(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Maggior Definizione Muscolare con il Tè Verde

data di redazione: 05 Novembre 2017
Maggior Definizione Muscolare con il Tè Verde

TE VERDE - MAGGIOR DEFINIZIONE MUSCOLARE 

ln uno studio recente, un gruppo di ricercatori ha effettuato un test separando gli effetti dell'ossidazione dei grassi prodotti normalmente dall'attività fisica e li ha confrontati con quello che accade bevendo tè verde prima dell'allenamento.  Lo studio, suddiviso in due parti, è stato condotto su 12 uomini giovani con età media di 26 anni. Nella prima parte, i soggetti hanno assunto una capsula contenente ingredienti equivalenti a 3,5 tazze di tè verde per 3 volte al giorno, l'ultima delle quali un’ora prima dell’allenamento. 

Altri soggetti, invece, hanno ricevuto un placebo contenente farina di mais. L'allenamento consisteva in 30 minuti di cyclette ad un'intensità pari al 60% del ritmo cardiaco massimo; infatti, studi precedenti hanno mostrato che un'attività fisica a bassa intensità come questa è ottima per l’ossidazione dei grassi. 

Nella seconda parte dello studio, 11 di questi soggetti sono stati sottoposti ad un esame per la tolleranza del glucosio assunto oralmente, prima e dopo avere assunto capsule di tè verde. Nei soggetti che hanno assunto le capsule, il contributo dei grassi al dispendio energetico durante l’attività fisica è stato del 17% superiore rispetto a quelli che avevano assunto il placebo. Questo livello di ossidazione dei grassi è di gran lunga superiore a quello registrato normalmente durante l'attività fisica e ciò indica chiaramente che il tè verde fa effetto. La seconda parte dello studio ha mostrato che il tè verde ha aumentato la sensibilità all’insulina del 13%, il che riduce del 15% la risposta insulinica ad un carico di glucosio.  

Sappiamo che il tè verde regola il metabolismo del glucosio. Infatti, esso aumenta l'attività del GLUT4, il trasportatore principale del glucosio nei muscoli, e già questo aumenta la sensibilità all'insulina. inoltre, esso si comporta come i recettori cellulari leganti l'insulina, incrementando l'assorbimento del glucosio nelle Cellule. 

Favorendo l’ossidazione, piuttosto che il deposito dei grassi, il te verde riduce l'aumento del grasso intramuscolare, il che è molto importante perché questo tipo di grasso può anche  provocare resistenza all'insulina (anche se questo non avviene in chi si allena regolarmente) .

Per quanto riguarda l'ossidazione dei grassi, uno dei meccanismi comprende I’inibizione di un enzima che disgrega le catecolamine, come la noradrenalina, che partecipano all'ossidazione dei grassi. Prolungando l'attività delle catecolamine, l’ossidazione dei grassi aumenta. Inoltre, soprattutto se assunto per periodi lunghi, il tè verde aumenta il livello di varie proteine coinvolte nel trasporto e nell’ossidazione dei grassi. 

Sappiamo che il te verde riduce il livello di malonil coenzima-A, la sostanza prodotta dai carboidrati che blocca l'ossidazione dei grassi durante l'attività fisica. Questo aumenta la potenza del trasporto dei grassi verso i mitocondri per l'ossidazione svolto dalla carnitina (cioè l'ossidazione beta).  

Un altro studio, questo eseguito su cellule lipidiche che isolate, ha scoperto che il tè verde può inibire lo sviluppo di nuove cellule lipidiche. lI meccanismo comprende l'inibizione dell'enzima GPDH e del PPAR-gamma, una proteina che aumenta il grasso corporeo. 

Nelle cellule lipidiche, il te verde agisce come un ossidante, ma questo è positivo perché attiva l'AMPK. una proteina che stimola l'ossidazione dei grassi nei muscoli durante l'attività fisica.  

ll te verde non è un brucia-grassi miracoloso ed assumerlo attraverso integratori non da la licenza di mangiare quello che si vuole. 

E' sussidio alimentare che aumenta l'ossidazione dei grassi. Inoltre, a differenza di molti altri cosiddetti "bruciagrassi", per lo meno le proprietà del tè verde sono sostenute da un numero significativo di ricerche.

Scritto da: ABC Team

Potrebbe interessarti anche

Quanti Chili si Possono Perdere Assumendo un Integratore di CLA Acido Linoleico Coniugato?
01 Ottobre 2014

Quanti Chili si Possono Perdere Assumendo un Integratore di CLA Acido Linoleico Coniugato?

La ricerca fornisce indicazioni circa la quantità di peso che si può perdere

Se state pensando di prendere un integratore CLA (Acido Linoleico Coniugato) per perdere peso, ci sono alcune cose importanti che dovete sapere. Naturalmente, è necessario comprendere i rischi e i costi associati con le pillole di acido linoleico coniugato. Ma prima di aprire il portafogli per pagare il supplemento, si dovrebbe scoprire se CLA è davvero efficace per la perdita di peso.

Sieroproteine per Perdere Peso e Non Riprenderlo
06 Aprile 2015

Sieroproteine per Perdere Peso e Non Riprenderlo

Ci sono molte diete che sono richieste per produrre risultati affidabili. In realtà, si può avere anche provato alcuni di questi stessi. Una delle sfide è sempre stata la riduzione dei livelli di grasso, senza sacrificare la massa muscolare magra.

Ultimi post pubblicati

ABC Safe: La Giusta Distanza Per Sferrare una Gomitata
23 Settembre 2018

ABC Safe: La Giusta Distanza Per Sferrare una Gomitata

Sifu Sandro Ci Spiega la Giusta Distanza per Sferrare una Gomitata

La gomitata è uno dei colpi più potenti e letali in quanto è un colpo che taglia, è un colpo che è in grado di concludere una lite, un match di muay thay o mma. Proprio per il fatto che la superficie di impatto è in pratica lo spigolo del gomito, questo tipo di colpo, anche se non è portato alla massima potenza, è in grado di aprire una profonda ferita.

Galletto al Limone con Paprika e Dragoncello
22 Settembre 2018

Galletto al Limone con Paprika e Dragoncello

La ricetta base è di origine romana, ma ogni regione ne ha una propria versione: la caratteristica di base, da cui deriva il nome “alla diavola”, è il colore rosso del pollo grazie alla consistente aggiunta di peperoncino, sia la paprica dolce che quello piccante.
Preparazione: 60 min.
Difficoltà: 5
N. porzioni: 4