Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Lombocruralgia: Cos'è?

data di redazione: 23 Gennaio 2018 - data modifica: 24 Gennaio 2018
Lombocruralgia: Cos'è?

Per lombocruralgia si intende una condizione in cui coesistono un dolore al tratto lombare e un dolore all'arto inferiore, localizzato in particolare al territorio di innervazione del nervo crurale.

Cause della Lombocrualgia:

Cause della lombocruralgia possono essere tutte quelle condizioni che comportano una sofferenza del nervo crurale, il quale, infiammandosi, da origine alla comparsa del dolore.

Per cui, ernie al disco, compressioni, traumi, restringimenti del canale vertebrale, ematomi, tumori e qualsiasi altra condizione che comporti una compressione all'origine del nervo, cioè tra la seconda e la quarta vertebra lombare, può essere responsabile di lombocruralgia.

Sintomi della Lombocruralgia

Il sintomo principale della lombocruralgiaè il dolore, localizzato sia alla lombare sia all'arto inferiore, in particolar modo sulla zona antero-mediale della coscia, sulla parte mediale del ginocchio, fino ad irradiarsi al piede medialmente.

L'estensione del dolore all'arto inferiore è proprio il tratto che contraddistingue la lombocruralgia da una semplice lombalgia, nella quale il dolore è riferito soltanto alla parte lombare.


Oltre al dolore, altri sintomi possono essere intorpidimento, formicolii, parestesie sempre nella zona di innervazione del nervo crurale, accompagnati da una debolezza o deficit muscolare del quadricipite.

Diagnosi della Lombocruralgia

La diagnosi di lombocruralgia inizia con un esame clinico, eseguito preferibilmente da un neurologo specialista, che si basa sull'osservazione clinica, su test neurologici e sull'analisi dei sintomi e del dolore. Ad accompagnare l'esame clinico ci sono una serie di indagini strumentali che possono facilitare la diagnosi e renderla più precisa, e che il medico può richiedere, quali una radiografia, TAC, risonanza magnetica, elettromiografia.

Terapia per la la Lombocruralgia

La terapia consigliata nella fase algica è basata sul riposo e sulla somministrazione di farmaci antinfiammatori, che agiscono proprio sulla sintomatologia dolorosa; ovviamente, affinchè la cura sia completa, è necessario individuare la causa che ha determinato la comparsa della lombocruralgia per eliminarla, laddove possibile, per evitare recidive e una ricomparsa del problema.

Fisioterapia per la Lombocruralgia

La fisioterapia può essere d'aiuto  nella fase algica, in particolar modo con una terapia fisica antinfiammatoria e antidolorifica, da abbinare a quella farmacologica e al riposo. Le alternative sono molteplici, e comprendono strumentazioni come laserterapia, tecarterapia, magnetoterapia, elettroterapia, e vanno somministrate a seconda delle condizioni e delle esigenze del paziente.

Superata la fase acuta, è fondamentale attuare una rieducazione posturale, che miri a correggere le posture e gli atteggiamenti posturali errati, i quali possono alterare i normali equilibri muscolari e l'assetto della colonna vertebrale, con conseguente sofferenza del nervo crurale.

Redatto per ABC Allenamento a cura di: Fisioterapia Napoli

Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Contrattura Muscolare
01 Maggio 2015

Contrattura Muscolare

Come praticare un massaggio in casa fai da te in caso di una contrattura dolorosa

Il massaggio può essere importante per chi ha problemi alla colonna vertebrale, infatti rilassa i muscoli dorsali e scioglie le tensioni che possono causare il disturbo o farlo peggiorare. Benchè talvolta possa risultare un pò doloroso, un massaggio profondo può anche ridurre le contratture (quelle zone che nella maggior parte dei muscoli grandi tendono a contrarsi formando aree nodose e dure, dolenti al tatto) aiutando il muscolo a riaquistare la propria agilità e il corpo a mantenere il suo corretto allineamento.

Lo Stacco da Terra Logora i Dischi della Colonna Vertebrale?
10 Marzo 2017

Lo Stacco da Terra Logora i Dischi della Colonna Vertebrale?

Gli stacchi da terra allenano i muscoli superiori e inferiori della schiena, fianchi e gambe. Oltre a migliorare la postura e rafforzare i muscoli, gli stacchi migliorano la vostra forza e potenza. Esistono diversi stili di stacco, quindi, se avete problemi con uno stile di stacco, si può anche sperimentare con un altro stile.

Ultimi post pubblicati

L'importanza di Scegliere un Buon Maestro per il Proprio Allenamento
07 Luglio 2020

L'importanza di Scegliere un Buon Maestro per il Proprio Allenamento

Avere un buon Maestro per i propri allenamenti vuol dire evitare una serie di errori e perdite di tempo che tarderebbero l'arrivo dei risultati sperati. Infatti, nel mondo del fitness e dell'allenamento in generale e come nella vita il fallimento è alla base del processo di apprendimento: è impossibile apprendere bene una cosa senza prima averla affrontata in tutte le sue forme incluse quelle più dolorose.

Fullbody in Giant Sets
03 Luglio 2020

Fullbody in Giant Sets

Come Allenare Tutto il Corpo in Solo 30 Minuti per una Definizione da Urlo

Le routine in fullbody sono dure, durissime ma hanno dimostrato di bruciare più grasso corporeo rispetto alle routine dove il corpo é diviso in varie parti. Questi allenamenti in set giganti per tutto il corpo, possono essere eseguiti in qualsiasi luogo, a seconda degli attrezzi a disposizione, con una frequenza settimanale minima di 3 giorni sino ad un massimo di 5 giorni a settimana.