Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

5 Sostanze Bomba Brucia Grassi

data di redazione: 01 Agosto 2016
5 Sostanze Bomba Brucia Grassi

Visitando un'erboristeria o semplicemente navigando su internet possiamo trovare un'infinità di prodotti con "presunti" poteri bruciagrassi i da utilizzare nell'ambito di cure dimagranti; quando ci rivolgiamo all'erborista e ci spiegano in che modo questi prodotti possono aiutarci a dimagrire, quello che ci sentiamo dire è quasi sempre che il tal prodotto deve essere associato ad una dieta ipocalorica e ad esercizio fisico regolare.

Le erbe hanno davvero il potere di farci dimagrire?

Dobbiamo essere consapevoli del fatto che le erbe possono essere d'aiuto, anzi sono un validissimo aiuto per quello che riguarda la perdita di peso, però i nodi fondamentali del dimagrimento sono l'ingestione di un numero di calorie inferiore a quello delle calorie utilizzate e l'attività fisica, che serve concretamente a spendere le calorie ingerite col cibo.

Ma questo non significa che le erbe non siano parte attiva in tutto questo! Di fatto, le erbe che contribuiscono al processo di perdita del peso esistono, e agiscono in tre modi differenti:

  • per prima cosa hanno il potere di ridurre l'appetito aumentando il senso di sazietà
  • poi sono in grado di alzare il metabolismo e quindi incrementare l'attività di consumo delle calorie
  • ed infine aiutano a drenare, quindi ad eliminare i liquidi in eccesso

Certamente il metabolismo basale è una caratteristica propria della persona e determinata anche da fattori genetici, quindi occorre grande oculatezza e prudenza nell'utilizzo di sostanze che alzano il metabolismo. Infatti è ben noto che esistono varie sostanze chimiche in grado di agire sul metabolismo che tuttavia sono nocive per la salute e possono avere effetti collaterali e conseguenze anche gravi. Prendiamo in esame alcune piante che possono costituire un buon aiuto a chi già si sta impegnando però sul piano alimentare e su quello dell'attività fisica.

CAFFÈ

Abbiamo già ampiamente parlato del caffè in altri articoli; in breve diciamo che le proprietà del caffè sono dovute alla caffeina, un alcaloide in esso contenuto. Stimolando la circolazione sanguigna il caffè aumenta l'attività diuretica favorendo l'eliminazione di sostanze tossiche dall'organismo. Se assunto prima di svolgere attività fisica favorisce l'utilizzo degli acidi grassi, consumati durante uno sforzo di lunga durata, risparmiando in questo modo le riserve di glicogeno e rallentando l'insorgere della fatica.

Il caffè lo possiamo inserire nell'ambito di regimi ipocalorici, benché i grassi e gli zuccheri contenuti nel chicco crudo si riducono e vengono quasi del tutto eliminati durante il processo di tostatura, mentre la caffeina svolge un'azione stimolante del sistema nervoso e del metabolismo. Non possiamo però affermare che di per sé il caffè ci faccia dimagrire, almeno non in modo diretto. Il suo effetto stimolante infatti allontana piuttosto la pigrizia e induce a essere più attivi, e quindi a bruciare con l'azione un maggior quantitativo di calorie.

GUARANÀ

La guaranina, contenuta in questa pianta, è analoga alla caffeina, ed insieme ad altre sostanze presenti nei semi svolge un'azione tonico-stimolante, con il vantaggio che non dà assuefazione e richiede più tempo per essere metabolizzata rispetto alla caffeina, conferendo un'effetto stimolante meno forte ma più duraturo.

È comunque un buon diuretico, indicato per eliminare i liquidi in eccesso. Svolge un'azione regolatrice e disinfettante per l'intestino, oltre ad altri innumerevoli benefici è in grado anche di eliminare la debolezza fisica e mentale e aiuta a combattere l'affaticamento.

Stimola e favorisce l'attività cerebrale, aumenta la resistenza alla fatica e allo stress e incrementa la facoltà di adattamento dell'organismo in situazioni difficili, ad esempio quando si cambia alimentazione e attività fisica. In particolare aiuta chi si sta impegnando a dimagrire a combattere la pigrizia che rende tanto difficile dedicarsi all'esercizio fisico.

MATE

Il Mate oltre a trovare impiego come tè aromatico possiede anche proprietà medicinali che ne hanno fatto un'ottimo rimedio della medicina popolare e nella fitoterapia. Svolge un'efficace azione tonica e stimolante a livello del sistema nervoso centrale ed è utile anche in casi di depressione e stati di affaticamento sia fisico che mentale. Come diuretico e depurativo agisce con efficacia in caso di ritenzione dei liquidi ed è in grado di ridurre sensibilmente l'appetito.

Il mate è un'eccitante nervoso e muscolare e non deve essere assunto in modo continuativo, perchè il consumo abituale, proprio per l'elevato contenuto di caffeina provoca dipendenza e assuefazione, al pari di quanto avviene con qualsiasi droga.

TÈ VERDE

Anche al tè verde abbiamo già dedicato diversi articoli. Non stiamo a dilungarci e trattiamo solo i suoi benefici per quello che riguarda il dimagrimento. Molte ricerche hanno dimostrato come il tè verde sia ricco di elementi benefici, in particolare polifenoli e catechine che svolgono azione drenante e antiossidante, contribuendo all'eliminazione delle tossine oltre che a rallentare i processi di invecchiamento. Questi studi hanno anche evidenziato che le catechine del tè verde contribuiscono ad abbassare il tasso di colesterolo e che questa bevanda offre un aiuto concreto nel trattamento dell'obesità, oltre che per l'azione drenante anche perchè accelera il metabolismo.

GUAR

La farina di Guar è costituita essenzialmente da guarano, un galattomannano formato da D-galattosio e D-mannosio, in rapporto 1:2, che costituisce una lunga molecola lineare in grado di catturare e trattenere l'acqua. Strutturalmente simile ai galattomannani presenti nella carruba, la gomma di guar possiede tuttavia un potere gelificante maggiore. Sono inoltre presenti proteine (5%) e fibra (2,5%).

L'endosperma (il tessuto dove sono accumulate le sostanze di riserva) dei semi di guar contiene in prevalenza fibre alimentari non digeribili, che si gonfiano notevolmente nello stomaco in presenza di acqua e calmano in tal modo la sensazione di fame. In questo modo risulta più facile mangiare meno e perdere chili in eccesso.

Nelle terapie contro l'obesità la farina di guar in genere viene assunta sotto forma di tavolette o di capsule, prima dei pasti. L'assunzione di questa sostanza favorisce quindi la perdita di peso, senza però influenzare i livelli di colesterolo, come è stato dimostrato da studi scientifici.

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Carnitina e definizione muscolare
01 Ottobre 2014

Carnitina e definizione muscolare

Come la carnitina può aiutarvi a perdere peso e migliorare la vostra definizione muscolare

Vediamo come la carnitina puo avere effetti dimagranti e farvi ottenere quindi una migliore definizione muscolare. Ovviamente occorre l'aiuto dell'allenamento perchè gli effetti della carnitina possano essere sfruttati al massimo.Carnitina è il termine generico usato per alcuni composti che includono L-carnitina, acetil L-carnitina, acetil-L-carnitina e propionil L-carnitina.Uno dei principali ruoli della carnitina è trasportare le molecole di grasso nel muscolo ed usarle come carburante. Esattamente come chi desidera perdere peso, anche lo sportivo è interessato a questa proprietà: più è in grado di utilizzare l'energia prodotta dai grassi, più risparmia glicogeno.

Carnitina
23 Aprile 2015

Carnitina

Cosa dice la ricerca?

Anche se sappiamo che non vi è alcuna soluzione rapida, a molti di noi piace sperimentare con gli integratori per poter ottenere quel qualcosa in più. Se il vostro obiettivo è l'estetica e la perdita di grasso, la carnitina può essere un utile integratore per voi in quanto esso aiuta il metabolismo dei grassi.

Ultimi post pubblicati

YMCA Bench Press Test
15 Luglio 2019

YMCA Bench Press Test

L'obiettivo dell'YMCA bench press test è di valutare la forza e la resistenza dei muscoli estensori del gomito e dei muscoli flessori ed adduttori della spalla.

Tricipite Brachiale
15 Luglio 2019

Tricipite Brachiale

Origine - Inserzione - Azione

Il muscolo tricipite brachiale è il principale mu­scolo estensore dell’avambraccio e, per mezzo del capo lungo, promuove una adduzione dell’omero. È formato da tre parti denominate capo lungo, capo laterale e capo mediale.