(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Curare la pelle con il Ganoderma

data di redazione: 25 Aprile 2014 - data modifica: 01 Ottobre 2014
Curare la pelle con il Ganoderma

Curare la pelle con il Ganoderma

E' oramai risaputo che lo stato della pelle rispecchia fedelmente la salute dell'intero organismo, difatti è possibile riconoscere una persona colpita da influenza o febbre semplicemente osservando la pallida carnagione del viso, o le persone affette da malattie al fegato che mostrano un colorito giallastro, poco luminoso.

E' bene quindi ricordarsi che un colore sano e luminoso della pelle rispecchia un efficace funzionamento dei nostri organi interni, ergo un ottimale stato di salute.

 

Il Ganoderma in tutto questo ci viene incontro, portando benefici sulla cura della persona, come dimostrato in recenti ricerche su PubMed il Reishi è un ottimo contrastante per l'insorgenza delle rughe, per ridurre e rimuovere le macchie della pelle e per proteggere efficacemente la cute, donandole uno stato liscio e luminoso, quindi giovane.

 

Inoltre i recenti studi Micoterapici effettuati dimostrano la potenza antiossidante del Reishi che agisce sui radicali liberi e accelera il processo di rigenerazione delle cellule, aumentando in tal modo sia lo spessore della pelle che il collagene.

 

Inoltre il peggior nemico della bellezza è appunto la stitichezza, che apporta un impatto negativo sulla qualità della pelle.

 

 

Infatti l’intestino è un organo fondamentale per l’assorbimento dei nutrienti, accumulando troppe tossine all’interno di esso si arriva a intossicare persino il sangue, andando quindi ad aumentare il carico di lavoro di detossificazione che effettuano sia i reni che il fegato.

Con il Ganoderma è possibile regolare la flora batterica intestinale, rafforzare la peristalsi dell’intestino crasso per aiutare a risolvere i problemi di costipazione oltre a essere una soluzione per prevenire l'invecchiamento precoce.

Uno dei campi in cui il Reishi risulta essere estremamente efficace è quello relativo alla cura dell'acne, infatti una delle cause principali dell'acne risiede nell'accumulo di sostanze tossiche nel corpo che trasportate attraverso il sangue raggiungono il viso provocandone l'acne con tutte le conseguenze derivanti.

L’assunzione del Ganoderma Lucidum, grazie alla elevata concentrazione di minerali come il germanio organico, ha un forte potere disintossicante ottenendo risultati anche con gravi forme di acne solo dopo un paio di mesi apportando quindi una pelle più liscia e sana.

 

Desideri provare l'efficacia del Ganoderma? Prova i nostri prodotti clicca qui.

Scritto da: ABC Team

Potrebbe interessarti anche

Valeriana: Funziona per l'Insonnia e l'Ansia?
01 Dicembre 2017

Valeriana: Funziona per l'Insonnia e l'Ansia?

Effetti della valeriana e della sua radice

La radice di valeriana può potenzialmente migliorare la qualità del sonno e fornire sollievo dall'ansia. Alcuni possibili benefici apportati dalla valeriana che sono stati segnalati...

Glucosamina Condroitina MSM
10 Marzo 2015

Glucosamina Condroitina MSM

L'integrazione contro problemi articolari ed elasticità dei tendini

Gli ntegratori, conosciuti come glucosamina solfato, condroitina e MSM, o metilsulfonilmetano, sono utilizzati per aiutare contro il dolore o disagio di alcuni disturbi articolari correlati comuni, come osteoartrite e l'artrite reumatoide. 

Ultimi post pubblicati

Ashwagandha: benefici, dosaggio ed effetti collaterali
16 Gennaio 2019

Ashwagandha: benefici, dosaggio ed effetti collaterali

Gli effetti anabolizzanti dell'Ashwagandha: Il cortisolo è un ormone steroideo che il corpo rilascia in momenti di stress fisico e / o emotivo. La sua funzione è quella di aiutare a mobilitare i depositi di energia nel tessuto muscolare. In altre parole, il cortisolo è un ormone catabolico.

HAMMER CURL AD UN MANUBRIO
15 Gennaio 2019

HAMMER CURL AD UN MANUBRIO

Descrizione esecuzione esercizio con i vari step per eseguire in maniera perfetta il movimento. Elenco dei muscoli coinvolti, biomeccanica dell'esercizio e tipo di esercizio.