Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Le 10 Regole da Rispettare nello Stretching

data di redazione: 16 Agosto 2015
Le 10 Regole da Rispettare nello Stretching

Errori Comuni nella Pratica dell'Allungamento con Relativi Consigli per Migliorarsi

Durante le nostre sedute di stretching dobbiamo ricordarci alcune regole di base, che ci permetteranno di ottenere tutti i benefici di questa pratica, che è adatta a tutti, per non dire indispensabile. Allora teniamo presente che:

  1. Quando iniziate gli allenamenti fatelo con cautela, intensificando le vostre sedute di stretching gradualmente
  2. Cercate di mantenere sempre una corretta esecuzione dei movimenti
  3. Non strafate mai, adattate gli esercizi che state facendo alle vostre capacità
  4. Ripetete ogni esercizio 2 o 3 volte per arrivare gradualmente alla tensione voluta
  5. Non trascurate mai un lato, allungatevi su ambedue i lati del vostro corpo
  6. Non trascurate alcun distretto muscolare
  7. Non trattenete il respiro durante l'esercizio (la respirazione ha un ruolo fondamentale)
  8. Non allungate mai fino al dolore (sarebbe controproducente)
  9. Non molleggiate durante l'allungamento
  10. Non fate stretching subito dopo mangiato

 

QUANDO FARE STRETCHING


Per chi pratica arti marziali ha nelle proprie sessioni di allenamento una parte dedicata allo stretching, quindi il problema non si pone neanche. Per chi è più "sedentario" possiamo dire che non ci sono momenti migliori o peggiori durante l'arco della giornata per praticarlo. Diciamo che se si tratta di movimenti che servono ad interrompere stanchezza e tensioni, anche durante la pausa di lavoro non è male dedicarci un pò di tempo, oppure davanti alla televisione alla sera o alla mattina prima di andare a lavorare.

 

L'importante è dedicarci un pò di tempo con la dovuta calma, in quello stato di rilassamento che è fondamentale per la pratica e per il raggiungimento del risultato sperato. Ricordatevi inoltre, come abbiamo già detto, di evitare di allenarvi subito dopo mangiato, quando la digestione è in corso.

 

I processi digestivi richiamano molto sangue nello stomaco e siccome la quantità di sangue disponibile è limitata, esso viene sottratto alla periferia del corpo, ai muscoli, che in queste condizioni non sono in grado di lavorare in piena efficienza, stessa cosa che vale per la pratica di bodybuilding, arti marziali, crossfit, mai dopo mangiato. Il consiglio allora sarà quello di aspettare almeno un'ora e mezza dopo un pasto leggero, e anche tre dopo un pasto abbondante, prima di iniziare l'allenamento.

 

LA FREQUENZA


Per ottenere dei risultati reali si è visto che una frequenza di almeno 2 o 3 volte a settimana è indispensabile. Se vi siete appena cimentati in questa vostra nuova pratica vi conviene cominciare con un paio di sedute a settimana, per poi aumentarle man mano che ve la sentite. Tenete conto che lo stretching è un'attività non intensiva, che non "stanca" in modo esasperato i vostri muscoli, anzi li rigenera, quindi potrete arrivare tranquillamente anche a 5 o 6 allenamenti settimanali senza alcun genere di inconveniente.

 

GLI ERRORI COMUNI


Gli errori che più spesso si presentano sono collegati agli allineamenti assunti dal corpo nella fase di allungamento.

  • Per esempio, quando stirate i polpacci (da in piedi), la posizione del piede è fondamentale, deve quindi avere la stessa direzione del ginocchio per ottenere sufficiente tensione sul muscolo. Se il piede è girato verso l'esterno nessun muscolo della gamba viene allungato, ed è come se non aveste fatto niente. È ovvio che la verifica della corretta posizione nasce da sufficienti conoscenze anatomiche e dalla capacità di percepire il lavoro svolto dal muscolo, che devono completarsi a vicenda.
  • Un altro errore "storico" negli esercizi a terra che prevedono l'allungamento della coscia o della fascia della schiena è quello di incurvare le spalle ed abbassare la testa. La testa deve invece essere tenuta alta e lo sguardo fisso in avanti con il dorso ben dritto.

UN'ATMOSFERA PIACEVOLE

  • Un sottofondo musicale dolce e rilassante sarebbe il massimo per praticare stretching. Scioglie e rilassa i muscoli e la mente, favorisce la concentrazione e distoglie da eventuali rumori esterni.

Buon ABC Allenamento

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Stretching per la schiena
27 Gennaio 2015

Stretching per la schiena

5 esercizi illustrati per allungare la schiena

Lo esercizi di stretching per le articolazioni, per i muscoli ed i nervi sono molto importanti per garantire che vi sia un equilibrio in tutto il sistema muscolo-scheletrico. La diminuzione di flessibilità in una di queste aree può portare quasi certamente a mal di schiena. 

Stretching e Arti Marziali
02 Ottobre 2014

Stretching e Arti Marziali

Quanto conta lo stretching nelle Arti Marziali e negli Sport Da Combattimento?

Lo stretching nelle arti marziali ricopre un ruolo importantissimo: allunga la vita atletica del soggetto e previene gli infortuni. Meglio lo stretching da caldo o da freddo? Scopri l'opinione ABC

Ultimi post pubblicati

Fullbody in Giant Sets
03 Luglio 2020

Fullbody in Giant Sets

Come Allenare Tutto il Corpo in Solo 30 Minuti per una Definizione da Urlo

Le routine in fullbody sono dure, durissime ma hanno dimostrato di bruciare più grasso corporeo rispetto alle routine dove il corpo é diviso in varie parti. Questi allenamenti in set giganti per tutto il corpo, possono essere eseguiti in qualsiasi luogo, a seconda degli attrezzi a disposizione, con una frequenza settimanale minima di 3 giorni sino ad un massimo di 5 giorni a settimana.

Esericizi per la Parte Alta del Corpo - Upper Body
25 Giugno 2020

Esericizi per la Parte Alta del Corpo - Upper Body

Dopo l’esperienza di questa quarantena, stiamo riscoprendo gradualmente la bellezza e l’efficacia degli allenamenti a corpo libero. Nel precedente articolo ho introdotto quelli che secondo me sono degli ottimi esercizi a corpo libero per la metà inferiore del corpo (lower body), adesso mi occuperò della parte alta del corpo (upper body).