Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Vitamina B6 (Piridossina) Funzioni e Uso nello Sport

data di redazione: 04 Dicembre 2013 - data modifica: 01 Ottobre 2014
Vitamina B6 (Piridossina) Funzioni e Uso nello Sport

La vitamina B6 (piridossina) è necessaria  per la sintesi dei neurotrasmettitori serotonina e noradrenalina e per la formazione della mielina, inoltre contribuisce al metabolismo energetico, contrastando stanchezza e affaticamento. La carenza di piridossina (Vitamina B6) negli adulti colpisce principalmente i nervi periferici, la pelle, le mucose e il sistema circolatorio (cellule del sangue). Nei bambini, è anche influenzato il sistema nervoso centrale (CNS). Carenze possono verificarsi in persone con uremia, alcolismo, cirrosi, ipertiroidismo, sindromi da malassorbimento, e insufficienza cardiaca congestizia (CHF), e in quelle trattate con alcuni farmaci. Una carenza lieve di vitamina B6 è abbastanza comune.

 

Le principali fonti di vitamina B6 sono: cereali, legumi, verdure (carote, spinaci, piselli e patate), latte, formaggio, uova, pesce, fegato, carne e farina. La piridossina è spesso usata in combinazione con altre vitamine B in formule vitaminiche del complesso B.

 

Nel campo dell'integrazione Alimentare Sportiva, spesso è inserita con altri integratori alimentari per le sue funzioni sul metabolismo energetico, infatti come coenzima essa partecipa alla trasformazione e utilizzazione di carboidrati, grassi e proteine, ma è anche indispensabile per attivare il rilascio delle riserve energetiche immagazzinate sotto forma di glicogeno nei muscoli e nel fegato. Strettamente legato a questo aspetto è il contributo della vitamina B6 nel contrastare stati di stanchezza e di affaticamento

 

Alti livelli di omocisteina nel sangue (iperomocisteinemia) sono state proposte come un fattore di rischio per la malattia cardiovascolare. L'assunzione di integratori di Vitamina B in combinazione con altre vitamine del gruppo B (acido folico e vitamina B12) ha dimostrato di essere efficace per abbassare i livelli di omocisteina. Non è chiaro se l'abbassamento dei livelli di omocisteina si traduce in una ridotta morbilità e mortalità cardiovascolare .

 

La vitamina B6 viene anche usata per trattare l'anemia ereditaria sideroblastica, carenza di vitamina B6, e convulsioni B6-dipendente della vitamina nei neonati, e per evitare effetti negativi per le persone che assumono il farmaco cycloserine. Prove a sostegno di altri usi sono inconcludenti.

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

​La Vitamina C Aiuta i Maratoneti a Ridurre il Rischio di Prendere un Raffreddore
14 Settembre 2015

​La Vitamina C Aiuta i Maratoneti a Ridurre il Rischio di Prendere un Raffreddore

Una revisione aggiornata di studi controllati con placebo e vitamina C sul raffreddore comune, ha rivelato che la vitamina C può aiutare le persone sotto stress fisico pesante, come i maratoneti e sciatori, a ridurre il rischio di prendere un raffreddore.

Vitamina B12 o Cobalamina
01 Ottobre 2014

Vitamina B12 o Cobalamina

L'uso nello sport e per la salute

La vitamina B12 è un nutriente che aiuta a mantenere sane le cellule nervose e del sangue nel corpo e contribuisce a rendere nel DNA, la genetica del materiale in tutte le cellule. La vitamina B12 aiuta anche a prevenire un tipo di anemia detta anemia megaloblastica che rende le persone stanche e deboli.

Ultimi post pubblicati

YMCA Bench Press Test
15 Luglio 2019

YMCA Bench Press Test

L'obiettivo dell'YMCA bench press test è di valutare la forza e la resistenza dei muscoli estensori del gomito e dei muscoli flessori ed adduttori della spalla.

Tricipite Brachiale
15 Luglio 2019

Tricipite Brachiale

Origine - Inserzione - Azione

Il muscolo tricipite brachiale è il principale mu­scolo estensore dell’avambraccio e, per mezzo del capo lungo, promuove una adduzione dell’omero. È formato da tre parti denominate capo lungo, capo laterale e capo mediale.