Wellness - 8 Consigli Per Stare Bene

Wellness - 8 Consigli Per Stare Bene

Cos'è il Wellness? Il termine wellness è un'estensione ed evoluzione del concetto di fitness: si riferisce ad una filosofia di vita che mette il benessere della persona al centro dell'attenzione proponendo attività sportive, pratiche di rigenerazione oltre che di mental training combinate con un'alimentazione corretta favoriscono uno stato di benessere ed equilibrio psicofisico. In questo articolo vi daremo 8 semplici consigli per raggiungere uno stato di benessere globale.

1) FRUTTA E VERDURA OGNI GIORNO
Non dovremmo mai far mancare nella nostra tavola nè gli ortaggi nè la frutta, in quanto sono fonti primarie di sali minerali, vitamine e sostanze antiossidanti. Per questa ragione sono indispensabili per il nostro benessere generale, in quanto rafforzano il nostro sistema immunitario e ci proteggono da tantissime malattie. L'organizzazione mondiale della sanità raccomanda una dose giornaliera di almeno 400 g tra frutta e verdura da distribuire preferibilmente in 5 pasti. 

2) QUALCHE CAFFÈ
Da buoni italiani non potevamo farci mancare il caffè. Questa bevanda, per molti irrinunciabile, è fonte di antiossidanti dall'azione antitumorale e protettiva per il cuore. Il caffè, a differenza delle mele e dei pomodori non ha vitamine e minerali, ma possiede comunque come questi e addirittura in quantità maggiore melanoidine e fenoli, sostanze dalle capacità antiossidanti. La dose raccomandata è di circa 4 tazzine al giorno.

3) DOSE MINIMA DI VITAMINA C
La vitamina C è fondamentale, specialmente per quello che riguarda la prevenzione delle malattie cardiovascolari. Recenti studi confermano come un'assunzione giornaliera di 500 milligrammi di vitamina C sia in grado di mantenere elastiche le pareti delle arterie, evitando quindi che si irrigidiscano ostacolando perciò il flusso sanguigno, quindi scongiurando patologie quali infarto e ictus. 

4) UNA PIZZA OGNI TANTO...
La pizza contro l'infarto, chi l'avrebbe mai detto? Ebbene si, alcune ricerche hanno scoperto che mangiare una pizza a settimana riduce di un terzo le probabilità di essere colpiti da infarto, e questo grazie alle vitamine e agli antiossidanti contenuti nel pomodoro e al calcio contenuto nella mozzarella. 

5) COLORA I TUOI PIATTI
Mangiare sano, mangiare colorato. Per mantenersi in salute bisogna mangiare cibi di tutti i colori. È interessante sapere come i cibi bianchi siano ricchi di potassio, magnesio e boro, benefici per le ossa, e di quercetina, un antiossidante che rinforza il sistema immunitario. Il rosso è dato dagli antiossidanti licopene e antocianine, che a loro volta migliorano la circolazione sanguigna, mentre il giallo-arancio è dato dal betacarotene, precursore della preziosa vitamina A, che protegge dai danni dell'invecchiamento. Le antocianine e polifenoli sono dati dai colori blu e viola e sono antiossidanti che prevengono le infezioni delle vie urinarie, mentre il verde è dato dalla clorofilla, un antiossidante che depura fegato e reni.

6) ASSUNZIONE ADEGUATA DI FIBRE
Le fibre vegetali sono preziose ed indispensabili e sono presenti nei cereali, nei legumi, nella frutta e nella verdura. Le fibre aiutano a ridurre il rischio di tumore all'intestino, e dato ancor più interessante, alcune ricerche hanno evidenziato come aumentando l'apporto di fibre e riducendo invece quello di proteine animali si abbassa il rischio di sviluppare il cancro fino all'80%. L'apporto giornaliero di fibre consigliato si aggira intorno ai 20 g giornalieri. 

7) STAI AL SOLE
Quante volte ci siamo sentiti dire che stare troppo tempo al sole fa male. Questo è sicuramente vero, ma è anche vero che un'esposizione adeguata alla luce del sole rafforza le ossa e aiuta a prevenire alcuni tipi di tumore. La luce del sole infatti permette al nostro organismo di produrre vitamina D, fondamentale per le ossa, perchè rende possibile l'assorbimento del suo costituente principale, ovvero il calcio. La vitamina D aiuta anche a prevenire alcune forme tumorali, in quanto è in grado di bloccare la crescita incontrollata delle cellule, responsabile della formazione dei tumori. E non serve mettersi come serpenti al sole per ore, infatti un'esposizione di 15 minuti circa tre volte a settimana sono sufficienti.

8) ALLENARSI CON I PESI

Nell’immaginario collettivo l’allenamento con i pesi è associato a culturisti “pompati”, grossi e definiti, oppure a sollevatori di peso olimpionici. Tantissimi miti colpiscono l’allenamento con i pesi, nonostante esso sia ormai lo standard delle preparazioni fisiche generali di tantissimi sport. I pesi perdere mobilità, rendono lenti, fanno infortunare, appesantiscono, fanno perdere agilità, fanno male alla schiena etc etc. Tutte leggende tramandate per sentito dire che oltre a non avere alcuna base scientifica, si rifanno sempre alla figura idealizzata del culturista, percepito come narcistista, poco atletico, pesante e lento, non funzionale e dopato.

Sappiate che i reali benefici dell'allenamento con i pesi NON deve essere collegato al culturismo e al body building o al sollevamento pesi. Ci si può allenare con i pesi per tantissimi motivi, e non aver nessun interesse verso il culturismo, cioè non voler ricercare il massimo sviluppo muscolare.

L’ allenamento con i pesi è considerato a tutti gli effetti una vera e propria medicina con tantissime applicazioni che spaziano dall’aiutare la cura e convinvenza con malattie metaboliche come il diabete, l’obesità e annessi, a malattie neurologiche e disordini mentali come il Parkinson, l’ansia, la depressione, la demenza, a aiutare a migliorare la densità ossea, aiutare a migliorare il dolore cronico come la lombalgia, artriti, fibromialgia, e migliorare l’autostima e la qualità del sonno. Senza considerare poi i benefici più ovvi, quelli sul sistema articolare e muscolare, con aumento di forza, spesa energetica, resistenza, ipertrofia, equilibrio, prevenzione di infortuni muscolari ed articolari, miglioramento generale delle prestazioni fisiche e mentali e qualità della vita.

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati