Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Lombocruralgia: Cos'è?

data di redazione: 23 Gennaio 2018 - data modifica: 24 Gennaio 2018
Lombocruralgia: Cos'è?

Per lombocruralgia si intende una condizione in cui coesistono un dolore al tratto lombare e un dolore all'arto inferiore, localizzato in particolare al territorio di innervazione del nervo crurale.

Cause della Lombocrualgia:

Cause della lombocruralgia possono essere tutte quelle condizioni che comportano una sofferenza del nervo crurale, il quale, infiammandosi, da origine alla comparsa del dolore.

Per cui, ernie al disco, compressioni, traumi, restringimenti del canale vertebrale, ematomi, tumori e qualsiasi altra condizione che comporti una compressione all'origine del nervo, cioè tra la seconda e la quarta vertebra lombare, può essere responsabile di lombocruralgia.

Sintomi della Lombocruralgia

Il sintomo principale della lombocruralgiaè il dolore, localizzato sia alla lombare sia all'arto inferiore, in particolar modo sulla zona antero-mediale della coscia, sulla parte mediale del ginocchio, fino ad irradiarsi al piede medialmente.

L'estensione del dolore all'arto inferiore è proprio il tratto che contraddistingue la lombocruralgia da una semplice lombalgia, nella quale il dolore è riferito soltanto alla parte lombare.


Oltre al dolore, altri sintomi possono essere intorpidimento, formicolii, parestesie sempre nella zona di innervazione del nervo crurale, accompagnati da una debolezza o deficit muscolare del quadricipite.

Diagnosi della Lombocruralgia

La diagnosi di lombocruralgia inizia con un esame clinico, eseguito preferibilmente da un neurologo specialista, che si basa sull'osservazione clinica, su test neurologici e sull'analisi dei sintomi e del dolore. Ad accompagnare l'esame clinico ci sono una serie di indagini strumentali che possono facilitare la diagnosi e renderla più precisa, e che il medico può richiedere, quali una radiografia, TAC, risonanza magnetica, elettromiografia.

Terapia per la la Lombocruralgia

La terapia consigliata nella fase algica è basata sul riposo e sulla somministrazione di farmaci antinfiammatori, che agiscono proprio sulla sintomatologia dolorosa; ovviamente, affinchè la cura sia completa, è necessario individuare la causa che ha determinato la comparsa della lombocruralgia per eliminarla, laddove possibile, per evitare recidive e una ricomparsa del problema.

Fisioterapia per la Lombocruralgia

La fisioterapia può essere d'aiuto  nella fase algica, in particolar modo con una terapia fisica antinfiammatoria e antidolorifica, da abbinare a quella farmacologica e al riposo. Le alternative sono molteplici, e comprendono strumentazioni come laserterapia, tecarterapia, magnetoterapia, elettroterapia, e vanno somministrate a seconda delle condizioni e delle esigenze del paziente.

Superata la fase acuta, è fondamentale attuare una rieducazione posturale, che miri a correggere le posture e gli atteggiamenti posturali errati, i quali possono alterare i normali equilibri muscolari e l'assetto della colonna vertebrale, con conseguente sofferenza del nervo crurale.

Redatto per ABC Allenamento a cura di: Fisioterapia Napoli

Scarica eBook

Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

​Spalla Dolorosa e Trattamento con Acqua
17 Febbraio 2016

​Spalla Dolorosa e Trattamento con Acqua

Idrokinesiterapia per il trattamento doloroso della spalla

la capacità dell'acqua di neutralizzare la forza di gravità e, nello stesso tempo, permettere una resistenza al movimento, fanno dell'idrokinesiterapia (questo il termine della fisioterapia in acqua) uno step molto valido e fondamentale nel trattamento di pazienti con sintomatologia dolorosa.

​Quali sono le lesioni più comuni del ginocchio?
13 Settembre 2015

​Quali sono le lesioni più comuni del ginocchio?

Il ginocchio è una struttura complessa ed è una delle articolazioni più sollecitate del corpo. È il più grande giunto, vitale per il movimento, e vulnerabile al danno

Ultimi post pubblicati

Programma Alimentare per Bodybuilding: cosa mangiare e cosa evitare
16 Ottobre 2019

Programma Alimentare per Bodybuilding: cosa mangiare e cosa evitare

Per massimizzare i risultati ottenibili tramite l’allenamento in palestra, è necessario porre estrema attenzione sulla propria dieta, in quanto alimentarsi in maniera sbagliata può rallentare di molto il raggiungimento dei propri obiettivi relativi alla crescita muscolare e al miglioramento della propria composizione corporea.

Personal Trainer Sì o No?
27 Settembre 2019

Personal Trainer Sì o No?

I personal trainer sono atleti avanzati, magari anabolizzati? Questa è una credenza popolare anni 90 che in questo post sarà smentita. Affidarsi ad un personal trainer vuol dire scegliere di fare il giusto ingresso in una palestra; vuol dire approcciarsi correttamente al mondo dell’allenamento fitness.