(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

L'attività Fisica può Proteggere contro gli Effetti Negativi del Consumo di Bevande Zuccherate

data di redazione: 15 Novembre 2014
L'attività Fisica può Proteggere contro gli Effetti Negativi del Consumo di Bevande Zuccherate

Le bevande zuccherate sono tra le principale fonti di zuccheri aggiunti nella dieta degli adolescenti e giovani adulti che sono tra coloro che consumano maggiormente queste bevande rispetto a qualsiasi altro gruppo di età. Il tasso di obesità negli adolescenti, che è cresciuto molto nel corso degli ultimi trent'anni, ha portato a un maggiore controllo degli zuccheri aggiunti negli alimenti, in particolare quelli che si trovano nelle bevande gassate. Ora, i ricercatori hanno scoperto che a breve termine, il consumo moderato di bevande contenenti aggiunte di fruttosio o glucosio ha uno scarso impatto sulla salute metabolica del peso, mantenendolo stabile, degli adolescenti fisicamente attivi.

 

"Queste bevande possono non essere così dannose per gli adolescenti come si pensava, a condizione che i ragazzi rimangano attivi," ha dichiarato Jill Kanaley, professore e presidente associato presso l'MU Department of Nutrition and Exercise Physiology. "Tale componente, l'attività fisica, è davvero fondamentale nella protezione contro alcuni degli effetti negativi del bere grandi quantità di bevande zuccherate come dimostrato in studi precedenti."

 

Lo studio di Kanaley ha misurato più aspetti della salute metabolica, tra cui la sensibilità all'insulina e i livelli di colesterolo, dopo che i partecipanti avevano consumato una moderata quantità di bevande o con l'aggiunta di glucosio o di fruttosio, ogni giorno per due settimane. La bevanda ad alto contenuto di glucosio, conteneva 50 g di glucosio e 15 g di fruttosio; la bevanda ad alto contenuto di fruttosio, conteneva 50 grammi di fruttosio e 15 grammi di glucosio. In confronto, due lattine da 33 cl di bevande zuccherate, contengono circa 50 grammi di fruttosio, anche se la quantità di zucchero presente nelle bevande analcoliche varia da marca e tipo. I ricercatori hanno utilizzato bracciali con sensori elettronici per monitorare l'attività fisica dei partecipanti, i quali erano adolescenti maschi e femmine di età compresa tra i 15 e i 20 anni, sani.

 

Anche se alcune ricerche hanno dimostrato che il consumo di bevande zuccherate può avere effetti metabolici negativi, Kanaley ha detto che i risultati di questi studi sono stati contraddittori. Precedenti ricerche, spesso hanno escluso la misurazione dei livelli di attività fisica dei partecipanti.

 

In uno dei suoi studi precedenti, che di recente è stata pubblicata in Medicine in Science and Sports, Kanaley ha scoperto che una maggiore attività fisica diminuisce gli effetti negativi associati alle diete ad alto contenuto di fruttosio.

 

"Molti genitori di adolescenti, si preoccupano del consumo di bevande zuccherate da parte dei loro figli", ha detto Kanaley. "Sicuramente consiglierei di ridurre ai figli l'assunzione di bevande zuccherate, ma è anche importante che i ragazzi rimanessero attivi, soprattutto se sono soliti bere molte bevande zuccherate. Nel nostro studio, gli adolescenti di sesso femminile praticavano in media circa 8.000 passi al giorno, mentre per i maschi in media circa 10.000 passi al giorno. Questi ragazzi non erano atleti, ma avevano uno stile di vita attivo. "

 

L'articolo di Kanaley è stato pubblicato sul Journal of Clinical Nutrition

 

Riferimenti:

-Partial funding by a grant from the JR Albert Foundation, which provides support to nonprofit organizations promoting healthy living and wellness. Other MU researchers on the study included Ying Liu, Young-Min Park and Nathan Winn. Timothy Heden, who recently completed his doctorate at MU and currently is a postdoctoral fellow at East Carolina University, was listed as first author on the study.

-The Department of Nutrition and Exercise Physiology is jointly administered by the College of Agriculture, Food and Natural Resources, the College of Human Environmental Sciences and the School of Medicine.

University of Missouri-Columbia

Scritto da: ABC Team

Potrebbe interessarti anche

Un Nuovo Sensore Montato Su Un Dente Potrebbe Aiutare A Monitorare La Nostra Alimentazione
23 Marzo 2018

Un Nuovo Sensore Montato Su Un Dente Potrebbe Aiutare A Monitorare La Nostra Alimentazione

Questo sensore è grande solo 2 millimetri quadrati e può adattarsi e legarsi flessibilmente alla superficie naturalmente bitorzoluta e irregolare di un dente. Il sensore può raccogliere informazioni sul consumo di sale, glucosio e alcol di una persona che entra nella bocca. I dati possono essere riportati in tempo reale.

Cosa succede al tuo corpo quando smetti di allenarti?
03 Ottobre 2016

Cosa succede al tuo corpo quando smetti di allenarti?

9 cose che non ti aspetti quando abbandoni l’allenamento

Cosa succede quando smetti di allenarti? In quanto tempo i tuoi muscoli perdono la capacità di sollevamento che avevi raggiunto prima della pausa? Se devi recuperare la tua resistenza dopo un infortunio, e quindi un arresto forzato dei tuoi allenamenti, quanto tempo e quanto sforzo ti ci vuole? DIl declino della tua forma fisica, la velocità alla quale si verifica, ed il suo recupero dipende da diversi fattori. Alcuni ti potrebbero anche sorprendere.

Ultimi post pubblicati

CURL ALLA PANCA SCOTT 1 MANUBRIO PRESA NEUTRA
14 Dicembre 2018

CURL ALLA PANCA SCOTT 1 MANUBRIO PRESA NEUTRA

Descrizione esecuzione esercizio con i vari step per eseguire in maniera perfetta il movimento. Elenco dei muscoli coinvolti, biomeccanica dell'esercizio e tipo di esercizio.

Tortino di Patate Dolci Super Proteico
13 Dicembre 2018

Tortino di Patate Dolci Super Proteico

Mono porzione di Tortino da 35 grammi di Proteine

Le patate dolci americane sono ricercatissime per questa loro capacità di rilasciare energia lentamente, senza provocare aumenti dei livelli di zucchero nel sangue, e per questo motivo che rappresentano una scelta ottimale anche per chi è a dieta, fornendo un apporto costante di energia, ma con un basso contenuto di zuccheri e grassi.
Preparazione: 40 min.
Difficoltà: 3
N. porzioni: 1