Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Olimpiadi di Pyongyang - Short Track Arianna Fontana Solo Settima Nei 1500 Mt

data di redazione: 18 Febbraio 2018
Olimpiadi di Pyongyang - Short Track Arianna Fontana Solo Settima Nei 1500 Mt

Olimpiadi di Pyongyang - Short Track: Arianna Fontana Solo Settima Nei 1500 Mt

Dopo la delusione per la prestazione di Sofia Goggia nel supergigante alle Olimpiadi Invernali di PyeongChang, ieri altro oro mancato dalle atlete italiane Arianna Fontana e Martina Valpecina nella disciplina di pattinaggio short track 1500 metri femminile.

Ma cos'è lo Short Track?

Lo Short Track nasce negli Stati Uniti ed in Canada ed è praticamente una gara di pattinaggio su ghiaccio sostanzialmente basato sulla velocità, che si differenzia da altre discipline per il fatto che predilige una partenza in contemporanea. Il nome stesso della disciplina (pista corta) suggerisce che il tracciato è solitamente breve, ovvero 110 metri, anche se le distanze ufficiali variano dai 500, 1000 e appunto i 1500 metri, che poi è quella che interessava le atlete italiane ieri. 

Oltre a queste esistono anche gare a staffetta della stessa disciplina che si disputano su distanze più lunghe, come la 3000 metri per le donne e la 5000 per gli uomini. Nello short track non esistono corsie, quindi è ammesso il contatto tra gli atleti in competizione, per cui non è raro assistere a cadute spettacolari durante i sorpassi o nelle fasi iniziale e finale della gara, cosa che rende questo sport tutt'altro che noioso. Le gare prevedono divisioni di atleti in batterie e chi arriva nelle prime posizioni passa al turno seguente fino ad arrivare alle finali. 

La 1500 metri che hanno disputato le due italiane ieri è una gara molto impegnativa, richiede infatti strategia ma soprattutto energia, caratteristica quest'ultima che è venuta meno in finale alla Fontana che arriva solo settima e dichiara: "le gambe non ne avevano più, alla fine ho fatto solo da spettatrice"

La Valpecina viene invece penalizzata nella finale B a causa del contatto con la giapponese Kikuschi. Esce vittoriosa quindi la coreana Choi in 2'24''948, dietro di lei la cinese Li con un tempo di 2'25"703 mentre il terzo posto è della canadese Boutin con 2'25"834.

Lo short track è ancora una disciplina poco conosciuta, anche se in questi giorni ha guadagnato un pò di popolarità per l'oro conquistato proprio dalla nostra Arianna Fontana nei 500 metri. In un'intervista post-gara dopo la prova dei 500 metri Arianna afferma: "È un oro che inseguivo da anni, una sensazione stupenda tagliare il traguardo davanti alla coreana in casa sua". Purtroppo ieri non si è ripetuta nei 1500.

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Le 30 Migliori Canzoni Rock Per La Tua Compilation Motivazionale
17 Agosto 2016

Le 30 Migliori Canzoni Rock Per La Tua Compilation Motivazionale

C'è qualcosa nel suono della chitarra che ti fa fare una ripetizione in più, un rullo di tamburi che ti permette di mettere su 5 kg oltre i tuoi limiti nel bilanciere, un’assolo che ti fa correre più veloce. Questo è ciò che può provocare in te la musica giusta riprodotta in palestra oppure nelle cuffie del tuo I-pod mentre corri nel parco. Abbiamo scelto 30 brani per te, prendi nota e creati la tua compilation personale.

massacrò una donna in strada pugile assolto
01 Ottobre 2014

massacrò una donna in strada pugile assolto

massacrò una donna in strada pugile assolto. Il 6 Agosto del 2010 a Milano, in viale Abruzzi , massacrò di pugni la prima donna che incontrò per strada , uccidendola . Ieri 06 Febbrario 2012 c'è stata la sentenza: "ASSOLTO PERCHE' TOTALMENTE INCAPACE DI INTENDERE E DI VOLERE AL MOMENTO DEI FATTI". Oleg Fedchenko, pugile dillettante ucraino di 27 anni non finirà i...

Ultimi post pubblicati

L'importanza di Scegliere un Buon Maestro per il Proprio Allenamento
07 Luglio 2020

L'importanza di Scegliere un Buon Maestro per il Proprio Allenamento

Avere un buon Maestro per i propri allenamenti vuol dire evitare una serie di errori e perdite di tempo che tarderebbero l'arrivo dei risultati sperati. Infatti, nel mondo del fitness e dell'allenamento in generale e come nella vita il fallimento è alla base del processo di apprendimento: è impossibile apprendere bene una cosa senza prima averla affrontata in tutte le sue forme incluse quelle più dolorose.

Fullbody in Giant Sets
03 Luglio 2020

Fullbody in Giant Sets

Come Allenare Tutto il Corpo in Solo 30 Minuti per una Definizione da Urlo

Le routine in fullbody sono dure, durissime ma hanno dimostrato di bruciare più grasso corporeo rispetto alle routine dove il corpo é diviso in varie parti. Questi allenamenti in set giganti per tutto il corpo, possono essere eseguiti in qualsiasi luogo, a seconda degli attrezzi a disposizione, con una frequenza settimanale minima di 3 giorni sino ad un massimo di 5 giorni a settimana.