(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

​La Vitamina C Aiuta i Maratoneti a Ridurre il Rischio di Prendere un Raffreddore

data di redazione: 14 Settembre 2015
​La Vitamina C Aiuta i Maratoneti a Ridurre il Rischio di Prendere un Raffreddore

Una revisione aggiornata di studi controllati con placebo e vitamina C sul raffreddore comune, ha rivelato che lavitamina Cvitamina C può aiutare le persone sotto stress fisico pesante, come i maratoneti e sciatori, a ridurre il rischio di prendere un raffreddore.

Per quanto riguarda il resto della popolazione, la revisione non trovato prove che l'integrazione regolare di vitamina C riduce la possibilità di contrarre un comune raffreddore, anche se può ridurre la durata e la gravità della malattia. La revisione è apparsa sul The Cochrane Library.

IL COMUNE RAFFREDDORE

Nei paesi ad alto reddito, il raffreddore comune è una delle ragioni principali per cui si effettua una visita dal medico, togliendo tempo al lavoro e alla scuola. Ci sono oltre 200 virus che possono causare sintomi del raffreddore, che includono congestione nasale, starnuti, mal di gola, tosse, e talvolta mal di testa, occhi rossi e febbre. I sintomi variano anche da persona a persona. Perché è causata da un virus, il raffreddore comune non può essere trattato con antibiotici, per cui vi è un grande interesse nella ricerca di trattamenti che possono aiutare.

La vitamina C è ampiamente venduta e utilizzata come agente preventivo e terapeutico. E' stata proposta come trattamento per malattie respiratorie da quando venne isolata nel 1930. E' salita di popolarità come rimedio nel 1970 quando il premio Nobel Linus Pauling ha riferito che studi controllati con placebo hanno mostrato che la vitamina C è stata efficace nel prevenire e alleviare il raffreddore comune. Per questa ultima revisione, gli autori hanno limitato la loro analisi di studi clinici randomizzati, controllati con placebo, che hanno testato l'efficacia di almeno 0,2 g al giorno o più di vitamina C.

EFFETTO MODESTO SULLA POPOLAZIONE GENERALE

Sulla base di 29 studi che hanno coinvolto 11.306 partecipanti che hanno confrontato la vitamina C con il placebo, i revisori Cochrane, hanno trovato che l'impiego regolare di vitamina C non ha avuto effetto sull'incidenza del raffreddore comune nella popolazione generale. Tuttavia, la loro analisi di 31 studi per un totale di 9.745 episodi di raffreddore, che la vitamina C rispetto al placebo, ha mostrato ha un piccolo ma consistente effetto nel ridurre la durata dei sintomi. Dosi regolari di 1 gr o più al giorno hanno ridotto la durata media di raffreddore negli adulti dell'8% e nei bambini del 18% .

IL MASSIMO BENEFICIO DI VITAMINA C SI È VISTO NELLE PERSONE CHE FANNO ATTIVITÀ FISICA PESANTE

Le uniche prove che sembravano dimostrare che la vitamina C riduce il rischio di contrarre un raffreddore comune erano quelle condotte su persone che erano sottoposte a stress fisico pesante a breve termine. L'analisi dei cinque studi randomizzati mostra che la vitamina C ha dimezzato l'incidenza del raffreddore comune: tre delle prove studiate erano maratoneti, uno era di scolari svizzeri su un campo di sci, e dei soldati canadesi impegnati in un esercizio invernale. Un altro recente studio randomizzato che ha coinvolto nuotatori professionisti adolescenti, ha trovato che l'uso regolare di vitamina C ha dimezzato la durata del raffreddore comune nei maschi, ma non ha avuto effetto sulle femmine.

Conclusione

Gli autori concludono che: "Il fallimento dell'integrazione di vitamina C per ridurre l'incidenza di raffreddore nella popolazione generale indica che l'integrazione di routine di vitamina C non è giustificata, ma la vitamina C può essere utile per le persone esposte a brevi periodi di impegnativo esercizio fisico." Inoltre, anche se, gli studi che hanno esaminato l'effetto dell'integrazione regolare di vitamina C mostrano di ridurre la durata del raffreddore, "questo non è stato replicato nei pochi trial terapeutici che sono stati effettuati", aggiungono. Ma fanno notare che, poiché gli studi dimostrano un effetto consistente del regolare uso della vitamina C sulla riduzione della durata e della gravità del raffreddore comune, e tenendo presente che tale tipo di integratore non è costoso e relativamente sicuro ", può essere utile per i pazienti con raffreddore per testare su base individuale se a livello terapeutico la vitamina C possa essere utile per loro ". Gli autori chiedono per ulteriori studi terapeutici controllati e randomizzati, dove la vitamina viene presa come trattamento non appena cominciati i sintomi.

Riferimenti:

"Vitamin C for preventing and treating the common cold"; Harri Hemilä, Elizabeth Chalker; The Cochrane Library 31 January 2013; DOI:10.1002/14651858.CD000980.pub4; Link to Abstract.

Additional source: University of Helsinki.

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook
Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

L'importanza del Sole per la nostra salute
02 Ottobre 2014

L'importanza del Sole per la nostra salute

Esporsi al sole per 10 minuti al giorno permette al corpo di produrre un tipo di vitamina D super potente

Esporsi al sole per 10 minuti al giorno permette al corpo di produrre una tipo di vitamina D super potente

​Come L'assunzione Di Magnesio Può Aiutare A Dormire
18 Giugno 2017

​Come L'assunzione Di Magnesio Può Aiutare A Dormire

Il magnesio può migliorare il vostro sonno. Esso svolge un ruolo importante nel vostro sistema nervoso, contribuendo ad attivare meccanismi che tranquillizzano e calmano.

Ultimi post pubblicati

I 20 Migliori Alimenti Per La Salute
16 Giugno 2019

I 20 Migliori Alimenti Per La Salute

Non esiste una definizione specifica di superfood, un termine che, alla resa dei conti, è stato creato unicamente per soddisfare delle esigenze di mercato: in modo molto vago possiamo dire che un superfood è un alimento ricco di nutrienti, in grado di apportare importanti benefici per la salute.

Il Doping Nel BodyBuilding
10 Giugno 2019

Il Doping Nel BodyBuilding

Diventare un bodybuilder professionista, di alto livello, richiede l'uso di potenti farmaci che sono collegati al malfunzionamento di molti organi del nostro corpo sino ad arrivare al decesso prematuro. Le sostanze incriminate sono gli steroidi anabolizzanti, l'insulina, l'HGH e i diuretici.