Come Combattere l'Anoressia Con il Bodybuilding

Come Combattere l'Anoressia Con il Bodybuilding

Testimonianza di Aroosha Nekonam, una ragazza inglese di 25 anni

Come Combattere l'Anoressia Con il Bodybuilding è la storia a lieto fine di Aroosha Nekonam, ragazza inglese di 25 anni. Aroosha Nekonam, laureata in giurisprudenza, vissuta in un contesto familiare sereno ha avuto alcune delusioni che le hanno intaccato l'autostima. Questa perdita di autostima ha fatto cadere la bella ragazza inglese nell'anoressia, disturbo psichico che colpisce soprattutto ragazze adolescenti. La paziente ha un’immagine distorta del proprio corpo, si vede grassa, e perciò rifiuta il cibo.

I medici erano talmente spaventati dalle sue condizioni da averle dato un consiglio duro da digerire: forse per lei sarebbe stato meglio ricorrere alla sedia a rotelle per muoversi, così da non affaticare il cuore. Una situazione talmente grave che poteva portare anche alla morte. 

Aroosha Nekonam prende però la direzione giusta ed inizia a seguire una psicoterapia che dà buoni frutti e le permette passo dopo passo di uscire dal buco nero nel quale era finita. “L’ho fatto non solo per me, ma anche per la mia famiglia che avevo fatto soffrire così tanto”, ha dichiarato la giovane." 

L'arma vincente per uscire da questa malattia, che affligge tante ragazze, è stato il bodybuilding, infatti non appena tornata in forze, Aroosha ha lasciato la danza e si è dedicata ad uno sport decisamente meno femminile: il bodybuilding. Oggi Aroosha Nekonam è talmente appassionata di bodybuilding tanto da partecipare a competizioni sul palco esibendo il proprio corpo vincendo la propria gara primaria che non sono le sue avversarie ma la sua malattia.

La settimana di allenamento di  Aroosha Nekonam prevede 4 sessioni con una split routine divisa in 2 parti: parte alta e parte inferiore del corpo. Ricordiamo che Aroosha non usa l'esercizio fisico come punizione. L'atleta inglese lo usa per diventare più forte, cercando di dare al proprio corpo l'amore che non ha dato negli anni di anoressia. 

"Ci sono cose che amo del mio corpo e cose che non amo, proprio come tutti gli altri, ma ho imparato ad accettarle. È una parte di me, è il modo in cui sono e non posso cambiarlo, quindi lo accetto"

È perché sono divorate da un'assoluta fame d'amore che non accettano il cibo come surrogato materiale dell'amore. La vita è fatta di successi e anche delusioni, bisogna cercare di non esaltarsi troppo e di reagire con fermezza nei momenti bui.

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati