(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

8 Ormoni prodotti dal Corpo umano

data di redazione: 22 Febbraio 2015
8 Ormoni prodotti dal Corpo umano

L'importanza di conoscere il funzionamento degli ormoni prodotti dal corpo umano

La comunicazione ormonale all'interno del corpo sovrintende:

  1. ai livelli di grasso corporeo
  2. al nostro pensiero
  3. alla fame
  4. altri fattori che non immaginiate

Passiamo ad analizzare velocemente i principali 8 ormoni prodotti dal corpo umano, in modo semplice e pratico:

 

INSULINA 

 

L'insulina ha un ruolo fondamentale nella regolazione della GLICEMIA, del grasso corporeo e nei processi di invecchiamento. Per vivere a lungo, avere un bell'aspetto, e tenere le rotelle a posto, dobbiamo tenere l'insulina piuttosto bassa, limitando l'assunzione di carboidrati e tenendo sotto controllo altri fattori del nostro stile di vita. L'insulina è un ormone che immagazzina le sostanze nutritive e la sua funzione è di mantenere entro certi limiti i livelli di zucchero nel sangue. 

 

GLUCAGONE

 

Il glucagone aiuta a normalizzare la glicemia e a mantenere costanti i livelli di energia tra un pasto e l'altro facendo sì che il fegato rilasci energia e rendendo più facile l'accesso al grasso corporeo per estrarne energia. Il Glucagone è l'antagonista dell'insulina e stimola il rilascio di glucosio (immagazzinato sotto forma di glicogeno) da parte del fegato nonchè degli acidi grassi dalle riserve di tessuto adiposo attraverso un processo detto lipolisi. 

 

LEPTINA 

 

La leptina comunica al corpo il livello del nostro serbatoio e segnala quando siamo "pieni". Se perdiamo la capacità di recepire i messaggi della leptina i meccanismi di controllo dell'appetito vanno in tilt. La leptina regola sia l'appetito, sia il metabolismo penetrando nel sistema nervoso centrale e li agisce sui recettori del cervello che controllano l'assunzione ed il dispendio di energia. La leptina è prodotta dal tessuto adiposo bianco (cellule di grasso) nonchè da alcune cellule che si trovano sulla superficie dei tessuti che rivestono lo stomaco. La leptina prodotta dalle cellule che si trovano nello stomaco controlla l'appetito.

 

GRELINA 

 

La grelina segnala quando abbiamo fame oppure quando le nostre energie si stanno esaurendo, sarebbe auspicabile che il suo segnale fosse il più accurato possibile, ma è importante notare che lo stress e la mancanza di sonno possono alterare i livelli di grelina e quindi aumentare il nostro senso di fame. E' quindi l'ormone che regola la fame, induce ad aumentare l'assunzione di cibo ed aumenta la massa grassa. La privazione del sonno aumenta la produzione di grelina ecco spiegato il motivo dei raid notturni al frigorifero praticato dai nottambuli. Leggi bodybuilding a digiuno.

 

ADIPONECTINA

 

L'Adiponectina è un altro dei tanti ormoni della sazietà. Non solo ci dice quando abbiamo ingerito cibo a sufficienza, ma protegge anche le nostre arterie dai danni ossidativi. ARTICOLO A PARTE SULLA ADIPONECTINA

 

PEPTIDE YY

 

Il PYY  acronimo di peptide yy, è un altro ormone che ci dice quando smettere di mangiare. Le proteine ed i grassi provocano il rilascio di un sacco di PYY  e per questo sono molto sazianti.

I carboidrati al contrario inducono la secrezione di quantità relativamente limitate di PYY, il che spiega perchè se fate colazione con un muffin, cornetto e spremuta, dopo poche ore vi trovate affamati come lupi.

 

CORTISOLO 

 

Il cortisolo aumenta il livello di zuccheri nel sangue, il che può causare un aumento del tessuto adiposo. Anche se la gente non lo sa, il rilascio di cortisolo, che viene stimolato dallo stress e dalla mancanza di sonno, è uno dei principali fattori dell'aumento della massa grassa che forma il salvagente di grasso nel giro vita. Non bisogna avere paura del cortisolo perchè svolge anche un'azione cruciale di tipo anti-infiammatorio. Il trucco consiste nella produzione calibrata di questo cortisolo, semplicemente non deve essere troppo.

 

FATTORE DI CRESCITA INSULINO-SIMILE IGF-1

 

L'IGF-1 è un ormone che non deve essere nè troppo, nè troppo poco. Favorisce il recupero dopo l'attività fisica, ma una dieta scorretta può farne aumentare i livelli in maniera abnorma, il che a sua volta aumenta il rischio di cancro e di invecchiamento precoce. Breve articolo di natura informativa per capire i processi di funzionamento del nostro corpo.

Buon ABC Allenamento

Scritto da: ABC Team

Potrebbe interessarti anche

La vitamina C Riduce I Sintomi di Broncocostrizione (asma) Indotta  dall'Esercizio Fisico
08 Settembre 2015

La vitamina C Riduce I Sintomi di Broncocostrizione (asma) Indotta dall'Esercizio Fisico

Una ricerca effettuata in Svizzera ha rivelato che il consumo di vitamina C può ridurre il rischio di sviluppare la broncocostrizione causata dall'esercizio.

Atleti Quarantenni: Come Affrontare il Calo della Prestazione Sportiva
08 Marzo 2017

Atleti Quarantenni: Come Affrontare il Calo della Prestazione Sportiva

Con il passare degli anni succede che le prestazioni calano, che i tempi di recupero si allungano, che gli infortuni si fanno più frequenti. Non possiamo ingannare l'età biologica, questo è sicuro.

Ultimi post pubblicati

Speciale Allenamento Deltoidi
20 Ottobre 2018

Speciale Allenamento Deltoidi

4 Esempi di Allenamento per Sviluppare i Deltoidi

I deltoidi sono muscoli collocati all’interno dell'articolazione della spalla, i muscoli deltoidi si suddividono in anteriori, mediali e posteriori, infraspinato, sovraspinato, piccolo rotondo e grande rotondo, sottoscapolare.

Gran Dentato
19 Ottobre 2018

Gran Dentato

Origine, Inserzione ed Azione

Il muscolo Gran Dentato è incluso tra i muscoli del cingolo scapolo-omerale. Con la sua azione porta in rotazione esterna la scapola, un movimento importante per l’elevazione dell’omero sopra i 90°, permette inoltre di far aderire la scapola al torace e può come azione secondaria coadiuvare i movimenti delle coste utili all’inspirazione.