in German Volume Training per dare nuovo stimolo allo sviluppo muscolare.

Definizione Muscolare Con La Scheda Upper e Lower Body
23 Marzo 2020

Definizione Muscolare Con La Scheda Upper e Lower Body

Con l'allenamento inferiore superiore è possibile concentrarsi maggiormente su sollevamenti pesanti rispetto ad altri piani di allenamento. I sottoprodotti chimici derivati ​​dal metabolismo anaerobico chiamato stress metabolico è responsabile dell'ipertrofia del 25%. L'aumento dello stress metabolico dovuto alla maggiore intensità e frequenza di allenamento è ciò che ti avvantaggia quando segui la divisione inferiore superiore.