​Esercizio Fisico, Dieta E Testosterone

​Esercizio Fisico, Dieta E Testosterone
data 2017-04-04 14:32:13
data 04 2017

L'inattività fisica e una dieta povera promuove l'obesità e crea problemi di salute metabolica che inficiano i sistemi ormonali sensibili che elaborano carboidrati, grassi e proteine; regolare le sostanze chimiche di segnalazione che costruiscono l'osso e la massa muscolare. L'esercizio aerobico a moderata intensità, l'allenamento con i pesi, il controllo del peso e la riduzione dello stress contribuiscono ad una sana regolazione degli ormoni anabolizzanti (cioè, il testosterone, l'ormone della crescita, IGF-1) che danno energia, aiutano le prestazioni sessuali e contribuiscono ad aumentare la sensazione di benessere generale.


Una buona dieta ed esercizio fisico favoriscono la produzione di testosterone, migliorano l'attività del recettore degli androgeni e migliorano la salute metabolica. Mentre uno stile di vita migliore non può compensare livelli estremamente bassi di testosterone, vi aiuterà comunque ad ottenere il massimo da quello che avete e migliorerà il lavoro del metabolismo. Il Dr. Morgentaler ha commentato: “Mentre l'esercizio e la dieta possono influenzare i livelli di testosterone, è dubbio che i cambiamenti dello stile di vita da soli potranno compensare livelli estremamente bassi. Esorto i miei pazienti ad allenarsi e a seguire una dieta sana, perché li farà sentire meglio e migliorerà la loro salute generale.”

L'esercizio fisico e la dieta dovrebbero essere parte del programma generale di gestione del testosterone, in particolare negli atleti più anziani, che normalmente hanno livelli più bassi di testosterone, in quanto non sono autorizzati a prendere supplementi di testosterone anche quando prescritti dal medico.


Principi di base per massimizzare naturalmente i livelli di testosterone includono:

Fare almeno 30 minuti di attività fisica con intensità moderata ogni giorno. L'esercizio fisico regolare contribuisce alla salute metabolica, che ottimizza il controllo del flusso di sangue nel pene, aumenta il testosterone e fornisce l'energia e la libido per il buon sesso. Il tempo dell'allenamento dipende dalle vostre esigenze e obiettivi: un tempo maggiore di allenamento se avete bisogno di perdere grasso corporeo o migliorare la capacità aerobica e meno per ottimizzare i risultati dell'allenamento con i pesi o se si ha poco tempo a disposizione.
Sollevamento pesi: l'allenamento con i pesi aumenta il testosterone, aumenta la densità dei recettori del testosterone (così l'ormone funziona meglio), aiuta a controllare il grasso addominale, aumenta la massa muscolare e migliora a rafforzare la propria fiducia, tutto fondamentale per massimizzare i livelli di testosterone e la sua efficacia. Inoltre, livelli più alti di testosterone aumentano la capacità di incrementare la massa muscolare e la forza. Tuttavia, il sovrallenamento sopprime l'attività del recettore degli androgeni, il che rende l'allenamento meno efficace. Allenarsi duramente va bene, ma non bisogna esagerare.

Seguire una dieta sana: Una buona dieta promuove la salute metabolica, previene i danni dai radicali liberi (una sorta di ruggine biologica), migliora la funzione sessuale e l'energia.

Perdere peso: L'aumento del grasso corporeo, soprattutto nella zona addominale, diminuisce i livelli di testosterone, riduce il desiderio sessuale e promuove problemi di erezione. Bruciare più calorie di quelle consumate, attraverso un ragionevole programma di esercizio fisico e dieta, riduce il grasso addominale e rafforza le caratteristiche dei livelli di testosterone nel sangue. A loro volta, dei livelli di testosterone più alti consentono di gestire il grasso corporeo e migliorare la vostra vita sessuale.

Non sovrallenarsi: Bilanciate l'allenamento e il recupero, in quanto l'eccessivo esercizio fisico deprime il testosterone e compromette le prestazioni sessuali e fisiche.

Ottenere abbastanza sonno e ridurre al minimo lo stress dannoso: lo stress eccessivo e la mancanza di sonno deprime il testosterone, aumenta il cortisolo (un ormone dello stress che è catabolico) e abbassa la libido. Imparare a distinguere lo stress buono da quello cattivo. Lo stress buono vi fa crescere emotivamente e fisicamente ed allenarvi ai massimi livelli. Lo stress cattivo vi manda giù emotivamente e danneggia il sistema immunitario. Non date troppa attenzione alle piccole cose!

Mentalità vincente: Lo stato mentale ha un profondo effetto sui livelli di testosterone e sulle prestazioni sessuali. I livelli di testosterone salgono dopo aver vinto una gara atletica, ma vanno giù dopo una sconfitta. Il comportamento assertivo seguito da un aumento del proprio stato mentale porta ad un aumento dei livelli di testosterone. Lo sviluppo di un atteggiamento mentale vincente vi prepara per il successo nella vita e aumenta i livelli di testosterone.

Rimanere sessualmente attivi: Fare sesso di frequente aumenta il testosterone e migliora la salute metabolica, che porta ad una maggiore e migliore vita sessuale. Il miglior consiglio per mantenere la salute sessuale è la pratica!

Consultare il medico: Problemi di salute, come il diabete e l'invecchiamento, può abbassare i livelli di testosterone. L'allenamento e la dieta potrebbero non essere sufficienti, fate in modo di controllarvi periodicamente per escludere problemi di salute. Molti uomini che hanno superato i 30 anni, possono ottenere benefici con integratori che normalizzano i livelli ormonali.


Il testosterone gioca un ruolo fondamentale nella vostra salute di tutti i giorni, il benessere fisico e la salute mentale. Sia che si sta cercando di perdere peso, bruciare i grassi, aumentare la massa muscolare, l'energia o di avere una vita sessuale migliore, un calo del vostro livello naturale di testosterone, può limitare i risultati desiderati. Anche i più giovani (quelli a cavallo dei 30 anni) possono riscontrare livelli più bassi di testosterone. E' importante tenere i propri livelli sotto controllo per garantire che essi siano nel range di normalità in modo da fornirvi i risultati che state cercando.

Riferimenti:

Bhasin, S., G. R. Cunningham, F. J. Hayes, A. M. Matsumoto, P. J. Snyder, R. S. Swerdloff, and V. M. Montori. Testosterone therapy in adult men with androgen deficiency syndromes: An Endocrine Society Clinical Practice Guideline. J Clin Endocrinol Metab, 91:1995-2010, 2006.
Bhasin, S., T. W. Storer, N. Berman, C. Callegari, B. Clevenger, J. Phillips, T. J. Bunnell, R. Tricker, A. Shirazi, and R. Casaburi. The effects of supraphysiologic doses of testosterone on muscle size and strength in normal men. N Engl J Med, 335:1-7, 1996.
Chen, R. Y., G. A. Wittert, and G. R. Andrews. Relative androgen deficiency in relation to obesity and metabolic status in older men. Diabetes Obes Metab, 8:429-435, 2006.
Izquierdo, M., J. Ibanez, J. J. Gonzalez-Badillo, K. Hakkinen, N. A. Ratamess, W. J. Kraemer, D. N. French, J. Eslava, A. Altadill, X. Asiain, and E. M. Gorostiaga. Differential effects of strength training leading to failure versus not to failure on hormonal responses, strength, and muscle power gains. J Appl Physiol, 100:1647-1656, 2006.
Izquierdo, M., J. Ibanez, J. J. Gonzalez-Badillo, N. A. Ratamess, W. J. Kraemer, K. Hakkinen, H. Bonnabau, C. Granados, D. N. French, and E. M. Gorostiaga. Detraining and tapering effects on hormonal responses and strength performance. J Strength Cond Res, 21:768-775, 2007.
Zitzmann, M. Testosterone and the brain. Aging Male, 9:195-199, 2006.

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati