(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Stretching Pre o Post Allenamento?

data di redazione: 26 Marzo 2015 - data modifica: 02 Ottobre 2014
Stretching Pre o Post Allenamento?

Quando si deve effettuare lo stretching ? prima o dopo l'allenamento?

Quando è necessario fare STRETCHING PRE O POST ALLENAMENTO ? Questa domanda c’è la siamo fatta tutti quanti nel corso degli anni, c’è chi dice di farlo prima e c’è chi dice di farlo dopo . Vediamo di entrare nel merito del discorso . Lo stretching è fondamentale farlo prima dell’allenamento per evitare eventuali infortuni che si possono verificare con muscoli freddi, anche se avete poco tempo , pochi minuti di stretching pre-allenamento possono risparmiare diversi giorni di stop per un affaticamento muscolare o stiramento. L’allenamento va sempre iniziato con una blanda attività aerobica come la cyclette, tapis roulant o corsa esterna, il cuore sarà spinto ad aumentare il battito, pompando ossigeno e nutrienti verso i muscoli con il conseguente innalzamento della temperatura interna ed di quella del Core .

 

 

RISCALDAMENTO PRE ALLENAMENTO

 

Muscoli caldi sono più elastici e quindi si possono effettuare movimenti più ampi senza il rischio di farsi male. Dopo il lavoro cardio bisogna proseguire con degli allungamenti dinamici , mentre si allungano i muscoli si è in movimento e questi esercizi si differiscono dal classico stretching fatto da fermo. Per intenderci sono i classici movimenti ginnici per le spalle , braccia. Gambe e tronco effettuati nelle ore di ginnastica a scuola , sono perfetti per preparare il corpo dello sportivo sia per una sessione di pesi che di arti marziali. Dopo questo lavoro di base andate al primo esercizio e proseguite il riscaldamento all’esercizio mettendo pesi progressivi sino ad arrivare al peso target di allenamento . Quindi prima dell'allenamento pesi o di arti marziali è bene fare dello stretching dinamico e non il classico statico.

 

STRETCHING POST ALLENAMENTO

 

Si parla di stretching statico quando si tiene un muscolo in tensione , in fase di rilassamento , così da farlo allungare dopo che , in fase di lavoro, se è contratto ed accorciato. Lo stretching statico offre svariati benefici: innanzitutto migliora la flessibilità in modo tale da avere maggior escursione nei movimenti e quindi così facendo si può acquisire nuova massa muscolare.

 

Lo stretching aiuta anche a prevenire e ridurre possibili infortuni, perché muscoli e tendini corrono un minor rischio di rottura quando sono rilassati. Lo stretching migliora anche il flusso sanguigno ai muscoli, aiutando ad eliminare le tossine , accelerando quindi il recupero, in vista dell’allenamento successivo. Lo stretching infine migliora la postura del corpo, muscoli contratti possono portare colonna, spalle e fianchi fuori asse causando un anti estetica curvatura e dolori lombari .  Lo stretching statico è bene farlo con muscoli caldi quindi non va mai fatto prima della sessione di allenamento , non bisogna rimbalzare e bisogna spingersi all’allungamento solo sino a quando si sente un leggero dolore , non andate oltre per ottenere l’effetto contrario .

 

In conclusione :

 

  • RISCALDAMENTO INIZIALE CON LAVORO AEROBICO BLANDO 5-10’
  • ESERCIZI GINNICI DINAMICI 5’-10’
  • RISCALDAMENTO ALL’ESERCIZIO 2 SERIE
  • ALLENAMENTO PREVISTO
  • STRETCHING STATICO FINALE
Scritto da: ABC Team

Potrebbe interessarti anche

Stretching, il
02 Novembre 2015

Stretching, il "Riflesso di Allungamento" Come Difesa

Meccanismi di difesa dei nostri muscoli contro l'eccessivo stiramento

Lo stretching diviene fondamentale anche e soprattutto per gli atleti, proprio in ragione del fatto che un muscolo tanto più è allungato tanta più forza è in grado di sviluppare, e la forza è necessaria in qualunque sport!

Stretching e prevenzione degli infortuni da sport
02 Ottobre 2014

Stretching e prevenzione degli infortuni da sport

Lo stretching, ovvero l’allungamento passivo dei tessuti molli auto-indotto dal paziente stesso o indotto esternamente dal terapista, viene indicato tradizionalmente come terapia per la riduzione del rischio di stiramenti e come modalità di trattamento post-infortunio agli stessi muscoli.

Ultimi post pubblicati

FLESSORI AVAMBRACCI CON BILANCIERE SEDUTI SU PANCA
09 Dicembre 2018

FLESSORI AVAMBRACCI CON BILANCIERE SEDUTI SU PANCA

Descrizione esecuzione esercizio con i vari step per eseguire in maniera perfetta il movimento. Elenco dei muscoli coinvolti, biomeccanica dell'esercizio e tipo di esercizio.

Scheda Di Allenamento Per La Massa in Mono e Multi Frequenza
07 Dicembre 2018

Scheda Di Allenamento Per La Massa in Mono e Multi Frequenza

Questo schema di allenamento, frutto di nostri esperimenti in palestra, permetterà di migliorarsi negli esercizi base, nonché di aumentare la massa muscolare di tutti i distretti muscolari. La split routine è da 5 giorni dove alleneremo in mono frequenza i distretti muscolari ed in multi-frequenza gli esercizi base.