(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Cosa significa Lavoro Aerobico?

data di redazione: 24 Marzo 2014 - data modifica: 01 Ottobre 2014
Cosa significa Lavoro Aerobico?

Il lavoro aerobico è indicato per chi vuole dimagrire; ecco perché.

Si definisce "sistema energetico aerobico" l'insieme dei processi metabolici che utilizzano come substrati energetici i glucidi (zuccheri), i lipidi (grassi) e in misura minore le proteine, quali combustibili in grado di liberare energia in presenza di ossigeno (comburente).

 

La percentuale di utlilizzazione di questi elementi varia in funzione della durata e dell'intensità del lavoro effettuato.

 

Nel caso di attività intense e di breve durata prevale il ricorso agli zuccheri (unico substrato utilizzabile in condizioni di lavoro anaerobico), mentre nelle attività di durata prolungata (superiore a 4-5 minuti), in relazione a una proporzionale riduzione dell'intensità, prevale l'utilizzazione dei grassi.

 

Normalmente, il metabolismo muscolare in condizioni di riposo e durante il lavoro leggero è del tutto aerobico; il substrato energetico utlizzato, infatti, è costituito prevalentemente dai grassi, da una ridotta quantità di zuccheri e da una minima quantità di proteine.

Tuttavia, anche durante il lavoro di bassa intensità e di lunga durata occorre una modesta disponibilità di zuccheri sia per lo svolgimento delle reazioni chimiche necessarie alla completa ossidazione dei grassi, sia per evitare un aumento eccessivo dei corpi chetonici (sostanze chimiche presenti nel sangue e nelle urine negli stati di acidosi diabetica).

 

La caratteristica del sistema aerobico è avere un'elevatissima capacità, un ottimo rendimento e una potenza relativamente bassa. Questo meccanismo energetico - che consente di sostenere carichi di lavoro intorno al 70-85% della massima potenza (raggiunta in 2-3 minuti) anche per alcune ore - è utilizzato sia negli sport che richiedono una prestazione intensa protratta per tempo prolungati (marcia, maratona, sci di fondo, ecc.) sia in quelle attività fisiche in cui l'intensità dello sforzo è relativamente bassa o moderata, condotte per una durata compresa fra i 20 e i 60 minuti (camminare, fare jogging, nuotare, ecc.). Queste ultime risultano fra le più indicate per coloro che presentano la necessità di effettuare un'attività fisica finalizzata alla perdita di peso corporeo.

 

Buon allenamento da ABC

Scritto da: ABC Team

Potrebbe interessarti anche

3 Motivi Per Cui Gli Atleti Devono Limitare Gli Allenamenti Cardio
17 Agosto 2017

3 Motivi Per Cui Gli Atleti Devono Limitare Gli Allenamenti Cardio

Come aumentare la resistenza aerobica nel modo giusto

Non sempre gli allenamenti cardio giovano al tuo sport principale. Sono tre i motivi principali, ma esiste anche la soluzione. Scopri perché.

Sport e Vacanze - L'allenamento Incrociato Estivo
23 Luglio 2017

Sport e Vacanze - L'allenamento Incrociato Estivo

L'estate è il periodo che la maggior parte degli atleti agonisti sfrutta per riposarsi e rigenerarsi. Nonostante ciò non è intelligente fermarsi del tutto, portando la condizione atletica a livelli troppo bassi per poi ritrovarsi a settembre in condizioni atletiche disastrose.

Ultimi post pubblicati

Infortunio ai Muscoli Ischiocrurali
10 Dicembre 2018

Infortunio ai Muscoli Ischiocrurali

Il migliore metodo per evitare un doloroso infortunio ai flessori della coscia è la prevenzione. Spesso accade che gli atleti, quando sono in forma, tendono a strafare e spesso e volentieri sono gli eccessivi carichi di lavoro a produrre questo genere di infortunio.

FLESSORI AVAMBRACCI CON BILANCIERE SEDUTI SU PANCA
09 Dicembre 2018

FLESSORI AVAMBRACCI CON BILANCIERE SEDUTI SU PANCA

Descrizione esecuzione esercizio con i vari step per eseguire in maniera perfetta il movimento. Elenco dei muscoli coinvolti, biomeccanica dell'esercizio e tipo di esercizio.