Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Cibo ed Emicrania

data di redazione: 25 Ottobre 2015
Cibo ed Emicrania

Mal di Testa dopo Mangiato? Occhio a ciò che mangiate!

Per i culturisti il cibo è una materia prima indispensabile come materiale plastico per i propri muscoli e le dosi sono ovviamente abbondanti. Altre persone invece hanno un rapporto di piacere con il cibo e ne consumano in grandi quantità. Capita però che alcuni cibi possano scatenare mal di testa lancinanti. Vi è mai capitato?

Le emicranie collegate al cibo sono un problema piuttosto diffuso e, per chi ne soffre, possono risultare debilitanti.

Le emicranie che dipendono dall'alimentazione di solito sono caratterizzate da dolore su entrambi i lati del capo, insorgono entro un lasso di tempo specifico dopo aver consumato il cibo incriminato e scompaiono con la sua eliminazione dalla dieta.

Tra gli alimenti che suscitano mal di testa con maggiore frequenza c'è il formaggio, soprattutto le varietà stagionate come:

  • Gorgonzola
  • Brie
  • Parmigiano
  • Cheddar
  • Formaggi Svizzeri

ma anche..

  • Feta
  • Mozzarella

L'effetto è dovuto al contenuto di TIRAMINA che aumenta con la stagionatura. La Tiramina, deriva dall'aminoacido Tirosina, aumenta l'afflusso di sangue nel cervello.

Oltre il formaggio, di solito ne sono ricchi alimenti come:

  • Birra
  • Vini Rossi
  • Vermouth
  • Carni lavorate
  • Banane mature
  • Fichi
  • Uva Sultanina
  • Avocado
  • Melanzane
  • Aringhe sotto sale
  • Minestre in scatola
  • Yogurt
  • Cioccolato
  • Salsa di Soia

Possono causare mal di testa anche additivi alimentari, come i nitriti, ed alcuni coloranti. Si ritiene anche il glutammato monosodico, presente nei cibi della cucina cinese, possa provocare mal di testa.

Se notate mal di testa dopo aver consumato determinati alimenti, consultate un medico ed eliminateli per qualche tempo dal vostro regime alimentare.

TABELLA DEI CIBI CHE DANNO ALLA TESTA

Formaggio ed alimenti che contengono formaggio
Cioccolato e Cacao
Carne e Pesce Stagionati (scatola, lavorati o affumicati)
Frutta Oleosa
Alcol (soprattutto vino rosso e birra)
Frutta Secca
Latticini in genere
Minestre industriali confezionate
Prodotti con Glutammato
Aspartame e dolcificanti
Integratori di Tirosina
Lievito
Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

​Bevande Zuccherate Aumentano Il Rischio Di Infarto E Malattie Cardiache Di Oltre Un Terzo
01 Ottobre 2015

​Bevande Zuccherate Aumentano Il Rischio Di Infarto E Malattie Cardiache Di Oltre Un Terzo

Le bevande zuccherate aumentano il rischio di diabete, malattie cardiache e ictus, secondo i ricercatori.

Supporto Informatico Integrato: L'evoluzione nell'utilizzo Dietetico del Nutraceutico
01 Ottobre 2014

Supporto Informatico Integrato: L'evoluzione nell'utilizzo Dietetico del Nutraceutico

Dr A. Bertuccioli

Storicamente una delle principali criticità relativa alla professione del nutrizionista è stata rappresentata dal far comprendere chiaramente al paziente (o al cliente a seconda delle figure professionali implicate) come in pratica orientarsi nella gestione della propria alimentazione giornaliera. Può infatti, nonostante la chiarezza espositiva degli schemi e delle tabelle proposte, risultare non facile per l’utilizzatore finale orientarsi tra indicazioni dietetiche, tabelle relative all’assunzione di prodotti nutraceutici e (quando utilizzati) consigli relativi all’attività fisica, il risultato?

Ultimi post pubblicati

I Migliori Esercizi Per Cosce Grosse e Funzionali
19 Febbraio 2020

I Migliori Esercizi Per Cosce Grosse e Funzionali

I muscoli delle gambe sono tra i più voluminosi, affamati di ossigeno e forti che abbiamo nel corpo. Allenarli coinvolge rapidamente la respirazione e il metabolismo. L'allenamento funzionale impiega i movimenti tipici pionieristici: accosciate, piegamenti braccia, piegamenti gambe, salti e tutte le forme di trazione.

Super Allenamento Per i Pettorali
19 Febbraio 2020

Super Allenamento Per i Pettorali

Lo sbaglio che effettuano moltissimi praticanti in palestra, in merito all’allenamento dei pettorali, è quello di concentrarsi esclusivamente sulle distensioni su panca piana con bilanciere. Questo esercizio base è importante, in quanto permette di aumentare la forza di base, ma non è esaustivo per incrementare la massa muscolare dei pettorali.