(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

I 5 Migliori Trucchi Per Non Ingrassare a Natale

data di redazione: 09 Dicembre 2017
I 5 Migliori Trucchi Per Non Ingrassare a Natale

Come, Quando, Cosa Mangiare nel Periodo Pre Natalizio per Non Ingrassare

Volete festeggiare il Natale come si deve senza ingrassare? Vediamo di scoprire i 5 Migliori Trucchi Per Non Ingrassare a Natale. Il periodo di Natale è probabilmente il più bello e atteso dell'anno ma è un'arma a doppio taglio, nel senso che da un lato ci si ritrova in famiglia, si mangia, si beve, ci sono i giorni di festa, ma dall'altro c'è il pericolo di ingrassare, di appesantirsi, vanificando gli sforzi compiuti i mesi precedenti in palestra. L'ago della bilancia salirà inesorabilmente, e non sono muscoli, ma grasso! Il problema è che un pò tutti gli alimenti tipici di questo periodo di fine anno sono estremamente calorici, come ad esempio il panettone, che anche senza farcitura su 100g di prodotto apporta ben 350 Kilocalorie, il torrone quasi 500, il panforte più di 400. Se cominciamo ancor prima delle feste ad acquistare il panettone e ad inserirlo nella nostra prima colazione è sicuro che a feste finite un paio di chili in più nel girovita sono assicurati. Inoltre se aggiungiamo ai giorni di festa le cene pre-natalizie con i colleghi lavoro, con gli amici della palestra, con gli amici del calcetto, possiamo aggiungere molti chilogrammi nel nostro peso ideale.

Quindi come bisogna comportarsi per non ingrassare a Natale, festeggiando ugualmente le feste?

1) GIOCARE DI ANTICIPO

Bisogna giocare d'anticipo, in quanto già il pranzo natalizio e il cenone di capodanno sottoporranno il nostro organismo ad un carico elevato di calorie con inevitabili eccessi di grassi saturi e carboidrati complessi, per cui è consigliabile fare attenzione a mantenere un controllato apporto calorico nei giorni che precedono le festività. In questo modo ci possiamo concedere lo sgarro durante i banchetti tradizionali, limitandone le conseguenze. Cercate di limitare le cene pre-natalizie battezzando quelle che a cui non potete rinunciare. Cenare nei ristoranti, non è come cenare a casa in quanto non volete bere uno o due bicchieri di vino? Non volete assaggiare qualche fritto? Resisterete alla carta dei dolci? 

È importante"depurare" il proprio organismo già una decina di giorni prima limitando al minimo:

  • latticini
  • formaggi
  • pane
  • pasta
  • Non mangiate panettoni e i pandori a colazione
  • Non esagerate con l'alcol
  • Limitate i dolci

2) ALLENARSI DI PIU'

Durante le feste di natale avrete qualche giorno extra da dedicare al vostro corpo, in quanto avrete sicuramente qualche giorno di ferie o di festa. Approfittatene per fare più sport, non fermatevi con gli allenamenti in palestra ed unite qualche allenamento cardio da effettuarsi nei giorni off dai pesi. E' sufficiente una corsa o camminata al mattino, magari prima di aver fatto colazione. In questo periodo con l'alimentazione al top di gamma, ricercate i massimi carichi di lavoro negli esercizi in palestra, quindi per voi sarà un periodo produttivo e positivo a livello sportivo. Quando le altre persone torneranno in palestra il 7 gennaio voi avrete un mese di allenamento in più e non dovrete correre ai ripari per i bagordi delle feste. 

Ma possiamo fare di più?

Certamente, in vista dell'eccesso di zuccheri, grassi, carboidrati e proteine animali possiamo "preparare" il nostro fegato ad affrontare una sorta di super-lavoro. La funzione del fegato, che è la ghiandola più grande del nostro corpo, è legata alla digestione intestinale, per mezzo della produzione della bile, che viene a sua volta immagazzinata nella cistifellea per poi essere versata nel duodeno nel momento della digestione. La bile è fondamentale per tutto il processo digestivo perchè scinde i grassi in piccolissime particelle che sono più facili da assimilare dall'intestino. Inoltre, il fegato funge da magazzino per il glicogeno, sintetizza le proteine e non per ultimo purifica il sangue. È importante agire sul fegato perchè le abbuffate natalizie rallentano i processi digestivi e portano ad un ingrossamento dello stesso. Questa sorta di ingrossamento, detta epatosteatosi, non è altro che una condizione di eccessivo aumento di grasso internamente alle cellule epatiche, e i sintomi sono quelli classici accusati dopo una mangiata eccessiva, ovvero pesantezza,  gonfiore di stomaco e sonnolenza. 

3) DEPURATEVI CON IL TARASSACO

Per il periodo che precede le feste, ma anche per quello immediatamente successivo, il consiglio è quello di assumere il tarassaco sotto forma di infuso. Questa erba ha un forte potere sgonfiante e agisce come diuretico, depurativo e come blando lassativo. Il tarassaco inoltre favorisce in generale le funzioni del fegato e la digestione dei cibi, aiutando per di più a tenere sotto controllo i livelli di glucosio, colesterolo e trigliceridi nel sangue.

4) VELLUTATE DI VERDURA A CENA

Esistono pasti sani, completi, sazianti e che facciano dimagrire? Sì, le vellutate o creme di verdure. Sono le ricette ideali per perdere peso gradualmente, senza patire la fame e garantendo al vostro corpo tutti i nutrienti e le sostanze di cui ha bisogno. Ci sono ricette squisite che contengono poche calorie ed una miriade di sostanze nutritive benefiche. In queste serate fredde invernali, per aumentare il consumo di verdure, consigliamo di provare qualche vellutata con un filo d'olio e una spruzzata di parmigiano e qualche crostino di pane.

POTREBBERO INTERESSARTI LE SEGUENTI RICETTE:

  1. VELLUTATA DIMAGRANTE
  2. VELLUTATA ZUCCA, PATATE DOLCI, ZENZERO E CAROTE

5) STOP AGLI INTEGRATORI

Chi va in palestra assume integratori per incrementare la massa, chi pratica sport di endurance assume integratori salini; qual é il consiglio che possiamo darvi per queste feste? Gli integratori servono a “integrare” quando, per varie ragioni, non è possibile seguire una dieta corretta, che risulta quindi carente di fibre, proteine, vitamine o sali minerali. Possono essere utili anche in caso di necessità specifiche, per esempio durante una dieta o in periodi di intensa attività sportiva. Ma in un periodo di festa? Dove l'alimentazione è ricca di proteine, grassi e carboidrati non ha senso appesantire il nostro apparato con gli integratori, a nostro avviso è sufficiente ciò che apporta l'alimentazione.

Scritto da: ABC Team

Potrebbe interessarti anche

Giro d'Italia 2016 -  Le 21 Tappe ed i Big in Gara
10 Maggio 2016

Giro d'Italia 2016 - Le 21 Tappe ed i Big in Gara

Conclusi i primi 3 giorni in terra straniera alias Olanda, il Giro d'Italia ha fatto ritorno in Italia nella decorsa giornata, approfittando del primo dei tre giorni di riposo previsti lungo la gara.

Allenamento Pesi Meglio del Tapis Roulant, per Ridurre il Grasso dalla Pancia
26 Dicembre 2014

Allenamento Pesi Meglio del Tapis Roulant, per Ridurre il Grasso dalla Pancia

Uno studio rivela la migliore attività fisica per diminuire il girovita

Dopo qualche giorno di festa, molti avvertono sul proprio girovita, qualche centimetro in più e probabilmente non è muscolo ma grasso. Questo è normale ed è giusto che si festeggi come meglio si crede, una “ricarica nutrizionale natalizia” può darci la giusta carica mentale per riprendere la nostra attività fisica con maggiore determinazione e intensità per rimetterci in forma. Anche se può sembrare un po' presto per cominciare a pensare a risoluzioni anche per la festa di Capodanno,

Ultimi post pubblicati

Speciale Allenamento Deltoidi
20 Ottobre 2018

Speciale Allenamento Deltoidi

4 Esempi di Allenamento per Sviluppare i Deltoidi

I deltoidi sono muscoli collocati all’interno dell'articolazione della spalla, i muscoli deltoidi si suddividono in anteriori, mediali e posteriori, infraspinato, sovraspinato, piccolo rotondo e grande rotondo, sottoscapolare.

Gran Dentato
19 Ottobre 2018

Gran Dentato

Origine, Inserzione ed Azione

Il muscolo Gran Dentato è incluso tra i muscoli del cingolo scapolo-omerale. Con la sua azione porta in rotazione esterna la scapola, un movimento importante per l’elevazione dell’omero sopra i 90°, permette inoltre di far aderire la scapola al torace e può come azione secondaria coadiuvare i movimenti delle coste utili all’inspirazione.