Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

AFFONDI POSTERIORI ALTERNATI CON PIASTRA

data di redazione: 02 Febbraio 2019
AFFONDI POSTERIORI ALTERNATI CON PIASTRA
Muscoli interessati: Quadricipite, grande gluteo, adduttorI, retto femorale, ileopsoas, sartorio
Tipo attrezzatura: Piastra
Tipo esercizio: Bodybuilding
Biomeccanica dell'esercizio: Base
  • Impugnate una piastra, tenetela stretta al petto con entrambi le mani, fate un passo indietro, piegando la gamba anteriore con un angolo al ginocchio di circa 90°.
  • Ritornate alla posizione iniziale facendo forza con la gamba anteriore. 
  • Alternate le gambe sino al termine del protocollo.
Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

AFFONDI LATERALI A CORPO LIBERO ALTERNATI
20 Novembre 2018

AFFONDI LATERALI A CORPO LIBERO ALTERNATI

Descrizione esecuzione esercizio con i vari step per eseguire in maniera perfetta il movimento. Elenco dei muscoli coinvolti, biomeccanica dell'esercizio e tipo di esercizio.

Ultimi post pubblicati

L'importanza di Scegliere un Buon Maestro per il Proprio Allenamento
07 Luglio 2020

L'importanza di Scegliere un Buon Maestro per il Proprio Allenamento

Avere un buon Maestro per i propri allenamenti vuol dire evitare una serie di errori e perdite di tempo che tarderebbero l'arrivo dei risultati sperati. Infatti, nel mondo del fitness e dell'allenamento in generale e come nella vita il fallimento è alla base del processo di apprendimento: è impossibile apprendere bene una cosa senza prima averla affrontata in tutte le sue forme incluse quelle più dolorose.

Fullbody in Giant Sets
03 Luglio 2020

Fullbody in Giant Sets

Come Allenare Tutto il Corpo in Solo 30 Minuti per una Definizione da Urlo

Le routine in fullbody sono dure, durissime ma hanno dimostrato di bruciare più grasso corporeo rispetto alle routine dove il corpo é diviso in varie parti. Questi allenamenti in set giganti per tutto il corpo, possono essere eseguiti in qualsiasi luogo, a seconda degli attrezzi a disposizione, con una frequenza settimanale minima di 3 giorni sino ad un massimo di 5 giorni a settimana.