(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

8 Consigli per scegliere la Barretta Proteica migliore

data di redazione: 05 Dicembre 2014
8 Consigli per scegliere la Barretta Proteica migliore

Le barrette sono salubri e soprattutto fanno bene?

Sebbene le barrette proteiche offrano un'alternativa ai pasti fast food ricchi di calorie e poveri di nutrienti, non sono però da considerarsi l'alimento ideale per uno sportivo, sono da ritenersi diciamo "comode" da utilizzare come pasto di emergenza.

 

E' ovvio che se lavorate in fabbrica o in un negozio non è facile prendere una pausa per consumare la classica ciotola di riso e pollo e quindi in questo caso una barretta proteica potrà soddisfare al fabbisogno nutrizionale. Le barrette contengono molti zuccheri semplici e per renderle appetibili e gustose qualche addittivo particolare lo contengono.  

 

Quindi i consigli che noi diamo sono:

  • Se avete la possibilità di consumare cibo solido di ottima qualità preferitelo alle barrette
  • Consumate le barrette solo in quei casi chiamati di "emergenza" 

Scegliere una buona barretta è di fondamentale importanza, in quanto non tutte hanno ottime caratteristiche e non tutte sono da considerarsi cibo da sportivo ma semplicemente dolci snack che con le barrette non hanno nulla a che fare, detto questo ecco 8 consigli per scegliere la barretta che fa per voi :

 

  1. PIU FIBRE CI SONO, MEGLIO E': le fibre rallentano il rilascio di zuccheri nel flusso ematico, producendo livelli energetici costanti e minore risposta dell'insulina. Le barrette dovrebbero contenere 4 - 6 grammi di fibra.
  2. MENO ZUCCHERO C'E' MEGLIO E'. Ammettiamolo che più zucchero contiene una barretta e più questa assomiglierà a quei dolci confezionati denominati snack che bene bene non fanno. Quanto zucchero dovrebbe contenere una barretta per considerarsi di ottima qualità? Barrettoni da 100 grammi dovrebbero contenere meno di 20 grammi di zucchero e barrette da 50 grammi meno di 10 grammi. 
  3. CONTENUTO DI GRASSI. Molte barrette contengono moltissimi grassi, in quanto questi danno Masticabilità alla barretta, però un grammo di grassi offre 9 Kcal e quindi è meglio consumare barrette che contengano meno del 30% delle loro calorie provenienti da grassi.
  4. OCCHIO agli OLI PARZIALMENTE IDROGENATI. Questi oli sono fonte di acidi transgrassi insalubri
  5. CARBOIDRATI NASCOSTI. A volte le etichette sono ingannevoli e hanno delle discrepanze in merito soprattutto al contenuto di carboidrati.
  6. CALORIE. Sono prodotti dietetici ma hanno sempre un contenuto calorico e quindi vanno immesse in un determinato piano alimentare giornaliero. Dico questo perchè alcuni mangiano barrette come caramelle perchè tanto sono light e "da palestra" e poi si lamentano perchè sono grassi come facoceri.
  7. OCCHIO AGLI ZUCCHERI ALCOL. Alcune barrette contengono queste sostanze e non tutti le tollerano.
  8. PROTEINE. Più ce ne sono e meglio è, significa che la barretta ha almeno un SENSO per essere consumata. Devono però essere ottime fonti come: siero del latte, caseina. Quelle  della soya non sempre sono di ottima fattura e state alla larga dalle proteine della gelatina idrolizzata (non sono vere).

Buon ABC Allenamento

Scritto da: ABC Team

Potrebbe interessarti anche

Potassio Requisiti e Fonti Alimentari
02 Ottobre 2014

Potassio Requisiti e Fonti Alimentari

Il potassio è uno dei minerali più importanti e necessari da ottenere attraverso gli alimenti che mangiamo. Si tratta di un elettrolita, quindi insieme al sodio e potassio, regola i livelli dei fluidi del corpo. Ottenere una sufficiente quantità di potassio può attenuare l'impatto di una eccessiva assunzione di sodio sulla pressione sanguigna. E' anche essenziale per la salute delle ossa.

Integratori di Chetoni e Prestazioni
24 Novembre 2017

Integratori di Chetoni e Prestazioni

Recentemente sono emersi integratori chetonici (sali chetonici ed esteri) che possono essere utilizzati per aumentare rapidamente la disponibilità di corpi chetonici, senza la necessità di adattarsi prima ad una dieta chetogenica.

Ultimi post pubblicati

FLESSORI AVAMBRACCI CON BILANCIERE SEDUTI SU PANCA
09 Dicembre 2018

FLESSORI AVAMBRACCI CON BILANCIERE SEDUTI SU PANCA

Descrizione esecuzione esercizio con i vari step per eseguire in maniera perfetta il movimento. Elenco dei muscoli coinvolti, biomeccanica dell'esercizio e tipo di esercizio.

Scheda Di Allenamento Per La Massa in Mono e Multi Frequenza
07 Dicembre 2018

Scheda Di Allenamento Per La Massa in Mono e Multi Frequenza

Questo schema di allenamento, frutto di nostri esperimenti in palestra, permetterà di migliorarsi negli esercizi base, nonché di aumentare la massa muscolare di tutti i distretti muscolari. La split routine è da 5 giorni dove alleneremo in mono frequenza i distretti muscolari ed in multi-frequenza gli esercizi base.