Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Il Freddo Fa Dimagrire?

data di redazione: 31 Marzo 2016
Il Freddo Fa Dimagrire?

Come e in che misura il freddo è in grado di aumentare il metabolismo basale

Sarebbe proprio così, se stiamo al freddo in qualche modo dimagriamo, ma quanto, e soprattutto perchè?

"TERMOGENESI NON DA BRIVIDO"

Il corpo umano ha la peculiarità di riuscire a controbilanciare la dispersione di calore qualora sia esposto a temperature esterne significativamente inferiori a quelle interne. Questo particolare meccanismo è chiamato "termogenesi non da brivido", ed è un modo di produrre calore attraverso movimenti impercettibili dei muscoli, benché sia della stessa natura del classico brivido che si prova quando si ha molto freddo, tuttavia è inavvertibile perché è di entità molto minore.

Questa particolare caratteristica attiene al tessuto adiposo bruno che ha funzioni non tanto di accumulo di goccioline di grasso, ma di termoregolazione ossia di produrre calore, bruciando i grassi.

Il grasso bruno è molto attivo anche se l'intensità delle sue funzioni tende a rallentare con l'avanzare dell'età, inoltre a differenza del tessuto adiposo bianco non è distribuito uniformemente lungo il corpo e non è neppure così abbondante. Lo possiamo trovare in zone strategiche tipo:

  • tra le scapole
  • sotto le ascelle
  • nella zona cervicale
  • vicino agli organi vitali (come l'addome)
  • e alle ghiandole (come la tiroide), in modo tale da riportarli alla giusta temperatura per contatto diretto.

Le zone lontane invece vengono "riscaldate" trasferendo il calore attraverso i più importanti vasi sanguigni che sono a stretto contatto con il grasso bruno. La temperatura del corpo umano deve essere stabile e gravitare intorno ai 37°C; se per qualsiasi motivo subisce delle variazioni anche di piccola entità, l'organismo è in grado di rilevarlo. Se, ad esempio, la temperatura esterna si abbassa o si alza, il corpo mette in atto varie contromisure per ottenere più calore, o per dissiparlo; nel primo caso tende ad aumentare i processi metabolici.

È dimostrato infatti che nella stagione invernale, abbassare di qualche grado la temperatura di casa, portandola dai 20°C ai 18°C, impone al metabolismo basale una maggior velocità, oltre ad attivare il tessuto adiposo bruno, contromisure usate per produrre più calore consumando calorie.

Quindi cosa facciamo, stiamo al freddo e dimagriamo?

Ormai è risaputo che la termogenesi è un'attività esplicata del tessuto adiposo, ma questo non significa affatto che il suo coinvolgimento sulla regolazione del peso corporeo sia rilevante, anzi!

In realtà circa l'1% della spesa energetica è utilizzata a questo scopo, una quota esigua, il che significa che sarebbe controproducente pensare di poter mangiare un pò di più e permettersi di non fare sport vivendo un pò più al freddo e rimanere comunque in linea

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Come Dimagrire Velocemente
19 Marzo 2019

Come Dimagrire Velocemente

Non è facile ridurre il grasso corporeo a livelli ad "una cifra", molto spesso anche se si segue alla perfezione un valido regime dietetico e svolgendo molta attività aerobica.

Bruciare grasso velocemente con la nostra semplice guida per perdere le maniglie dell'amore
02 Ottobre 2014

Bruciare grasso velocemente con la nostra semplice guida per perdere le maniglie dell'amore

Portare il corpo nella zona per bruciare grasso è la chiave per poter perdere le ostinate maniglie dell'amore. A livello più elementare, il grasso corporeo è semplicemente una riserva di energia in attesa di essere utilizzata. Le cellule di grasso sono presenti sotto la pelle e intorno agli organi vitali ed esistono per attutire ed isolare il corpo.

Ultimi post pubblicati

YMCA Bench Press Test
15 Luglio 2019

YMCA Bench Press Test

L'obiettivo dell'YMCA bench press test è di valutare la forza e la resistenza dei muscoli estensori del gomito e dei muscoli flessori ed adduttori della spalla.

Tricipite Brachiale
15 Luglio 2019

Tricipite Brachiale

Origine - Inserzione - Azione

Il muscolo tricipite brachiale è il principale mu­scolo estensore dell’avambraccio e, per mezzo del capo lungo, promuove una adduzione dell’omero. È formato da tre parti denominate capo lungo, capo laterale e capo mediale.