(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Minerali e Vitamine: Con o Senza Integratori?

data di redazione: 30 Maggio 2018
Minerali e Vitamine: Con o Senza Integratori?

MineraliVitamine: Con o Senza Integratori?

Un numero sempre crescente di persone acquista e assume ogni giorno integratori vitaminici o minerali, il più delle volte senza capire come funzionano e cosa fanno. 

Nutrienti come la riboflavina, vitamina C, lo zinco e molti altri sono essenziali per la salute ma non potranno mai, da soli, sostituire il cibo. 

Quello che spesso non si sa infatti è che sono solo intermediari, che consentono al nostro organismo di utilizzare l'energia presente negli alimenti.

Ma per conoscere meglio le vitamine e i minerali dobbiamo capire come agiscono.

Essenziali per mantenere in buone condizioni le cellule, le vitamine svolgono una straordinaria gamma di funzioni nel corpo umano. 

Non solo contribuiscono a trasformare il cibo in energia, ma partecipano alla produzione delle cellule, degli ormoni e dei composti chimici del sistema nervoso. 

Sostanzialmente le vitamine si dividono in 2 categorie:

  • idrosolubili 
  • liposolubili

Le quattro vitamine che appartengono alla seconda categoria (A, D, E e K) vengono assorbite nel grasso corporeo e immagazzinate come riserva per usi successivi. 

Il problema è che, se prese in eccesso, possono diventare tossiche. 

La vitamina C e le otto vitamine del gruppo B sono tutte idrosolubili, si sciolgono nei liquidi corporei e se assunte in eccesso vengono eliminate attraverso l'urina o il sudore. 

È praticamente impossibile trovarne quantità massicce nell'organismo, tuttavia dosaggi eccessivi di vitamina B6 possono risultare tossici.

I minerali invece svolgono il compito di mantenere attive le difese immunitarie, intervengono nella coagulazione del sangue, nella sintesi dell'ossigeno, nella formazione delle ossa e in numerose altre funzioni. 

Alcuni, come il calcio, il fosforo e il magnesio, sono necessari in quantità non indifferenti, mentre gli altri, detti oligoelementi, in dosi assai minori. 

Tra i minerali indispensabili al nostro organismo ricordiamo il ferro, lo zinco, il fluoro  e il rame. La cosa importante da sapere è che tutti i minerali, se ingeriti in quantità eccessiva, sono potenzialmente tossici.

INTEGRATORI "NATURALI" E CHIMICI

Gli integratori, lo dice la parola stessa, sono sostanze assunte per integrare o completare la nostra normale alimentazione. 

Per lo più sono micronutrienti in piccole quantità e cioè, secondo il tipo di integratori, in misura di pochi grammi o anche milligrammi al giorno. 

Al riguardo, anche alcuni alimenti come il polline, la pappa reale o il miele, in quanto concentrati e ricchi di vitamine, sali minerali e altri micronutrienti, possono essere utilizzati come veri e propri integratori. 

Altri integratori sono un concentrato di diversi nutrienti e derivano direttamente dalla preparazione degli alimenti: ne sono tipici esempi il lievito di birra e la leticina di soia. 

Si tratta di complessi, cioè di un insieme di micronutrienti che come tali non rischiano di squilibrare il delicato meccanismo del gioco di squadra tra vitamine e sali minerali. 

Queste prime due categorie di integratori possono essere assunte liberamente, in quanto le uniche eventuali controindicazioni sono particolari intolleranze alimentari o disfunzioni metaboliche. 

Vi sono poi degli integratori che derivano da estratti vegetali particolarmente ricchi di alcune vitamine e/o sali minerali. 

Dato che questi prodotti, pur essendo un concentrato, sono comunque un insieme di sostanze che si favoriscono a vicenda nell'utilizzo da parte dell'organismo, essi non rappresentano solitamente un potenziale rischio in chi le consuma. 

Tuttavia, è sempre meglio consultare un medico nutrizionista, per scegliere tempi, dosaggi, ed eventuali associazioni tra diversi integratori.

Per finire troviamo i minerali e le vitamine di sintesi, ottenute cioè con un procedimento chimico. 

Si tratta di prodotti isolati, che vengono assorbiti in modo diverso dal nostro organismo, per cui per il loro impiego è bene sempre rivolgersi a specialisti in nutrizione.  

UN GIOCO DI SQUADRA

Ma sono proprio necessari gli integratori di vitamine e minerali?

Da tempo è aperto il dibattito sull'effettiva necessità degli integratori vitaminici e minerali e sulla loro innocuità. 

A parte poche eccezioni, come le vitamine D e K, il nostro corpo non può produrre da solo queste due componenti, che devono essere per forza di cose acquisite attraverso l'alimentazione. 

La moderna alimentazione e lo squilibrio di alcune diete al giorno d'oggi poi rendono necessaria un'adeguata integrazione, in quanto non in grado di fornire  al corpo quantità sufficienti di vitamine e minerali essenziali. 

Gli scaffali di molte farmacie, erboristerie e negozi di alimentazione naturali sono zeppi di integratori, tra cui appunto quelli vitaminici e minerali, molti dei quali mirati a problemi o a stili di vita specifici. 

È importante però tenere presente, qualunque sia l'integratore, l'equilibrio delle vitamine e dei minerali che lo compongono, poiché questi agiscono tra loro in un complesso "gioco di squadra". 

Alcuni minerali o vitamine possono infatti attivare o inibire la capacità del corpo di assorbire e utilizzare gli altri. 

La vitamina C, per esempio, migliora l'assorbimento del ferro, in modo particolare quello inorganico di origine vegetale. Ma a sua volta troppa vitamina C può interferire con l'assorbimento di rame. 

Per questa ragione è importante consultarsi con un medico nutrizionista e non affidarsi a sè stessi.

IL MINERALOGRAMMA

Il medico nutrizionista, in base ai dati raccolti attraverso uno specifico esame del capello (mineralogramma) dà un quadro completo della situazione metabolica, valutando quindi l'effettivo bisogno dei singoli micronutrienti e la loro giusta associazione.

Il capello è composto da una proteina, la cheratina, che, ricca com'è di zolfo, ha la proprietà di legarsi ai minerali presenti nel sangue. 

Il follicolo dal quale si sviluppa il capello è, come tutte le altre cellule del corpo, nutrito dal sangue; ecco perchè il capello, in cui i minerali sono presenti in concentrazioni elevatissime (da 50 a 100 volte maggiori di quelle del sangue), è considerato lo specchio più fedele della situazione minerale delle nostre cellule, ossia di tutto l'organismo. 

Scritto da: ABC Team

Potrebbe interessarti anche

Che cosa è la vitamina C e a cosa serve
01 Ottobre 2014

Che cosa è la vitamina C e a cosa serve

Tutto quello che dovete sapere sulla vitamina c o acido ascorbico

Vitamina C, conosciuta anche come acido ascorbico, è un nutriente solubile in acqua si trovano in alcuni alimenti. Nel corpo, agisce come antiossidante, aiuta a proteggere le cellule dai danni causati dai radicali liberi come nel caso di uno sforzo prolungato dovuto ad un allenamento muscolare. I radicali liberi sono composti che si formano quando i nostri corpi convertono il cibo che mangiamo in energia

Acido Folico (Vitamina B9) Contro La Demenza Senile
09 Aprile 2018

Acido Folico (Vitamina B9) Contro La Demenza Senile

Le malattie neuro-degenerative sono un insieme variegato di malattie del sistema nervoso centrale, accomunate da un processo cronico e selettivo di morte cellulare dei neuroni. Negli anziani il rischio di demenza potrebbe essere influenzato dal livello di folato (vitamina B9) nel sangue, indipendentemente da quello di altre vitamine del gruppo B e dall'alimentazione seguita.

Ultimi post pubblicati

LEG RAISE GAMBE TESE ALTERNATE
18 Ottobre 2018

LEG RAISE GAMBE TESE ALTERNATE

Descrizione esecuzione esercizio con i vari step per eseguire in maniera perfetta il movimento. Elenco dei muscoli coinvolti, biomeccanica dell'esercizio e tipo di esercizio.

LEG RAISE CON APERTURA GAMBE
18 Ottobre 2018

LEG RAISE CON APERTURA GAMBE

Descrizione esecuzione esercizio con i vari step per eseguire in maniera perfetta il movimento. Elenco dei muscoli coinvolti, biomeccanica dell'esercizio e tipo di esercizio.