(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

I 6 Migliori Integratori Nootropi Per Aumentare La Potenza Del Cervello

data di redazione: 04 Ottobre 2017 - data modifica: 07 Ottobre 2017
I 6 Migliori Integratori Nootropi Per Aumentare La Potenza Del Cervello

I nootropi sono integratori naturali o farmaci che hanno un effetto benefico sulle funzioni del cervello nelle persone sane. Molti di questi possono aumentare la memoria, la motivazione, la creatività, la vigilanza e la funzione cognitiva in generale. I nootropi possono anche ridurre il declino correlato all'età della funzione del cervello.

Ecco 6 tra i migliori integratori nootropici per aumentare le funzioni del cervello:

#1.- Oli Di Pesce

Gli integratori di olio di pesce sono una ricca fonte di acido docosaesaenoico (DHA) e acido eicosapentaenoico (EPA), due tipi di acidi grassi omega-3. Questi acidi grassi sono grassi sani che sono stati collegati a molti tipi di benefici per la salute, tra cui il miglioramento della salute del cervello ( 1 ).
Il DHA svolge un ruolo fondamentale nel mantenere la struttura e la funzione del cervello. In realtà, rappresenta circa il 25% del grasso totale e il 90% del grasso omega-3, che si trova nelle cellule cerebrali ( 2 , 3 ).

L'altro acido grasso omega-3 presente nell'olio di pesce, l'EPA, ha effetti antinfiammatori che possono proteggere il cervello dai danni e dall'invecchiamento ( 4 ). L'assunzione di integratori di DHA è stata associata con una migliore capacità di pensiero, di memoria e tempi di reazione nelle persone sane che hanno un basso apporto di DHA. Essa ha anche beneficiato persone che stavano vivendo un lieve declino della funzione del cervello ( 5 , 6 , 7 ). A differenza del DHA, l'EPA non è sempre collegato con il miglioramento della funzione cerebrale. Tuttavia, nellen persone con depressione, è stato associato a benefici come il miglioramento dell'umore ( 8 , 9 , 10 , 11 , 12 ).

Assumere l'olio di pesce, che contiene entrambi questi grassi, ha dimostrato di contribuire a ridurre il declino della funzione del cervello associata all'invecchiamento ( 13 , 14 , 15 , 16 , 17 ). Tuttavia, l'evidenza scientifica sugli effetti dell'olio di pesce di preservare la salute del cervello è mista ( 18 , 19 ). Nel complesso, il modo migliore per ottenere la quantità raccomandata di acidi grassi omega-3 è quello di mangiare due porzioni di pesce azzurro a settimana ( 20 ). Se non è possibile ottenere questo dall'alimentazione, allora potrebbe essere utile valutare l'assunzione di un integratore di Omega-3.
Ancora una maggiore ricerca è necessaria per scoprire quanto e quali rapporti di EPA e DHA sono benefici. Assumere 1 grammo al giorno di una combinazione di EPA e DHA è generalmente un dosaggio consigliato per mantenere la salute del cervello ( 21 ).

#2.- Resveratrolo

Il resveratrolo è un antiossidante che si trova naturalmente nella pelle dei frutti di colore viola e rosso come ad esempio l'uva, i lamponi e mirtilli. E' anche presente nel vino rosso, cioccolato e noccioline. E 'stato suggerito che l'assunzione di integratori di resveratrolo potrebbe impedire il deterioramento dell'ippocampo, una parte importante del cervello che è associata alla memoria ( 22 ). Se questo è vero, questo trattamento potrebbe rallentare il declino della funzione del cervello che si verifica quando si invecchia ( 23 ).

Gli studi sugli animali hanno dimostrato che il resveratrolo può migliorare la memoria e le funzioni cerebrali ( 24 , 25 ). Inoltre, uno studio eseguito su un piccolo gruppo di anziani in buona salute ha rivelato che l'assunzione di 200 mg di resveratrolo al giorno per 26 settimane ha comportato un miglioramento della memoria ( 26 ).

Tuttavia, attualmente non ci sono sufficienti studi sull'uomo per essere sicuri degli effetti del resveratrolo ( 27 ).


#3.- La Caffeina

La caffeina è uno stimolante naturale più comunemente presente nel tè, caffè e cioccolato fondente. Anche se è possibile assumerlo come integratore, non c'è davvero alcun bisogno quando la si può ottenere da queste fonti.
La caffeina agisce stimolando il cervello e il sistema nervoso centrale, recando una minore sensazione di stanchezza e uno stato di attenzione maggiore ( 28 ). Infatti, gli studi hanno dimostrato che la caffeina può aumentare l'eccitazione mentale e migliorare la memoria, come anche i tempi di reazione e la funzione generale del cervello ( 29 , 30 , 31 ).

La quantità di caffeina in una tazza di caffè varia, ma generalmente è compresa tra i 50-400 mg.

Per la maggior parte delle persone, singole dosi di circa 200-400 mg al giorno sono considerate generalmente sicure e sono abbastanza per poter sentire questi effetti ( 32 , 33 , 34 ). Tuttavia, assumere troppa caffeina può essere controproducente ed è stato collegato ad effetti collaterali come ansia, nausea e disturbi del sonno.


#4.- Fosfatidilserina

La Fosfatidilserina è un tipo di composto grasso chiamato fosfolipide, che si può trovare nel cervello ( 35 , 36 ). E' stato suggerito che l'assunzione di integratori di fosfatidilserina potrebbe essere utile per preservare la salute del cervello ( 37 ). Gli studi hanno dimostrato che l'assunzione di 100 mg di fosfatidilserina tre volte al giorno potrebbe aiutare a ridurre il declino dovuto all'età della funzione del cervello ( 38 , 39 , 40 , 41 ). Inoltre, le persone sane che assumono integratori di fosfatidilserina fino a 400 mg al giorno hanno dimostrato di avere una migliore capacità di pensiero e memoria ( 42 , 43 ). Tuttavia, maggiori studi devono essere effettuati prima che i suoi effetti sulla funzione cerebrale possano essere pienamente compresi.


#5.- Acetil-L-Carnitina

L'Acetil-L-carnitina è un aminoacido prodotto naturalmente nel corpo. Esso svolge un ruolo importante nel metabolismo, in particolare nella produzione di energia. Si sostiene che assumere integratori di acetil-L-carnitina possa aiutare a dare una maggiore sensazione di allarme, migliorare la memoria e rallentare la perdita di memoria correlata all'età ( 44 ).
Alcuni studi sugli animali hanno dimostrato che l'integrazione con acetil-L-carnitina può prevenire il declino relativo all'età nella funzione del cervello e aumentare la capacità di apprendimento ( 45 , 46 ).
Negli esseri umani, gli studi hanno rivelato che potrebbe essere un utile complemento per rallentare il declino della funzione del cervello per causa dell'età. Può anche essere utile per migliorare la funzione cerebrale nelle persone con demenza lieve o Alzheimer ( 47 , 48 , 49 , 50 , 51 , 52 ).
Tuttavia, non vi è alcuna ricerca per dimostrare che ha un effetto benefico sulle persone altrimenti sane che non sono affette da una perdita delle funzioni cerebrali.


#6.- Ginkgo Biloba

Il Ginkgo Biloba è un integratore a base di erbe derivate dall'albero Ginkgo biloba. Si tratta di un integratore incredibilmente popolare che molte persone prendono per aumentare la potenza del proprio cervello. Si pensa che possa funzionare aumentando il flusso di sangue al cervello ed è stato affermato di migliorare le funzioni cerebrali come la concentrazione e la memoria ( 53 ).
Nonostante l'uso diffuso sul consumo di ginkgo biloba, i risultati degli studi che hanno valutato i suoi effetti sono misti.
Alcuni studi hanno rivelato che l'assunzione di integratori di ginkgo biloba può aiutare a ridurre il declino relativo all'età della funzione del cervello ( 54 , 55 , 56 ).

Uno studio eseguito su persone sane di mezza età ha scoperto che l'assunzione di integratori di ginkgo biloba ha contribuito a migliorare la memoria e la capacità di pensiero ( 57 , 58 ).

Tuttavia, non tutti gli studi hanno riscontrato questi benefici ( 59 , 60 ).

Vi consigliamo di leggere anche questi altri 4 integratori nootropici che abbiamo redatto.

Riferimenti:

I riferimenti agli studi del presente articolo, saranno riportati nei link apposti ai numeri tra parentesi.-

Potrebbe interessarti anche

Come Omega 3 e Vitamina D Aiutano i Livelli di Serotonina
03 Marzo 2015

Come Omega 3 e Vitamina D Aiutano i Livelli di Serotonina

Sebbene gli acidi grassi essenziali omega-3 marini e la vitamina D hanno dimostrato di migliorare la funzione cognitiva e il comportamento nel contesto di alcuni disturbi cerebrali, il meccanismo di base è stato poco chiaro. In un nuovo documento la serotonina viene spiegata come il possibile anello mancante di collegamento di come questi due nutrienti potrebbero migliorare i sintomi associati a una vasta gamma di disturbi cerebrali.

Melatonina
02 Ottobre 2014

Melatonina

La Melatonina è un  ormone che viene secreta da una piccola struttura situata al centro del cervello la Ghiandola pineale o epifisi. Negli esseri umani questo ormone sembra sfavorire la maturazione sessuale per cui, in età giovanile, la sua produzione diminuisce.Negli esseri umani, la produzione di Melatonina aumenta bruscamente di notte...

Ultimi post pubblicati

Speciale Allenamento Deltoidi
20 Ottobre 2018

Speciale Allenamento Deltoidi

4 Esempi di Allenamento per Sviluppare i Deltoidi

I deltoidi sono muscoli collocati all’interno dell'articolazione della spalla, i muscoli deltoidi si suddividono in anteriori, mediali e posteriori, infraspinato, sovraspinato, piccolo rotondo e grande rotondo, sottoscapolare.

Gran Dentato
19 Ottobre 2018

Gran Dentato

Origine, Inserzione ed Azione

Il muscolo Gran Dentato è incluso tra i muscoli del cingolo scapolo-omerale. Con la sua azione porta in rotazione esterna la scapola, un movimento importante per l’elevazione dell’omero sopra i 90°, permette inoltre di far aderire la scapola al torace e può come azione secondaria coadiuvare i movimenti delle coste utili all’inspirazione.