(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Bodybuilding: Esercizi Pliometrici Nell'Allenamento

data di redazione: 08 Marzo 2014 - data modifica: 23 Febbraio 2018
Bodybuilding: Esercizi Pliometrici Nell'Allenamento
E' utile inserire gli Esercizi Pliometrici nell'Allenamento di Bodybuilding?
L’esercizio pliometrico unisce tra loro le qualità fisiche della velocità e della forza per creare un atleta in grado di correre più veloce e di saltare più in alto di prima. Inoltre, lo sviluppo della pliometria per soddisfare l’atleta multi direzionale consente di avere maggiore varietà di esercizi più specifici, quando si deve mettere a punto un programma di allenamento

L’allenamento pliometrico è passato attraverso una rilevante metamorfosi negli ultimi anni. L’allenatore o l’insegnante che comprenderà le opzioni e le opportunità disponibili attraverso l’allenamento pliometrico scoprirà nuovi metodi per allenare i propri atleti. 
 
Lo sviluppo dell'allenamento pliometrico “Pliometria” è il termine attualmente applicato ad alcuni esercizi che hanno avuto origine in Europa, dove inizialmente erano conosciuti come jump-training (“allenamento al salto”).

La pliometria divenne rapidamente nota di allenatori e atleti come una serie di esercizi mirati a unire la forza con la velocità dei movimenti, per generare potenza. Verso la fine degli anni ’70 i praticanti di molti altri sport, iniziarono ad utilizzare questo tipo di allenamento. L’esercizio pliometrico è un tipo di esercizio in grado di far produrre a un muscolo la sua massima forza nel più breve tempo possibile.
 
Inizialmente per comprendere bene la pliometria bisogna conoscere bene parte integrante dell’apparato muscolare come la fisiologia dei muscoli e i tipi di contrazione muscolare. Detto questo risulta utile integrare il nostro Workout da Body Builder con alcuni esercizi pliometrici da eseguire alla fine con muscoli ben caldi e prima dello Stretching. In quanto daranno brio al workout e si migliorerà negli altri Esercizi!! 

I più utili sono i Balzi a Rana (soprattutto nella preparazione di Sciatori), Jump Squat per migliorare la risalita nello squat classico, Pullover con palla medica, lancio della palla medica da sdraiati, addominali con lancio.
 
Come sapete vi sono vari tipi di forza, forza massima, forza resistente, forza veloce e appunto la forza esplosiva. Per allenare quest'ultima bisogna inserire gli esercizi pliometrici. Ecco un esempio di scheda di allenamento per tutto il corpo :
 
  • PANCA PIANA 80% MAX x 4 reps + LANCIO PALLA MEDICA CON UN BRACCIO AL MURO MAX REPS ESPLOSIVE
  • SQUAT 80% MAX x 4 reps + BOX SQUAT MAX NUMERO DI SALTI 
Scritto da: ABC Team

Potrebbe interessarti anche

L'Utilizzo del Pilates in Campo Atletico
21 Novembre 2016

L'Utilizzo del Pilates in Campo Atletico

Il metodo Pilates, per l'estrema versatilità che lo rende unico nel suo genere ha notevoli campi di applicazione, che vanno dal fitness ai settori riabilitativi nel campo ortopedico, oppure semplicemente per il mantenimento del benessere fisico.

L'Allenamento nella Fit Boxe
01 Ottobre 2014

L'Allenamento nella Fit Boxe

In questa bellissima attività fisica, la Fit Boxe,  l'allenamento è quanto di più stimolante ci sia per chi vuol allenarsi in modo non competitivo e senza rischiare colpi o di affrontare un avversario anche per il solo Sparring (allenamento tipo amichevole) come accade nella Boxe...

Ultimi post pubblicati

Gran Dentato
19 Ottobre 2018

Gran Dentato

Origine, Inserzione ed Azione

Il muscolo Gran Dentato è incluso tra i muscoli del cingolo scapolo-omerale. Con la sua azione porta in rotazione esterna la scapola, un movimento importante per l’elevazione dell’omero sopra i 90°, permette inoltre di far aderire la scapola al torace e può come azione secondaria coadiuvare i movimenti delle coste utili all’inspirazione.

Ricetta Per La Colazione con il Muesli
19 Ottobre 2018

Ricetta Per La Colazione con il Muesli

Il muesli o müsli (in svizzero tedesco Müesli o Birchermüesli) è una miscela di cereali e frutta secca solitamente consumata durante la prima colazione. Può essere mangiata da sola, ma è consigliato accompagnarla con latte, yogurt o latte di soia.
Preparazione: 25 min.
Difficoltà: 1
N. porzioni: 4