Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Vitamina B6 (Piridossina) Funzioni e Uso nello Sport

data di redazione: 04 Dicembre 2013 - data modifica: 01 Ottobre 2014
Vitamina B6 (Piridossina) Funzioni e Uso nello Sport

La vitamina B6 (piridossina) è necessaria  per la sintesi dei neurotrasmettitori serotonina e noradrenalina e per la formazione della mielina, inoltre contribuisce al metabolismo energetico, contrastando stanchezza e affaticamento. La carenza di piridossina (Vitamina B6) negli adulti colpisce principalmente i nervi periferici, la pelle, le mucose e il sistema circolatorio (cellule del sangue). Nei bambini, è anche influenzato il sistema nervoso centrale (CNS). Carenze possono verificarsi in persone con uremia, alcolismo, cirrosi, ipertiroidismo, sindromi da malassorbimento, e insufficienza cardiaca congestizia (CHF), e in quelle trattate con alcuni farmaci. Una carenza lieve di vitamina B6 è abbastanza comune.

 

Le principali fonti di vitamina B6 sono: cereali, legumi, verdure (carote, spinaci, piselli e patate), latte, formaggio, uova, pesce, fegato, carne e farina. La piridossina è spesso usata in combinazione con altre vitamine B in formule vitaminiche del complesso B.

 

Nel campo dell'integrazione Alimentare Sportiva, spesso è inserita con altri integratori alimentari per le sue funzioni sul metabolismo energetico, infatti come coenzima essa partecipa alla trasformazione e utilizzazione di carboidrati, grassi e proteine, ma è anche indispensabile per attivare il rilascio delle riserve energetiche immagazzinate sotto forma di glicogeno nei muscoli e nel fegato. Strettamente legato a questo aspetto è il contributo della vitamina B6 nel contrastare stati di stanchezza e di affaticamento

 

Alti livelli di omocisteina nel sangue (iperomocisteinemia) sono state proposte come un fattore di rischio per la malattia cardiovascolare. L'assunzione di integratori di Vitamina B in combinazione con altre vitamine del gruppo B (acido folico e vitamina B12) ha dimostrato di essere efficace per abbassare i livelli di omocisteina. Non è chiaro se l'abbassamento dei livelli di omocisteina si traduce in una ridotta morbilità e mortalità cardiovascolare .

 

La vitamina B6 viene anche usata per trattare l'anemia ereditaria sideroblastica, carenza di vitamina B6, e convulsioni B6-dipendente della vitamina nei neonati, e per evitare effetti negativi per le persone che assumono il farmaco cycloserine. Prove a sostegno di altri usi sono inconcludenti.

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Acido Folico o Vitamina B9
01 Novembre 2018

Acido Folico o Vitamina B9

L'acido folico o vitamina B9 appartiene alla famiglia delle vitamine idrosolubili ed è essenziale includere questa vitamina nella vostra dieta quotidiana. I fabbisogni giornalieri del corpo umano utilizzano una parte di questa vitamina immagazzinata nel fegato e la quantità in eccesso viene rilasciata dal corpo attraverso l'escrezione.

Acido Folico (Vitamina B9) Contro La Demenza Senile
09 Aprile 2018

Acido Folico (Vitamina B9) Contro La Demenza Senile

Le malattie neuro-degenerative sono un insieme variegato di malattie del sistema nervoso centrale, accomunate da un processo cronico e selettivo di morte cellulare dei neuroni. Negli anziani il rischio di demenza potrebbe essere influenzato dal livello di folato (vitamina B9) nel sangue, indipendentemente da quello di altre vitamine del gruppo B e dall'alimentazione seguita.

Ultimi post pubblicati

Shawn Rhoden Squalificato a Vita
23 Luglio 2019

Shawn Rhoden Squalificato a Vita

Il 2019 non ha portato fortuna a Shawn Rhoden, infatti il campione in carica,  non potrà più gareggiare sul palco del mr Olympia per il resto della sua vita. Dopo l’accusa di stupro, l'azienda che organizza l'evento del mr Olympia ha deciso di squalificare a vita il vincitore del mr Olympia 2018.

PRONATORE ROTONDO
18 Luglio 2019

PRONATORE ROTONDO

Origine - Inserzione - Azione

Il muscolo pronatore rotondo fa parte dei muscoli del primo strato della regione anteriore dell'avambraccio ove è anche il più laterale.