Minerali da Competizione - Calcio Potassio e Magnesio

Minerali da Competizione - Calcio Potassio e Magnesio

Durante un allenamento aerobico di una certa intensità le cellule del nostro organismo hanno bisogno di energia e di mantenere il giusto equilibrio di minerali. Per conservare i corretti rapporti tra gli ioni all'interno della cellula sono indispensabili delle pompe ioniche che per svolgere il loro lavoro consumano energia. In ogni momento la cellula è attraversata da flussi di ioni che si spostano dall'interno all'esterno di essa o viceversa e da un compartimento cellulare all'altro.

Questi flussi sono estremamente importanti e costituiscono dei veri e propri secondi messaggeri che attivano o disattivano una funzione piuttosto che un'altra. Per comprendere l'importanza di queste pompe si pensi che tutte insieme arrivano a consumare anche il 20-25% dell'intera energia di una cellula.

CALCIO E POTASSIO

Per produrre energia si utilizza il glucosio che viene consumato per ricavare ATP, cioè la moneta di scambio energetico all'interno della cellula.


Durante l'attività fisica i due ioni maggiormente coinvolti nei processi metabolici sono il calcio e il potassio.


Il calcio normalmente è poco presente nelle cellule. Proprio per questo, quando viene liberato nel citoplasma, come avviene durante la contrazione muscolare, deve essere immediatamente catturato dalle pompe ioniche e portato all'esterno della cellula o all'interno dei mitocondri o dei calciosomi dove viene immagazzinato, pronto per essere liberato nuovamente nel citosol.

Le principali pompe ioniche deputate a questo compito scambiano il calcio con il potassio e cioè spostano il calcio dal citoplasma verso l'esterno e il potassio dall'esterno verso l'interno della cellula. Quando manca l'energia alla cellula le pompe ioniche rallentano e nella cellula si trovano basse concentrazioni di potassio e alte concentrazioni di calcio.

Quest'ultimo è un secondo potente messaggero e la sua permanenza nel citosol attiva la cascata infiammatoria favorendo di conseguenza gli infortuni e comunque riducendo le prestazioni.

Il sovraccarico di calcio si ripercuote anche sulla biodisponibilità delle proteine con un aumento dell'attività delle proteasi, che certamente non favoriscono il lavoro muscolare. Allo stesso modo, basse concentrazioni di potassio riducono la capacità delle cellule di sintetizzare nuove proteine e quindi riducono le capacità muscolari.

Durante l'allenamento aerobico intenso è dunque importante che le cellule non vadano mai in carenza di energia per mantenere efficienti i meccanismi di controllo, ma anche l'apporto minerale è importante. Insieme al potassio quindi, bisogna integrare il magnesio.

Questo oligoelemento, oltre a essere naturalmente un calcio antagonista, limitando gli effetti dannosi del calcio, è indispensabile per utilizzare l'energia cellulare. Più facilità nell'utilizzare l'energia e una minor concentrazione di calcio vogliono dire maggiori prestazioni e minor rischio di infortuni.

INTEGRATORI PER CICLISMO SU ABC STORE

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati