Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Qual é il Terreno Ideale per Correre?

data di redazione: 18 Aprile 2016
Qual é il Terreno Ideale per Correre?

I PRO e i CONTRO dei diversi tipi di terreno per la Corsa

Vi siete mai chiesti se correte in modo corretto? Diciamo che per dare una risposta a questa domanda non dobbiamo solo guardare i runner esperti, e questo perchè non esiste il "perfetto" stile di corsa; ognuno ha il suo modo di correre, anche perchè dipende da diversi fattori, che vanno dalla struttura corporea, dalla statica, alle articolazioni e infine dal tipo di muscolatura che abbiamo. È certo che se seguiamo delle regole principali possiamo facilmente trovare il nostro modo corretto di correre, come per esempio:

  • la corretta posizione del busto
  • della testa
  • delle braccia, nel loro movimento oscillatorio
  • delle gambe
  • del giusto appoggio dei piedi
  • della falcata
  • e infine una giusta respirazione

Ma il "come correre" non è il solo problema. Allo stesso modo in cui possiamo camminare su qualsiasi terreno, così si può anche correre, ma qual è la giusta superficie? Il tipo di terreno è fondamentale, senza rendercene conto possiamo infatti provocarci, a lungo andare, dei danni alla struttura. Vediamo allora i vari tipi di terreno su cui possiamo correre, con i loro vantaggi e svantaggi.

AL PARCO

  • Correre lungo il fiume, al parco, o in qualsiasi superficie erbosa, morbida e compatta è il top; In questo caso, a differenza dell'asfalto, il terreno è più morbido e ammortizza meglio.
  • Le lunghe corse nei parchi possono rilevarsi alquanto faticose e l'irregolarità del terreno potrebbe causare qualche distorsione alla caviglia, quindi bisogna tenere sempre alto il livello di attenzione, ma la variabilità dell'ambiente e la natura sono impagabili

PISTA DI ATLETICA

  • Sono un pò noiose, però hanno i loro vantaggi. Un ambiente tranquillo come quello della pista di atletica permette maggiore concentrazione sulla vostra corsa, sui tempi, sulle pause, sugli scatti.
  • Inoltre, il materiale sintetico della pista ha il vantaggio di ammortizzare il passo, è piana ed uniforme per tutto il percorso e ha le distanze segnate.
  • Sono particolarmente indicate quindi per chi deve effettuare allenamenti particolari o per chi deve attraverso tali allenamenti misurare i propri progressi.

IN SPIAGGIA

  • Una corsa sulla spiaggia fa bene più a livello mentale che fisico; fate attenzione che non ci sia un leggero dislivello (un classico in riva al mare), e abbiate cura di indossare un paio di scarpette adatte.
  • A piedi nudi se fate una corsetta breve aiuta la coordinazione e rinforza la muscolatura della gamba e del piede, ma a lungo andare vi procurerebbe fastidiosi problemi alla schiena.

L'ASFALTO

  • C'è chi dice che l'asfalto è la superficie migliore e chi invece lo sconsiglia.
  • L'asfalto potrebbe causare problemi alle articolazioni e alla schiena se non utilizziamo le scarpe adeguate, quindi con l'attrezzatura giusta per un soggetto sano diciamo che è adatto.
  • Chi ha già particolari problemi alla schiena dovrebbe evitare questo tipo di terreno, soprattutto in discesa, perchè l'effetto di compressione sulle vertebre è molto accentuato.
  • Però ha anche dei vantaggi, infatti le strade asfaltate, con la loro regolarità, ci permettono di correre in maniera uniforme e in completa distensione, inoltre sono relativamente indipendenti dalle condizioni atmosferiche, infatti, lo sterrato, per esempio, è impraticabile per giorni nei mesi invernali dopo che ha piovuto.

TAPIS ROULANT

  • Correre sul posto, chiuso in una palestra, non piace a tutti, però ha i suoi lati positivi.
  • D'inverno, nei mesi più freddi e grigi ci permette di allenarci senza problemi, inoltre, ha il vantaggio di consentire di poter curare il proprio stile di corsa e di poter regolare la velocità e la pendenza con una semplice manopola, tenendo sempre sotto osservazione i tempi.
  • Certo, correre al parco è tutta un'altra cosa, però anche correre sul posto, con un compagno di allenamento di fianco, con la musica e l'ambiente della palestra è a suo modo piacevole.

Se volete acquistare un prodotto professionale per effettuare un lavoro aerobico in modo efficace vi consigliamo il nostro ROWER, non per niente è presente nelle palestre CrossFit per la parte M (metabolic) dell'allenamento.

Scritto da: ABC Team

Potrebbe interessarti anche

Cos'è il Retrorunning?
20 Gennaio 2018

Cos'è il Retrorunning?

La corsa all'indietro può essere anche utilizzata come metodo alternativo di allenamento per la corsa, in quanto innestare la retromarcia aiuta il nostro corpo a bruciare il carburante in modo più efficiente ed economico durante la corsa tradizionale. Alcuni studi in merito hanno dimostrato che inserendo nei propri allenamenti lavori di corsa all'indietro per 10 settimane, si migliora l'economia della corsa in avanti fino al 2,5%.

Corsa - Mesociclo di Allenamento con Variazioni di Ritmo
28 Gennaio 2018

Corsa - Mesociclo di Allenamento con Variazioni di Ritmo

Programma di Allenamento per la Corsa di 4 Settimane

Se siete dei runner con un livello discreto di allenamento, e vi allenate sempre e comunque allo stesso modo, è ora di dare una scossa al vostro stato di forma.

Ultimi post pubblicati

I 10 Migliori Esercizi Con Gli Elastici
30 Ottobre 2020

I 10 Migliori Esercizi Con Gli Elastici

Quali Esercizi Effettuare per Mantenere La Massa Muscolare

Sappiate che l'allenamento con gli elastici non è assolutamente una perdita di tempo, anzi! Allenerete e stimolerete i muscoli sotto un punto di vista diverso, sfruttando la contrazione auxotonica offerta dalle bande elastiche. Non abbandonate questi utilissimi strumenti di allenamento, quando le palestre riapriranno, integrate i vostri workout con qualche esercizio che vi mostrerò in questo articolo.

Allenamenti Da Casa
25 Ottobre 2020

Allenamenti Da Casa

Quella di allenarsi a casa è quindi una scelta condivisa da un grande numero di persone che per difficoltà logistiche e spesso anche economiche preferiscono praticare un po’ di sano movimento tra le le mura domestiche senza aggiungere allo stress della vita quotidiana l’impegno di dover recarsi in palestra più volte a settimana.