(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Astenia Primaverile: Ecco Come Migliorare La Stanchezza Portata Dalla Primavera

data di redazione: 03 Aprile 2018
Astenia Primaverile: Ecco Come Migliorare La Stanchezza Portata Dalla Primavera

Tecnicamente è primavera e molti di noi abbiamo a che fare con sintomi quali sonnolenza, difficoltà di svegliarsi al mattino, poca energia ecc. si chiama astenia primaverile. La parola " astenia " deriva dal greco e significa "nessuna forza". L'astenia primaverile  è caratterizzata da un sentimento generale di debolezza e  mancanza di energia che arriva con la primavera. L'astenia primaverile  viene accompagnata da vari sintomi: sonno e appetito, disturbi di tristezza, mal di testa, dimenticanza, ecc. Esiste anche una vera e propria patologia dovuta al cambio di stagione che influisce sul nostro entusiasmo e voglia per l'esercizio chiamata disordine affettivo stagionale (SAD), nota anche come depressione d'inverno, winter blues, depressione d'estate, summer blues, o depressione stagionale, che quindi può tradursi in una forma di depressione. Ma vediamo in particolare, come rimediare all'astenia primaverile.


SINTOMI DI ASTENIA PRIMAVERILE


Non tutte le persone soffrono i sintomi dell'astenia primaverile con la stessa intensità. La stanchezza da astenia primaverile, al contrario della SAD,  non è riconosciuta ufficialmente come un disturbo mentale, quindi ci sono pochissimi articoli scientifici su di essa. Tra gli studi e le informazioni disponibili, queste sono le principali  cause dell'astenia primaverile:

  • Squilibrio ormonale causato dall'eccesso di luce del sole:  abbiamo dei recettori di luce sui nostri occhi; i recettori percepiscono la luce del sole e regolano la produzione dell'ormone melatonina. La melatonina è un ormone che induce il sonno e la sonnolenza. Più luce ricevono i nostri occhi, più melatonina produrrà il nostro corpo e viceversa, questo è il motivo per cui, durante la primavera, poiché i nostri occhi ricevono più luce durante più ore, questo squilibrio ormonale può essere una delle cause dietro all'astenia primaverile. 

  • Diminuzione del livello di beta endorfine: le beta endorfine sono ormoni che a livello medio / alto provocano sentimenti di calma e benessere. A causa dei livelli più bassi di questo ormone, si possono manifestare sentimenti di ansia, negatività e tristezza.
  • Allergie causate da troppi pollini e polvere
  • Sensazione di debolezza generale
  • Dolore muscolare
  • Apatia e tristezza
  • Mancanza di appetito
  • Sbalzi d'umore improvvisi
  • Bassa pressione sanguigna
  • Sentirsi stanco quando ci si alza
  • Sonnolenza diurna
  • Difficoltà di concentrazione
  • Diminuzione della libido
  • La perdita di capelli
  • Fragilità delle unghie
  • Mal di testa.


Come Prevenire E Migliorare I Sintomi Di Astenia Primaverile Con La Nutrizione

La prevenzione dell'astenia primaverile inizia con la revisione del cibo:


È consigliabile includere alimenti con un'energia extra, come noci, legumi e cioccolato.
Ridurre l'assunzione di alimenti ricchi di zuccheri, cibi raffinati o grassi saturi, nonché bevande eccitanti.


Tè verde
Contiene l'aminoacido L-teanina, che è un combattente naturale contro l'ansia e il richiamo del buon umore e se combinata con la caffeina, migliora le funzioni cognitive più della semplice caffeina. La L- teanina elimina anche il nervosismo e l'ansia che la caffeina può causare. La L- teanina è un agente calmante, che ravviva e rinfresca il corpo e la mente. Il tè verde decaffeinato, invece, favorisce il sonno e il rilassamento e combatte i sintomi depressivi.


Mangiare carboidrati complessi,  i carboidrati complessi vengono assimilati più lentamente dal nostro corpo rispetto ai carboidrati semplici, fornendo al corpo energia stabile e a lento rilascio ed evitando i picchi glicemici. Una buona opzione che ha anche benefici depurativi sono i  fagioli azuki.


Mangiare cioccolato in piccole quantità: scegliere il cioccolato nero (con il più alto contenuto di cacao) e, se possibile, cioccolato biologico. Un'alternativa è bere bevande al cioccolato senza zucchero. Il cioccolato aumenta il livello di endorfine nel nostro cervello, risolvendo i sintomi di tristezza, negatività, ecc. 


Vitamina DQuesta è la "vitamina del sole". Il corpo la produce naturalmente quando esposta alla luce solare. Questo è un ormone che supporta il nostro sistema immunitario, la salute cardiovascolare e cardiaca, aumenta l'umore e la salute mentale. Venti minuti di luce solare al giorno sono sufficienti per una buona dose di vitamina D. L'aggiunta di un integratore di vitamina D può aiutare durante i giorni che non si riesce ad ottenere questa razione di sole.


Seguire una dieta ricca di verdure, cereali integrali, frutta e legumi.


  • Quando possibile, optare per cibi crudi stagionali.
  • Aumentare il consumo di alimenti ricchi di acidi grassi Omega 3 (pesce azzurro).
  • Rispettare i 5 pasti al giorno e preparare una cena leggera, almeno due ore prima di andare a dormire.
  • Bere più acqua, tra 1,5 e 2 litri di acqua al giorno per purificare il corpo.
  • Gli infusi, oltre al relax, sono una buona fonte di antiossidanti.
  • Ridurre il consumo di bevande eccitanti (caffè, alcol, ecc.).


Astenia Primaverile: Le Buone Abitudini Per Combatterla

  • Dormire bene, e per questo, bisogna mantenere un programma regolare (tra le 7 e le 8 ore di sonno a notte) e rispettare l'orario di andare a dormire.
  • Fare una passeggiata durante un'ora di luce in più.


Praticare esercizio fisico per alleviare la tensione e migliorare il riposo.

L'esercizio fisico ha il ruolo più potente nella lotta contro la tristezza stagionale. Allenarsi rilascia endorfine, la sostanza chimica del benessere, con conseguente sensazione di felicità e un sano livello di benessere. È un medicinale gratis, ed è il migliore! Le endorfine si attivano dopo soli 30 minuti di attività. L'allenamento per la forza e il cardio bruciano i sentimenti di depressione come nessun altro! Quindi andate in palestra e allenatevi con i pesi come strategia senza errori per sconfiggere il blues.


  • L'attenzione Per Il Look
Questo include tutto, dal sorriso sul vostro viso all'abito che scegliete di vestire. La ricerca dimostra che se si fa finta di essere felici e ci si prende cura del proprio aspetto, si può ingannare se stessi e sentirsi davvero in quel modo. Riguardate il look e iniziate a sentirvi in quel modo anche voi!


Non siete soli nella lotta contro i sintomi di cambi di stagione, provate a mettere in atto queste opzioni di trattamento e, prima che ve ne accorgete, le vostre giornate saranno calde e soleggiate molto prima dell'estate!

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

I Benefici del Massaggio Thai
27 Settembre 2015

I Benefici del Massaggio Thai

In cosa consiste questo particolare massaggio con i relativi benefici

Tramandata oralmente nell'arco dei secoli attraverso una catena ininterrotta di maestri, quest'arte fu trasmessa anche in ambito familiare, assumendo forme diverse a seconda delle religioni. Il massaggio tradizionale thailandese si basa sul concetto orientale di circolazione ed equilibrio delle energie, presupposto di armonia tanto sul piano fisico quanto su quello mentale. Si avvale di una sapiente combinazione di tecniche attinte dalla medicina ayurvedica e importate dall'India dalle scuole buddiste.

​Ipoglicemia, Come Riconoscerla?
30 Ottobre 2015

​Ipoglicemia, Come Riconoscerla?

L'ipoglicemia è un'anomalia del metabolismo che si manifesta con una diminuzione del tasso di glucosio nel sangue.

Ultimi post pubblicati

INTRA ROTAZIONE CON ELASTICO IN PIEDI
22 Febbraio 2019

INTRA ROTAZIONE CON ELASTICO IN PIEDI

Descrizione esecuzione esercizio con i vari step per eseguire in maniera perfetta il movimento. Elenco dei muscoli coinvolti, biomeccanica dell'esercizio e tipo di esercizio.

EXTRA ROTAZIONI CON ELASTICO IN PIEDI
22 Febbraio 2019

EXTRA ROTAZIONI CON ELASTICO IN PIEDI

Descrizione esecuzione esercizio con i vari step per eseguire in maniera perfetta il movimento. Elenco dei muscoli coinvolti, biomeccanica dell'esercizio e tipo di esercizio.