(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Stretching Pre o Post Allenamento?

data di redazione: 26 Marzo 2015 - data modifica: 02 Ottobre 2014
Stretching Pre o Post Allenamento?

Quando si deve effettuare lo stretching ? prima o dopo l'allenamento?

Quando è necessario fare STRETCHING PRE O POST ALLENAMENTO ? Questa domanda c’è la siamo fatta tutti quanti nel corso degli anni, c’è chi dice di farlo prima e c’è chi dice di farlo dopo . Vediamo di entrare nel merito del discorso . Lo stretching è fondamentale farlo prima dell’allenamento per evitare eventuali infortuni che si possono verificare con muscoli freddi, anche se avete poco tempo , pochi minuti di stretching pre-allenamento possono risparmiare diversi giorni di stop per un affaticamento muscolare o stiramento. L’allenamento va sempre iniziato con una blanda attività aerobica come la cyclette, tapis roulant o corsa esterna, il cuore sarà spinto ad aumentare il battito, pompando ossigeno e nutrienti verso i muscoli con il conseguente innalzamento della temperatura interna ed di quella del Core .

 

 

RISCALDAMENTO PRE ALLENAMENTO

 

Muscoli caldi sono più elastici e quindi si possono effettuare movimenti più ampi senza il rischio di farsi male. Dopo il lavoro cardio bisogna proseguire con degli allungamenti dinamici , mentre si allungano i muscoli si è in movimento e questi esercizi si differiscono dal classico stretching fatto da fermo. Per intenderci sono i classici movimenti ginnici per le spalle , braccia. Gambe e tronco effettuati nelle ore di ginnastica a scuola , sono perfetti per preparare il corpo dello sportivo sia per una sessione di pesi che di arti marziali. Dopo questo lavoro di base andate al primo esercizio e proseguite il riscaldamento all’esercizio mettendo pesi progressivi sino ad arrivare al peso target di allenamento . Quindi prima dell'allenamento pesi o di arti marziali è bene fare dello stretching dinamico e non il classico statico.

 

STRETCHING POST ALLENAMENTO

 

Si parla di stretching statico quando si tiene un muscolo in tensione , in fase di rilassamento , così da farlo allungare dopo che , in fase di lavoro, se è contratto ed accorciato. Lo stretching statico offre svariati benefici: innanzitutto migliora la flessibilità in modo tale da avere maggior escursione nei movimenti e quindi così facendo si può acquisire nuova massa muscolare.

 

Lo stretching aiuta anche a prevenire e ridurre possibili infortuni, perché muscoli e tendini corrono un minor rischio di rottura quando sono rilassati. Lo stretching migliora anche il flusso sanguigno ai muscoli, aiutando ad eliminare le tossine , accelerando quindi il recupero, in vista dell’allenamento successivo. Lo stretching infine migliora la postura del corpo, muscoli contratti possono portare colonna, spalle e fianchi fuori asse causando un anti estetica curvatura e dolori lombari .  Lo stretching statico è bene farlo con muscoli caldi quindi non va mai fatto prima della sessione di allenamento , non bisogna rimbalzare e bisogna spingersi all’allungamento solo sino a quando si sente un leggero dolore , non andate oltre per ottenere l’effetto contrario .

 

In conclusione :

 

  • RISCALDAMENTO INIZIALE CON LAVORO AEROBICO BLANDO 5-10’
  • ESERCIZI GINNICI DINAMICI 5’-10’
  • RISCALDAMENTO ALL’ESERCIZIO 2 SERIE
  • ALLENAMENTO PREVISTO
  • STRETCHING STATICO FINALE
Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Le 10 Regole da Rispettare nello Stretching
16 Agosto 2015

Le 10 Regole da Rispettare nello Stretching

Errori Comuni nella Pratica dell'Allungamento con Relativi Consigli per Migliorarsi

Durante le nostre sedute di stretching dobbiamo ricordarci alcune regole di base, che ci permetteranno di ottenere tutti i benefici di questa pratica, che è adatta a tutti, per non dire indispensabile.

Stretching Facciale
25 Novembre 2014

Stretching Facciale

Alleniamo l'espressività e stimoliamo i tessuti cutanei, ottenendo tanti benefici.

Quello che spesso non si considera è che anche nel volto si trovano un numero incredibile di muscoli detti muscoli facciali, che necessitano di un lavoro di stretching con lo scopo di mantenerli elastici giovando soprattutto sotto il punto di vista estetico.

Ultimi post pubblicati

Soufflè Proteici Al Cioccolato e Cocco
18 Febbraio 2019

Soufflè Proteici Al Cioccolato e Cocco

Volete terminare le vostre proteine al cioccolato realizzando una ricetta deliziosa? Vi consigliamo di provare il nostro soufflè proteico al cioccolato e cocco.
Preparazione: 20 min.
Difficoltà: 3
N. porzioni: 2
Budino Proteico Alla Vaniglia
18 Febbraio 2019

Budino Proteico Alla Vaniglia

Il budino con latte e uova è un dolce altamente proteico ideale per una colazione o merenda da sportivo. In questa ricetta vi proponiamo un modo per farsi a casa propria un budino proteico con le vostre proteine del siero del latte. 
Preparazione: 40 min.
Difficoltà: 3
N. porzioni: 2