Fisiologia

Fisiologia

Ecco Cosa Deve Conoscere Un Personal Trainer

La fisiologia è la branca della biologia che studia il funzionamento degli organismi viventi ed, in particolare, le modalità attraverso le quali il corpo riesce a mantenere la stabilità dell'ambiente interno.

L'etimologia della parola deriva dal greco "φύσις" (physis) e "-λόγος" (-logos), ovvero "studio sui fenomeni naturali". 

La fisiologia studia i principi chimico-fisici del funzionamento degli esseri viventi, siano essi mono o pluricellulari, animali o vegetali.

Per comprendere meglio i principi dell'allenamento è utile richiamare i sistemi metabolici coinvolti nell’erogazione di potenza. 

Bisognerà pertanto conoscere come si comporta il nostro corpo a seconda della tipologia di allenamento svolto.

Pertanto un Personal Trainer dovrebbe conoscere:

  • Comprensione del ruolo centrale dellatp nei sistemi energetici
  • Comprensione degli aspetti basilari dei tre principali metabolismi energetici e della loro interazione 
  • Acquisire il concetto di epoc contestualmente all’attivita’ fisica 
  • Comprensione degli aspetti alla base della contrazione muscolare 
  • Comprensione del rapporto muscolo-recettore neusromuscolare 
  • Acquisire nozioni di base sulle funzioni fisiologiche dell’apparato cardio vascolare 
  • Acquisire nozioni di base sulle funzioni fisiologiche dell’apparato respiratorio 
  • Comprensione del concetto di quoziente respiratorio 
  • Acquisire nozioni di base sulle funzioni fisiologiche dell’ apparato digerente

Una volta chiarito il ruolo centrale dell’ATP nella fornitura di energia che alimenta i processi biologici dovrebbe risultare chiaro come anche la contrazione muscolare si basi su una continua fornitura di ATP da poter idrolizzare. 

Affinché possa contrarsi la fibra muscolare necessità di una fornitura di ATP adeguata all’impegno richiesto, questo non è sempre possibile da realizzarsi in quanto le riserve di ogni singola fibra e di conseguenza le riserve muscolari sono piuttosto limitate, garantendo possibilità di movimento per tempi decisamente ridotti, basti pensare che le riserve dell’intero organismo ammontano a 80-100 g, quantitativo sufficiente in corso di attività per un tempo estremamente ridotto. 

Per questo motivo la fibra muscolare (che come già visto è sinonimo di cellula muscolare) è dotata di opportuni meccanismi per una sintesi continua di ATP relativa alle richieste, i principali processi metabolici attuati a tal fine sono:

Metabolismo anaerobico alattacido

Metabolismo anaerobico lattacido

Metabolismo aerobico

Ognuno dei suddetti metabolismi mostra delle specifiche caratteristiche in relazione alla velocità di sintesi di molecole di ATP e al mantenimento nel tempo dell’attività sintetica come verrà illustrato nei relativi paragrafi. 

I metabolismi definiti anaerobici condividono la caratteristica comune di poter avvenire in assenza di O2 mentre il metabolismo aerobico avviene esclusivamente in presenza di adeguati quantitativi di O2. 

Parlando di metabolismi anaerobici, la suddivisione tra alattacido e lattacido discrimina la capacità di quella via metabolica di produrre un substrato momentaneamente inutilizzabile, l’acido lattico, che sarà oggetto di un ulteriore via metabolica, il ciclo di Cori, rendendolo comunque successivamente utilizzabile come fonte di energia. 

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati