(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

​Pole Dance, 3 Esercizi Per Fare i Primi Passi

data di redazione: 17 Dicembre 2016
​Pole Dance, 3 Esercizi Per Fare i Primi Passi

La Pole Dance è una sorta di fusione tra la danza con la pertica e la ginnastica, e spesso viene erroneamente associata alla Lap Dance anche se con questa ha poco a ben poche similitudini. È una disciplina sempre più popolare e le palestre sempre più di frequente inseriscono corsi di questa particolare tipologia di danza/ginnastica al palo. La pole dance comprende caratteristiche della ginnastica artistica e della danza classica, e si basa sull'esecuzione di figure più o meno acrobatiche, che richiedono all'atleta praticante doti non indifferenti di scioltezza, coordinazione, flessibilità, resistenza e forza, quindi di tanto allenamento.

Chi ha intenzione di cimentarsi nella pratica di questa disciplina deve necessariamente lavorare a livello muscolare per guadagnare un livello sufficiente di forza e di resistenza tali da riuscire ad eseguire almeno le prime figure di base senza il palo, quali il crunch, il plank o la squadra. Per riuscire ad eseguire queste figure in ogni caso è necessario eseguire un lavoro specifico di rinforzo muscolare che riguardi principalmente le braccia, il dorso e l'addome.


Non è da molto che esistono in Italia le competizioni di Pole Dance, infatti il primo Campionato Italiano di questa disciplina a quanto ci risulta risale al 2010 e si è svolto a Roma.


GLI ESERCIZI AL PALO
Per compiere i primi passi al palo, che poi apriranno la strada ad esercizi ben più complessi, all'inizio è necessario imparare queste figure di base.


SOLLEVAMENTO FRONTALE DELLE GAMBE


Questo esercizio è comunque impegnativo a livello muscolare, e richiede, oltre all'attivazione dei muscoli periscapolari e del gran dorsale, anche un grosso coinvolgimento dei bicipiti e dei tricipiti, oltre che un importante intervento addominale e dei flessori dell'anca.


  • Afferrate a braccia tese il palo
  • le gambe al principio devono essere piegate (successivamente potete stenderle aumentando il grado di difficoltà)
  • il braccio superiore deve trazionare
  • quello inferiore deve allontanare invece il corpo dal palo

SOLLEVAMENTO FRONTALE DELLE GAMBE A BRACCIO PIEGATO

  • la posizione di partenza è simile alla precedente
  • solo che il braccio inferiore sarà piegato, in modo che il gomito (all'altezza del petto) offre un secondo appoggio al palo
  • la spinta esercitata dovrà essere tale da raggiungere un angolo di 90° tra braccio e tronco

SOLLEVAMENTI ANTERIORI DELLE GAMBE TESE

  • afferrate il palo tra il vostro fianco e il braccio interno (quello vicino al palo)
  • con la mano lontana dal palo afferrate il palo subito sopra all'altra
  • ponetevi col bacino di fronte al palo stesso
  • sollevate e divaricate le gambe prima piegate poi sucessivamente tese fino all'altezza della vostra testa
Scritto da: ABC Team

Potrebbe interessarti anche

Trazioni alla sbarra Facilitate
14 Febbraio 2019

Trazioni alla sbarra Facilitate

Le trazioni alla sbarra sono uno degli esercizi principali per lo sviluppo della schiena e bicipiti. E' un esercizio massacrante soprattutto se pesate molto o siete leggermente in sovrappeso. Le rubber band vi permetteranno di eseguirlo in quanto l'elastico toglierà una percentuale del vostro peso.

Stork Position
14 Luglio 2017

Stork Position

TEST DELLA CICOGNA permette di stabilire la capacità di equilibrio statico dell'atleta.

TEST DELLA CICOGNA misura la capacità dell'atleta di mantenere l'equilibrio in una posizione statica.

Ultimi post pubblicati

DIFESA PERSONALE - COME TIRARE UNA GOMITATA EFFICACE
17 Febbraio 2019

DIFESA PERSONALE - COME TIRARE UNA GOMITATA EFFICACE

Consigli sugli errori da non fare e gli accorgimenti da adottare

Le gomitate sono un tema scottante per la difesa personale, e se vuoi dei consigli per tirarla in modo efficace trovi un video esplicativo in coda all’articolo.

Warrior Diet - La Dieta Del Guerriero
17 Febbraio 2019

Warrior Diet - La Dieta Del Guerriero

Il digiuno, la riduzione o l'astinenza dal consumo di cibo, è una pratica alimentare che è stata usata fin dall'antichità per vari scopi: religiosi, sanitari e fisici finalizzati a migliori performance in combattimento. La Warrior Diet o dieta del guerriero (avente similitudini con la Paleo Diet) nasce a seguito di uno studio delle abitudini alimentari dei guerrieri dell'antica Roma, e in generale degli uomini dell'età della pietra.