Mondiali Russia 2018: Svezia - Italia

Mondiali Russia 2018: Svezia - Italia

Mondiali Russia 2018: Svezia - Italia

Stasera alle ore 20,45 presso lo Stadio Friends Arena di Stoccolma (Svezia) avrà luogo lo spareggio valido per le qualificazioni ai Mondiali di Russia 2018: Svezia - Italia. Ci siamo. Mancano poche ore al primo atto della sfida tra Svezia ed Italia che assegnerà un posto ai Mondiali di Russia 2018. Il nostro Commissario Tecnico Gian Piero Ventura, sembra intenzionato ad abbandonare il suo modulo, alquanto spregiudicato, 4-2-4 per puntare su un più difensivo 3-5-2:

  • 1 Buffon
  • 15 Barzagli
  • 19 Bonucci
  • 3 Chiellini
  • 6 Candreva
  • 8 Parolo
  • 10 Verratti
  • 16 De Rossi
  • 4 Darmian
  • 9 Belotti
  • 11 Immobile 

A disposizione: (12 Donnarumma, 21 Spinazzola, 2 Zappacosta, 19 Rugani, 18 Jorginho, 5 Gagliardini, 20 Florenzi, 13 Bernardeschi, 7 Insigne, 22 Zaza, 17 Eder, 14 Perin). 

La Svezia invece adotterà un classico 4-4-2:

  • 1 Olsen
  • 16 Krafth
  • 4 Granqvist
  • 3 Lindelof
  • 6 Augustinsson
  • 17 Claesson
  • 7 S.Larsson
  • 8 Ekdal
  • 10 Forsberg
  • 9 Berg
  • 20 Toivonen

A disposizione: (12 Johnsson, 5 Ollson, 14 Helander, 2 Jansson, 15 Durmaz, 13 Johansson, 19 Rohden, 22 Sema, 18 Svensson, 11 Guidetti, 21 Thelin, 23 Nordfeldt) All.: Andersson

Arbitro: Cakir (Turchia)

Zlatan Ibrahimovic è il grande assente di questa sfida (per fortuna), in una recente intervista ha rilasciato le seguenti dichiarazioni.

"Saranno due belle partite, difficili per entrambe. Giocare - dice l'ex attaccante della Juventus ai microfoni di Sky Sport - i play-off è tutta un'altra cosa rispetto al girone di qualificazione. La Svezia gioca senza pressione, perché da quando non ci sono più io, nessuno pretende chissà quale risultato, dai media ai tifosi. Quando gioco io il livello si alza, in mia assenza si abbassa. Detto questo sono pur sempre un bel collettivo, con meno responsabilità sulle spalle. I giocatori non hanno molta esperienza, ma il progetto è ambizioso. Se fra gli Azzurri c'è qualcuno come me? Sì, Verratti, nessuno è più forte di lui, ma va utilizzato nel modo giusto. E' uno dei più forti al mondo, ma deve giocare come centrale in un centrocampo difensivo. Se torno se la Svezia si qualifica? No, la mia storia in Nazionale l'ho già fatta, poi vediamo cosa succede. Sicuramente andare in Russia sarebbe molto bello».

Speriamo che Gian Piero Ventura riesca a portarci in Russia. Forza Italia.


Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati