ABC Allenamento
(0)
Carrello (00)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

ADDUZIONI GAMBE AL CAVO BASSO

data di redazione: 22 Novembre 2018
ADDUZIONI GAMBE AL CAVO BASSO
Muscoli interessati: Grande adduttore, adduttore breve, adduttore lungo, sartorio
Tipo attrezzatura: Ercolina collegata al cavo basso
Tipo esercizio: Body building
Biomeccanica dell'esercizio: Complementare
  • Mettetevi in piedi di fianco ad un cavo basso nel quale verrà agganciato il piede della gamba vicina al cavo.
  • Fate uno spostamento laterale con tutto il corpo, per mettere il cavo in tensione e chiudete la gamba, agganciata al cavo basso, verso l'interno fermando il movimento della gamba che lavora davanti a quella ferma.


Potrebbe interessarti anche

AFFONDI POSTERIORI OVERHEAD  ALTERNATI CON PIASTRA
02 Febbraio 2019

AFFONDI POSTERIORI OVERHEAD ALTERNATI CON PIASTRA

Descrizione esecuzione esercizio con i vari step per eseguire in maniera perfetta il movimento. Elenco dei muscoli coinvolti, biomeccanica dell'esercizio e tipo di esercizio.

AFFONDI LATERALI CON PIASTRA ALTERNATI
24 Novembre 2018

AFFONDI LATERALI CON PIASTRA ALTERNATI

Descrizione esecuzione esercizio con i vari step per eseguire in maniera perfetta il movimento. Elenco dei muscoli coinvolti, biomeccanica dell'esercizio e tipo di esercizio.

Ultimi post pubblicati

BodyBuilding a Circuito Per Perdere Grasso e Conservare La Massa Muscolare
21 Aprile 2021

BodyBuilding a Circuito Per Perdere Grasso e Conservare La Massa Muscolare

Come Perdere peso in grasso, senza perdere muscoli

Non ci sono dubbi che l’esercizio, in particolare quello orientato all’allenamento della forza, possa contribuire al mantenimento della massa muscolare durante la riduzione del peso. Per perdere grasso bisogna mettersi a dieta, i provvedimenti dietetici devono dare particolare attenzione all’assunzione delle proteine

Scheda in Monofrequenza con Richiami Muscolari
08 Aprile 2021

Scheda in Monofrequenza con Richiami Muscolari

Scheda di Allenamento Old School anni 80

La monofrequenza “pura” non esiste, perché la fisiologia del nostro corpo va in una direzione completamente diversa. Chi pensa d’allenare un muscolo una volta a settimana in monofrequenza, in realtà non sa che sta facendo un allenamento pesante, più diversi richiami, perché nessun muscolo può mai lavorare in modo totalmente isolato. Fatta questa premessa entriamo nel nocciolo dell'articolo.