(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

L'attività Fisica può Proteggere contro gli Effetti Negativi del Consumo di Bevande Zuccherate

data di redazione: 15 Novembre 2014
L'attività Fisica può Proteggere contro gli Effetti Negativi del Consumo di Bevande Zuccherate

Le bevande zuccherate sono tra le principale fonti di zuccheri aggiunti nella dieta degli adolescenti e giovani adulti che sono tra coloro che consumano maggiormente queste bevande rispetto a qualsiasi altro gruppo di età. Il tasso di obesità negli adolescenti, che è cresciuto molto nel corso degli ultimi trent'anni, ha portato a un maggiore controllo degli zuccheri aggiunti negli alimenti, in particolare quelli che si trovano nelle bevande gassate. Ora, i ricercatori hanno scoperto che a breve termine, il consumo moderato di bevande contenenti aggiunte di fruttosio o glucosio ha uno scarso impatto sulla salute metabolica del peso, mantenendolo stabile, degli adolescenti fisicamente attivi.

 

"Queste bevande possono non essere così dannose per gli adolescenti come si pensava, a condizione che i ragazzi rimangano attivi," ha dichiarato Jill Kanaley, professore e presidente associato presso l'MU Department of Nutrition and Exercise Physiology. "Tale componente, l'attività fisica, è davvero fondamentale nella protezione contro alcuni degli effetti negativi del bere grandi quantità di bevande zuccherate come dimostrato in studi precedenti."

 

Lo studio di Kanaley ha misurato più aspetti della salute metabolica, tra cui la sensibilità all'insulina e i livelli di colesterolo, dopo che i partecipanti avevano consumato una moderata quantità di bevande o con l'aggiunta di glucosio o di fruttosio, ogni giorno per due settimane. La bevanda ad alto contenuto di glucosio, conteneva 50 g di glucosio e 15 g di fruttosio; la bevanda ad alto contenuto di fruttosio, conteneva 50 grammi di fruttosio e 15 grammi di glucosio. In confronto, due lattine da 33 cl di bevande zuccherate, contengono circa 50 grammi di fruttosio, anche se la quantità di zucchero presente nelle bevande analcoliche varia da marca e tipo. I ricercatori hanno utilizzato bracciali con sensori elettronici per monitorare l'attività fisica dei partecipanti, i quali erano adolescenti maschi e femmine di età compresa tra i 15 e i 20 anni, sani.

 

Anche se alcune ricerche hanno dimostrato che il consumo di bevande zuccherate può avere effetti metabolici negativi, Kanaley ha detto che i risultati di questi studi sono stati contraddittori. Precedenti ricerche, spesso hanno escluso la misurazione dei livelli di attività fisica dei partecipanti.

 

In uno dei suoi studi precedenti, che di recente è stata pubblicata in Medicine in Science and Sports, Kanaley ha scoperto che una maggiore attività fisica diminuisce gli effetti negativi associati alle diete ad alto contenuto di fruttosio.

 

"Molti genitori di adolescenti, si preoccupano del consumo di bevande zuccherate da parte dei loro figli", ha detto Kanaley. "Sicuramente consiglierei di ridurre ai figli l'assunzione di bevande zuccherate, ma è anche importante che i ragazzi rimanessero attivi, soprattutto se sono soliti bere molte bevande zuccherate. Nel nostro studio, gli adolescenti di sesso femminile praticavano in media circa 8.000 passi al giorno, mentre per i maschi in media circa 10.000 passi al giorno. Questi ragazzi non erano atleti, ma avevano uno stile di vita attivo. "

 

L'articolo di Kanaley è stato pubblicato sul Journal of Clinical Nutrition

 

Riferimenti:

-Partial funding by a grant from the JR Albert Foundation, which provides support to nonprofit organizations promoting healthy living and wellness. Other MU researchers on the study included Ying Liu, Young-Min Park and Nathan Winn. Timothy Heden, who recently completed his doctorate at MU and currently is a postdoctoral fellow at East Carolina University, was listed as first author on the study.

-The Department of Nutrition and Exercise Physiology is jointly administered by the College of Agriculture, Food and Natural Resources, the College of Human Environmental Sciences and the School of Medicine.

University of Missouri-Columbia

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook
Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Quanto Peso Bisogna Perdere o Guadagnare Per Apparire Più Attraenti?
08 Dicembre 2015

Quanto Peso Bisogna Perdere o Guadagnare Per Apparire Più Attraenti?

Un nuovo studio ha esaminato la percezione sociale di attrattività in termini quantitativi e suggerisce una specifica quantità di peso di cui le persone hanno bisogno di guadagnare o perdere prima che altri indici, o la comunicazione, li possano far considerare più attraenti.

Mangiare Proteine ​​Prima dei Carboidrati Abbassa i Livelli di Glucosio Dopo il Pasto
26 Giugno 2015

Mangiare Proteine ​​Prima dei Carboidrati Abbassa i Livelli di Glucosio Dopo il Pasto

Quando verdure e proteine ​​sono state mangiate prima dei carboidrati, i ricercatori hanno scoperto che i livelli di glucosio sono stati il ​​29%, 37% e il 17% inferiori nei 30, 60 e 120 minuti dei controlli, rispetto a quando i carboidrati sono stati consumati prima. Inoltre, l'insulina è risultata significativamente più bassa quando i partecipanti hanno mangiato prima le verdure e proteine.

Ultimi post pubblicati

Alimenti e Integratori Che Aumentano il Testosterone
18 Maggio 2019

Alimenti e Integratori Che Aumentano il Testosterone

Il testosterone alto, il principale ormone maschile, è un ottimo segno per la salute, ecco perché ci si domanda sempre come aumentarlo con l'alimentazione o altre soluzioni, ovviamente naturali e non chimiche.

Definizione Muscolare - La Scheda Migliore
16 Maggio 2019

Definizione Muscolare - La Scheda Migliore

Acquisire massa muscolare è abbastanza semplice, basta mangiare un pò di più adottando un allenamento strutturato sui grandi esercizi, spingendo grossi carichi; in linea di massima questa strategia ha sempre dato ottimi risultati in termini di aumento di peso e massa muscolare. Il problema nasce quando si deve perdere grasso, cercando di non perdere la massa muscolare, faticosamente acquisita nella fase bulk.