La Grave Situazione Dell'Obesità in Italia

La Grave Situazione Dell'Obesità in Italia

La Grave Situazione dell'Obesità in Italia

I numeri sono impressionanti; in Italia si stima ci siano circa 21 milioni di persone con problemi di sovrappeso, 6 dei quali con veri e propri problemi di obesità. La maggior parte delle persone sovrappeso sono uomini e il problema obesità, sebbene sia diffuso dappertutto è più marcato nelle regioni del sud Italia, in modo particolare in Sicilia, Campania e Molise. Rimanendo in tema di statistiche è interessante sapere che c'è una maggior frequenza di uomini italiani in sovrappeso rispetto a quelli di cittadinanza straniera residenti nel nostro paese e l'eccesso di chili è riscontrabile in particolare nelle persone con difficoltà economiche e con un basso livello di istruzione. 

Una delle cause più frequenti è la "non consapevolezza". Spesso infatti le persone tendono a sottostimare il problema o peggio ancora non si rendono conto di averlo. L'Organizzazione Mondiale della sanità stima che in tutto il mondo siano circa 3,4 milioni i decessi di persone adulte per cause strettamente legate a sovrappeso e obesità, quindi colpite da malattie tipo diabete, malattie ischemiche del cuore e da tumori attribuibili all'eccesso ponderale. 

Ma veniamo ai dati più interessanti; più del 60% degli italiani dichiara di essere ben informato sui valori nutrizionali dei prodotti che consuma, e forse è proprio a causa di questa presunta conoscenza che la maggior parte delle persone che si mette a dieta utilizza metodi "fai da te" e non si affida alle mani di un medico specialista del settore. 
Il risultato? Un vero e proprio disastro, dato che da uno studio si evince che su 100 persone che si sono sottoposte a diete fai da te solamente 5 sono riuscite a dimagrire definitivamente e quasi il 40% non ha ottenuto alcun risultato. 

Ma che sia per caparbia o per esigenza noi non molliamo, dato che 8 italiani su 10 almeno 3 volte l'anno si mette a dieta per dimagrire, evidentemente con scarsi risultati. Da un dato recente che fa riferimento ai risultati di un'indagine Istat emerge che il 45,1% dei soggetti di età inferiore ai 18 anni è sovrappeso, mentre ben 3 milioni di persone nella nostra penisola soffre di disturbi del comportamento alimentare e nel 90% dei casi si tratta di donne. I dati sono allarmanti, ancor di più se ha ragione la Società Italiana dell'Obesità quando afferma che fra meno di 10 anni il tasso di obesità fra gli adulti nel nostro paese toccherà il 14%.

Per quello che riguarda il mondo infantile il sistema di monitoraggio "Okkio alla salute" del centro nazionale di prevenzione e controllo delle malattie (Ccm) del Ministero della Salute ha riportato che il 22,9% dei bambini di 8/9 anni di età è in sovrappeso mentre l'11,1% è in condizioni di obesità. Dati pressoché preoccupanti che dovrebbero farci riflettere. Secondo i dati dell'OMS la prevalenza dell'obesità a livello globale dal 1980 ad oggi è praticamente raddoppiata, e se non cominciamo ad inculcare una mentalità corretta sotto il punto di vista alimentare già ai bambini, in futuro questi dati potranno solo che peggiorare.

Se diamo uno sguardo al mondo però non siamo i peggiori. Negli USA (dove risiede il 13% della popolazione obesa del pianeta) un terzo delle persone sopra i 20 anni è sovrappeso. Ma il problema obesità non risparmia neanche l'oriente, perchè dietro agli Stati Uniti troviamo la Cina e l'India che insieme totalizzano il 15% degli obesi; poi seguono Russia, Brasile, Messico, Egitto ecc. 

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati