(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Olimpiadi Invernali 2018: Sofia Goggia Oro nella Discesa Libera

data di redazione: 21 Febbraio 2018
Olimpiadi Invernali 2018: Sofia Goggia Oro nella Discesa Libera

Olimpiadi Invernali 2018: Sofia Goggia Oro nella Discesa Libera

La sciatrice bergamasca Sofia Goggia, alla sua prima presenza ai giochi Olimpici invernali, dopo la delusione nel superG, dove per un errore ha visto svanire una vittoria quasi sicura, porta l'Italia nel gradino più alto del podio nella discesa libera, staccando di 9 centesimi la norvegese Ragnhild Mowinckel e di 47 centesimi la statunitense Lindsey Vonn. 

Questo è un oro storico che nello sci femminile non ha precedenti; l'unico che eguagliò la campionessa fu Zeno Colò nello sci maschile a Oslo 1952. Questo per l'Italia alle Olimpiadi di PyeongChang è il terzo oro e la nona medaglia conquistata.

Dopo un passato sofferto tra sfortuna e infortuni Sofia si prende forse la più grande soddisfazione della sua carriera. Un'atleta davvero tenace, che negli ultimi due anni, anche grazie all'aiuto dei suoi preparatori azzurri, ha saputo costruire un bagaglio tecnico davvero notevole, ottenendo ottimi piazzamenti sia in coppa del mondo che ora in terra Coreana. 

La Goggia ha chiuso la scorsa stagione agonistica con un terzo posto nella classifica generale con 1197 punti, un record assoluto per un'atleta italiana. Per quello che riguarda le classifiche di specialità si piazza seconda in quella della discesa libera, terza nel gigante, sesta nel superG e ottava nella combinata alpina, conquistando almeno un podio per ciascuna di queste specialità, altro record in ambito italiano.

Anche nella discesa a PyeongChang fa un lavoro eccezionale. Costruisce metro per metro una gara magistrale, mantenendo, specie nella parte centrale del tracciato un'eccellente velocità, che le permette di rimanere, seppur di pochi centesimi di secondo, davanti alla forte norvegese Mowinckel. Sofia Goggia quindi ci regala un terzo oro nel medagliere, dopo quello conquistato da Arianna Fontana nella specialità Short Trach e della snowboarder Michela Moioli.

Potrebbero interessarvi i seguenti articoli tecnici:

ALLENAMENTO SCI CON ESERCIZI A CORPO LIBERO

SCHEDA ALLENAMENTO PALESTRA SPECIFICA PER LO SCI

POTENZIAMENTO CONTRO GLI INFORTUNI

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

9 motivi per saltare l'allenamento (non sempre però)
20 Aprile 2017

9 motivi per saltare l'allenamento (non sempre però)

Sei vicino al sovrallenamento? A volte NON allenarsi è una scelta intelligente. A volte non solo per quello…

Nel nostro mondo, quello delle palestre, dojo, kwoon più fai meglio è. Ed è per questo che è facile cadere nella trappola del sovrallenamento. Non vogliamo promuovere la pigrizia, ma siamo qui per dire che i giorni di riposo (a volte anche settimane) devono fare parte della vostra scheda di allenamento. Non sei convinto? Eccoti nove motivi per cui non dovresti andare in palestra tutti i giorni.

Effetti Dell’allenamento Sul Sistema Nervoso Spiegati In Modo Semplice
28 Dicembre 2017

Effetti Dell’allenamento Sul Sistema Nervoso Spiegati In Modo Semplice

Il sistema nervoso, ci permette di pensare, di far funzionare i muscoli, ed è formato da due settori: il centrale e il periferico. L'allenamento migliora significativamente il funzionamento di tale organo. Ecco spiegato in modo semplice come l'allenamento ne migliora il funzionamento.

Ultimi post pubblicati

Warrior Diet - Giornata Tipo
21 Febbraio 2019

Warrior Diet - Giornata Tipo

A differenza dei piani dietetici convenzionali, la WARRIOR DIET richiede di mangiare poco durante il giorno e di banchettare nelle ore serali, come del resto facevano i nostri antenati. Nell'antichità i guerrieri si allenavano a stomaco vuoto, mangiando molto meno durante il giorno, per poi mangiare a sazietà alla sera, dopo aver ucciso un animale o al termine di una battaglia.

Crema Catalana Proteica
20 Febbraio 2019

Crema Catalana Proteica

La crema catalana è un dolce al cucchiaio della tradizione spagnola, più precisamente della regione della Catalogna. Ha l’aspetto di una crema inglese con la superficie croccante, frutto della caramellizzazione dello zucchero che forma una vera e propria crosticina ambrata. Ha un sapore dolce aromatizzato al limone e solitamente si presenta in cocotte singole. Vediamo assieme come realizzarla in una versione fit super proteica.
Preparazione: 30 min.
Difficoltà: 5
N. porzioni: 2