ABC Allenamento
(0)
Carrello (00)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Come Combattere l'Emicrania con Metodi Naturali al 100%

data di redazione: 27 Novembre 2016
Come Combattere l'Emicrania con Metodi Naturali al 100%

L'emicrania è in sostanza una cefalea particolarmente intensa, che può durare ore o addirittura giorni. Tra i fattori scatenanti principali ci sono le intolleranze alimentari, la mancanza di sonno e l'assunzione di alcuni farmaci. Tensione emotiva stress non solo scatenano il disturbo ma ne intensificano il dolore. I sintomi comprendono:


  • un forte dolore, spesso localizzato a un solo lato del capo
  • ipersensibilità a luci e suoni
  • nausea
  • vomito

Chi soffre di questa patologia ha in genere il primo attacco durante l'adolescenza e comunque prima dei trent'anni, e sembra poi sparire in genere oltre i cinquanta, colpisce più le donne che gli uomini e tende ad essere ereditario.


COSA PROPONE LA MEDICINA UFFICIALE


In genere gli attacchi di emicrania si combattono con aspirina e paracetamolo, ma se questi non danno sollievo il medico prescrive un analgesico più forte o un farmaco vasocostrittore, come l'ergotamina, che agisce sui vasi che circondano il cervello. Per prevenirla invece sono usati betabloccanti e calciobloccanti, ma in alcuni casi l'assunzione di dosi quotidiane di aspirina riesce a ridurre la frequenza degli attacchi.
Dato che i fattori psicologici giocano quasi sempre un ruolo di primo piano nei casi di emicrania, alcuni medici suggeriscono la psicoterapia o tecniche mirate alla riduzione dello stress, per esempio il biofeedback.


LA PREVENZIONE


Dal momento che molti individui sono sensibili alla tiramina, un vasodilatatore naturale presente in dosi elevate in formaggi stagionati, fegato, banane, melanzane, cioccolato e lievito, sarebbe utile fare attenzione a ciò che si mangia per individuare qualche possibile collegamento dietetico con gli attacchi di emicrania.
La gestione dello stress è essenziale per evitare gli attacchi ricorrenti di emicrania, quindi, esercizio fisico regolare, ritmi di lavoro meno intensi e pratica di terapie o forme di rilessamento aiutano a limitarne le ricadute.


TERAPIE NATURALI


Ma non c'è solo la medicina ufficiale, possiamo contrastare l'emicrania anche per mezzo di numerose "terapie" della medicina naturale.

BIOFEEDBACK; Uno strumento di biofeedback consente di misurare la temperatura delle dita: la conoscenza delle sue variazioni, che indicano lo stato di maggiore o minore vasocostrizione, consente di percepire il sopraggiungere di un attacco di emicrania e quindi di riuscire a controllarlo.

DIGITOPRESSIONE; In caso di emicrania è utile trattare tre punti: uno sulla mano, uno sul collo e uno sul piede. Sulla mano la pressione deve essere esercitata nel punto alla confluenza fra pollice e indice. All'apice del collo premete verso l'alto nel punto appena al di sotto del cranio e a lato della colonna vertebrale. Sul piede la pressione va esercitata sullo spazio tra l'alluce e il secondo dito, in direzione del centro del piede.

CHIROPRATICA; Il chiropratico può ridurre le anomalie rilevabili a livello del collo, articolazioni toraciche e colonna vertebrale che abbiano contribuito a determinare il malessere.

OMEOPATIA; sono consigliati Sanguinaria per il dolore sul lato destro, Spigelia per quello sul lato sinistro. Altri rimedi comuni sono Iris Versicolor, nei casi in cui compaiono disturbi visivi prima del sopraggiungere del mal di testa e Natrum muriaticum nei casi in cui il dolore sia pulsante e si avverta una sensazione di bruciore, oppure quando l'emicrania sia annunciata da formicolii e intorpidimento del viso

VITAMINE E MINERALI; Sono consigliate integrazioni di Vitamina PP (niacina), che aiuta a conservare la dilatazione dei vasi sanguigni, del complesso vitaminico B, di vitamina C, di magnesio e di calcio.

RIFLESSOLOGIA; Il massaggio delle areee corrispondenti a testa, colonna vertebrale, occhi, seni frontali, ipofisi, tiroide e surrenali, fegato, apparato digerente e plesso solare è molto utile per ridurre il dolore.

NATUROPATIA; Abbiamo già indicato l'esercizio fisico come uno dei rimedi più utili, in quanto rilassa e scarica lo stress. Inoltre esercizi di allungamento dei muscoli del collo e delle spalle aiutano a ridurre la tensione che può provocare l'emicrania. Qualcuno trova opportuno andare a dormire ai primi sintomi o anche semplicemente stare in piedi in una stanza silenziosa, al buio.

Ti potrebbero interessare anche i seguenti articoli di ABC Allenamento:



Potrebbe interessarti anche

Voglia Eccessiva di Cioccolato? Ecco Come Evitarla
30 Marzo 2015

Voglia Eccessiva di Cioccolato? Ecco Come Evitarla

Siamo tutti a conoscenza della tentazione del cioccolato e la sua azione lenitiva oltre che le sue ottime proprietà nutrizionali. Sappiamo però anche il senso di colpa che viene quando si eccede a questo desiderio. Tuttavia, un nuovo studio suggerisce che una passeggiata di 15 minuti è sufficiente per sedare anche i desideri più disperati di cioccolato.

Disturbi Osteoarticolari: L'importanza dell'Integrazione
01 Ottobre 2014

Disturbi Osteoarticolari: L'importanza dell'Integrazione

A cura del Dottor A. Gardini

Nel periodo più freddo, quando le condizioni ambientali sono sfavorevoli, è fondamentale l’allenamento in palestra con opportuni metodi di rinforzo alle maggiori strutture muscolari coinvolte nell’esercizio atletico, l’aiuto del proprio personal trainer e almeno un paio di sedute settimanali

Ultimi post pubblicati

BodyBuilding a Circuito Per Perdere Grasso e Conservare La Massa Muscolare
21 Aprile 2021

BodyBuilding a Circuito Per Perdere Grasso e Conservare La Massa Muscolare

Come Perdere peso in grasso, senza perdere muscoli

Non ci sono dubbi che l’esercizio, in particolare quello orientato all’allenamento della forza, possa contribuire al mantenimento della massa muscolare durante la riduzione del peso. Per perdere grasso bisogna mettersi a dieta, i provvedimenti dietetici devono dare particolare attenzione all’assunzione delle proteine

Scheda in Monofrequenza con Richiami Muscolari
08 Aprile 2021

Scheda in Monofrequenza con Richiami Muscolari

Scheda di Allenamento Old School anni 80

La monofrequenza “pura” non esiste, perché la fisiologia del nostro corpo va in una direzione completamente diversa. Chi pensa d’allenare un muscolo una volta a settimana in monofrequenza, in realtà non sa che sta facendo un allenamento pesante, più diversi richiami, perché nessun muscolo può mai lavorare in modo totalmente isolato. Fatta questa premessa entriamo nel nocciolo dell'articolo.