(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Questione di Gravità

data di redazione: 01 Aprile 2014 - data modifica: 02 Ottobre 2014
Questione di Gravità

Forza di gravità e sport: sapevi che a Città del Messico si vincerebbe più facilmente una gara di sollevamento pesi e Oslo sarebbe uno dei peggiori campi di atletica leggera?

Molti sport sono condizionati dalla forza di gravità.

 

Gli atleti tentano di vincerne gli effetti quando lanciano un oggetto più lontano degli avversari o saltano più in alto o più in lungo di loro. La portata di un proiettile o l'altezza di un salto sono inversamente proporzionali all'accelerazione di gravità, che è in media g=9,8 m/s² sulla superficie terrestre (a proposito, g è sei volte inferiore sulla Luna).

 

Il peso di una massa di 100 kg è dato dalla massa e g, ma il valore di g varia a seconda di dove ci si trovi sulla terra, a causa di due effetti.

 

  • Il primo, e meno importante, è che la Terra non è perfettamente sferica, ma leggermente più grossa all'equatore che ai poli: ciò significa che la distanza dal suo centro aumenta a mano a mano che ci si sposta dai poli all'equatore, anche se non aumenta in maniera troppo costante, perché lungo la via si incontrano ogni tanto montagne e gole.
  • Il secondo e più importante effetto sull'intensità dell'attrazione gravitazionale che avvertiamo è prodotto dalla rotazione quotidiana della Terra intorno al proprio asse.

 

L'effetto che la rotazione ha su una persona situata sulla superficie terrestre è di farla ruotare in un cerchio il cui raggio aumenta costantemente, passando dallo zero dei poli al massimo dell'equatore. Questo provoca una forza centrifuga perpendicolare all'asse di rotazione terrestre.

 

Tale forza si oppone all'attrazione gravitazionale prodotta dalla massa della Terra, sicché una bilancia a molla della massa di un chilo appesa a essa avrebbe un peso massimo ai poli, che diminuirebbe costantemente a mano a mano che si avvicinasse all'equatore, dove raggiungerebbe il suo minimo.

                                                                              g(ai poli) > g(equatore)

 

 

Il fenomeno ha alcune interessanti conseguenze. Una massa di 100 kg pesa di più a latitudini alte che a latitudini basse, e quindi occorre una forza maggiore per sollevarla sopra la testa. Un oggetto pesa circa lo 0,5% di più ai poli che all'equatore.

 

Se si vuole battere un record di sollevamento pesi, è meglio dirigersi all'equatore. L'ideale sarebbe Città del Messico, dove la combinazione di latitudine e altitudine fa sì che g=9,799 m/s², sicché 100 kg pesano 944,9 N, mentre uno dei peggiori campi di atletica leggera sarebbe a Oslo o Helsinki, dove g=9,819 m/s² e 100 kg pesano 981,9 N.

 

Quindi cosa facciamo? Ci alleniamo ad Oslo e gareggiamo a Città del Messico? ...Peccato che le condizioni siano uguali per tutti...

 

 

Buon allenamento da ABC

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Facebook Live - Mercoledì 9 Agosto 2017 ore 11
07 Agosto 2017

Facebook Live - Mercoledì 9 Agosto 2017 ore 11

Mercoledì 9 Agosto ore 11 Circa LIVE PAGINA FACEBOOK DI ABC ALLENAMENTO.

L'Obesità' non Sempre è Correlata a Problemi Metabolici
05 Gennaio 2015

L'Obesità' non Sempre è Correlata a Problemi Metabolici

In un nuovo studio, i ricercatori hanno scoperto che alcune persone obese non hanno i cambiamenti metabolici solitamente associati al diabete, malattie cardiache e ictus. Questo suggerisce che alcune persone obese possono essere protetti da queste anomalie metaboliche quando aumentano di peso.

Ultimi post pubblicati

Soufflè Proteici Al Cioccolato e Cocco
18 Febbraio 2019

Soufflè Proteici Al Cioccolato e Cocco

Volete terminare le vostre proteine al cioccolato realizzando una ricetta deliziosa? Vi consigliamo di provare il nostro soufflè proteico al cioccolato e cocco.
Preparazione: 20 min.
Difficoltà: 3
N. porzioni: 2
Budino Proteico Alla Vaniglia
18 Febbraio 2019

Budino Proteico Alla Vaniglia

Il budino con latte e uova è un dolce altamente proteico ideale per una colazione o merenda da sportivo. In questa ricetta vi proponiamo un modo per farsi a casa propria un budino proteico con le vostre proteine del siero del latte. 
Preparazione: 40 min.
Difficoltà: 3
N. porzioni: 2