ABC Allenamento
(0)
Carrello (00)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Caffè Per Migliori Prestazioni e Per Dimagrire

data di redazione: 17 Novembre 2017 - data modifica: 18 Novembre 2017
Caffè Per Migliori Prestazioni e Per Dimagrire

Il Caffè permette di avere avere Migliori Prestazioni in allenamento e di aiutare l'atleta nel Dimagrimento? Abbiamo redatto già diversi articoli sul caffè, sulle sue proprietà, sui benefici e sugli effetti negativi che può comportare l'assunzione di questa bevanda.

Anche se in realtà esistono al mondo tantissimi tipi di caffè, il fattore che bene o male li accomuna tutti è proprio il fatto che sono composti principalmente da caffeina, ovvero quel principio attivo stimolante che è anche presente in altre bevande, come per esempio nel tè o nel cacao. Sui pro e i contro di questa bevanda ancora nella mentalità della gente c'è molta confusione e tanti luoghi comuni che purtroppo lo demonizzano.

Nel mondo dello sport e dell'agonismo il caffè è una bevanda estremamente utile, in quanto se assunto in maniera intelligente e nelle giuste proporzioni riduce la percezione dello sforzo ed è in grado di incrementare del 10% circa la resistenza degli atleti.

IL CAFFÈ FA BENE?

Anche se in pochi ne sono a conoscenza nel caffè sono anche presenti, seppur in piccole quantità, anche potassio, cromo, manganese, magnesio e fosfati, e tutte queste sostanze in qualche modo contribuiscono ad aumentare i livelli di concentrazione e a tirarci su fisicamente. 

L'assunzione di questa bevanda ha effetti estremamente immediati, in quanto la caffeina, che è un alcaloide naturale, ha effetti stimolanti sul sistema nervoso centrale e il cervello, potenziando in brevissimo tempo appunto la concentrazione e contrastando la stanchezza, nemica di ogni sportivo. 

Sempre che non se ne abusi la caffeina è la sostanza "regina" degli atleti, benché l'assunzione di questa è in grado di aumentare l'ossigenazione del sangue, in quanto è diretta responsabile dell'aumento dei nostri respiri, della frequenza cardiaca e della pressione arteriosa. 

Inoltre, al contrario di quello che comunemente si pensa il caffè non fa male al cuore. Numerose ricerche confermano infatti che chi consuma regolarmente dosi moderate di questa bevanda ha meno probabilità di essere colpito da infarto o comunque da disturbi cardiaci di vario genere. Il beneficio, per quello che riguarda il cuore, è riconducibile al contenuto di preziosi antiossidanti come tannini e polifenoli del caffè.

Altri studi poi esaltano le proprietà benefiche del caffè affermando che il consumo regolare di questa bevanda è in grado di diminuire il rischio di ammalarsi di diabete del tipo 2, ovvero quello provocato per lo più da un'alimentazione scorretta. 

CAFFÈ FA DIMAGRIRE?

Ma il dato più interessante e forse meno conosciuto, che interessa non solo gli sportivi, è che il caffè fa dimagrire. Un consumo adeguato, stimato in una tazza al giorno circa (che ha solo 3 calorie), è infatti un efficace brucia grassi, in quanto la caffeina, specie se assunta dopo mangiato, favorisce i processi di smaltimento dei lipidi nelle ore di attività immediatamente successive.

Assumere caffeina inoltre aiuta il metabolismo basale, e non per ultimo, stimola la produzione di succhi gastrici, contribuendo in maniera attiva alla digestione. Ma il caffè è amico della nostra linea anche perché ha la capacità di ridurre lo stimolo della fame, in quanto modifica la produzione degli ormoni responsabili dello stimolo della stessa, ovvero la leptina, la grelina e la peptite YY. Una ricerca infatti ha evidenziato come in particolare una maggiore quantità di Peptidi YY calmi l'appetito per un tempo stimato in circa 3 ore.

Nonostante tutto è bene sapere che il caffè non deve essere visto come la bevanda che ci farà miracolosamente perdere i chili in eccesso; certo può essere un piccolo aiuto, ma il segreto rimane una corretta alimentazione associata all'attività fisica. Ma quante tazzine di caffè al giorno possiamo permetterci? 

Sicuramente due o tre tazzine al giorno sono una dose assolutamente tollerata, meglio se distribuite adeguatamente nell'arco della giornata, in modo tale da non accumulare l'effetto stimolante della caffeina.



Potrebbe interessarti anche

Estratto Altamente Standardizzato, Deccaffeinato di Camelia Sinensis: molto più di un semplice Termogenico
02 Ottobre 2014

Estratto Altamente Standardizzato, Deccaffeinato di Camelia Sinensis: molto più di un semplice Termogenico

A cura del Dr. A. Bertuccioli

L’impiego di derivati estrattivi di Camelia Sinensis come coadiuvanti in protocolli volti alla perdita di tessuto adiposo è stato da tempo investigato da numerosi autori. Analizzando le vie di signaling implicate nel processo lipolitico è possibile identificare nella caffeina e nell’epigallocatechingallato le principali molecole responsabili di tali effetti

Sieroproteine per Perdere Peso e Non Riprenderlo
06 Aprile 2015

Sieroproteine per Perdere Peso e Non Riprenderlo

Ci sono molte diete che sono richieste per produrre risultati affidabili. In realtà, si può avere anche provato alcuni di questi stessi. Una delle sfide è sempre stata la riduzione dei livelli di grasso, senza sacrificare la massa muscolare magra.

Ultimi post pubblicati

BodyBuilding a Circuito Per Perdere Grasso e Conservare La Massa Muscolare
21 Aprile 2021

BodyBuilding a Circuito Per Perdere Grasso e Conservare La Massa Muscolare

Come Perdere peso in grasso, senza perdere muscoli

Non ci sono dubbi che l’esercizio, in particolare quello orientato all’allenamento della forza, possa contribuire al mantenimento della massa muscolare durante la riduzione del peso. Per perdere grasso bisogna mettersi a dieta, i provvedimenti dietetici devono dare particolare attenzione all’assunzione delle proteine

Scheda in Monofrequenza con Richiami Muscolari
08 Aprile 2021

Scheda in Monofrequenza con Richiami Muscolari

Scheda di Allenamento Old School anni 80

La monofrequenza “pura” non esiste, perché la fisiologia del nostro corpo va in una direzione completamente diversa. Chi pensa d’allenare un muscolo una volta a settimana in monofrequenza, in realtà non sa che sta facendo un allenamento pesante, più diversi richiami, perché nessun muscolo può mai lavorare in modo totalmente isolato. Fatta questa premessa entriamo nel nocciolo dell'articolo.