Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Riboflavina Requisiti e Fonti Alimentari della Vitamina B2

data di redazione: 27 Luglio 2014 - data modifica: 01 Ottobre 2014
Riboflavina Requisiti e Fonti Alimentari della Vitamina B2

Vitamine e salute

Riboflavina Requisiti e Fonti Alimentari

La Riboflavina, o vitamina B-2, appartiene alla famiglia delle vitamine del complesso B ed è poco solubile in acqua. E' necessaria per il metabolismo del glucosio facendo in modo che il corpo può produrre energia dai carboidrati. E' necessaria anche per la produzione dei globuli rossi e la normale crescita generale del corpo.

 

La Riboflavina funziona anche come antiossidante per aiutare a prevenire i danni alle cellule provocati dai radicali liberi. Questo danno può venire da inquinamento, fumo o altre esposizioni, e anche, come risultato normale del metabolismo.

 

La carenza è rara, la riboflavina si trova naturalmente nelle carni magre, uova, verdure a foglia verde, noci, legumi, pane e cereali, latte e latticini, alimenti fortificati come pane, cereali e latte che sono arricchiti con la riboflavina.

 

E' sensibile alla luce, quindi gli alimenti ricchi di riboflavina non devono essere conservati in contenitori trasparenti - ecco perché il latte viene venduto in contenitori opachi. La cottura non distrugge la riboflavina.

La riboflavina è importante nel metabolismo energetico per cui il fabbisogno giornaliero viene calcolato in base alle calorie che vengono introdotte. Attualmente si consiglia un introito giornaliero di 0,6 mg/1000 Kcal. Una piccola quantità di riboflavina viene fornita dalla flora intestinale.

 

Poiché il sistema di assorbimento della riboflavina è saturabile (sembra che non superi i 25 mg) e visto che pare esistere un limite massimo di accumulo di tale vitamina nell'organismo, non ne sono noti effetti tossici da assunzione anche per lunghi periodi. Anche se alcune fonti dicono che dosi di riboflavina superiori a 10 mg al giorno possono causare danni agli occhi con l'esposizione al sole.

 

Piccole dosi di riboflavina, come quelle presenti in una vitamina del complesso B o anche un multivitaminico, trasformerà la vostra urina di un colore giallo brillante.

 

Inoltre, dosi molto elevate possono causare prurito, intorpidimento, sensazione di bruciore alla pelle e sensibilità alla luce.

Per ottenere la riboflavina di solito è sufficiente seguire una dieta normale così la supplementazione non dovrebbe essere necessaria.

 

Integratori di riboflavina sono stati proposti per la prevenzione della cataratta e per il trattamento o la prevenzione di emicranie - mal di testa.

 

Prendendo una sola delle vitamine del complesso B per un lungo periodo di tempo può provocare uno squilibrio di altre importante vitamine dello stesso complesso B. Per questo motivo, si consiglia di prendere la vitamina B che comprenda l'intero complesso di vitamine B.

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Scarica eBook

Ultimi post pubblicati

Programma Alimentare per Bodybuilding: cosa mangiare e cosa evitare
16 Ottobre 2019

Programma Alimentare per Bodybuilding: cosa mangiare e cosa evitare

Per massimizzare i risultati ottenibili tramite l’allenamento in palestra, è necessario porre estrema attenzione sulla propria dieta, in quanto alimentarsi in maniera sbagliata può rallentare di molto il raggiungimento dei propri obiettivi relativi alla crescita muscolare e al miglioramento della propria composizione corporea.

Personal Trainer Sì o No?
27 Settembre 2019

Personal Trainer Sì o No?

I personal trainer sono atleti avanzati, magari anabolizzati? Questa è una credenza popolare anni 90 che in questo post sarà smentita. Affidarsi ad un personal trainer vuol dire scegliere di fare il giusto ingresso in una palestra; vuol dire approcciarsi correttamente al mondo dell’allenamento fitness.