Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Vincere la Tendinite con le Terapie Naturali

data di redazione: 08 Maggio 2016
Vincere la Tendinite con le Terapie Naturali

Metodi della medicina naturale per combattere una delle infiammazioni più frequenti

Durante gli allenamenti sportivi o comunque attività fisiche impegnative dobbiamo imparare ad ascoltare il nostro corpo. Quando sentiamo un dolore di una certa importanza a volte bisogna sapersi fermare per dare al nostro corpo tempo per recuperare e auto-ripararsi.

La tendinite, o "sindrome da usura", è una problematica abbastanza comune, specie per gli sportivi, ed è appunto l'infiammazione del tendine che si verifica dopo uno sforzo intenso, eccessivo e prolungato o dopo continui microtraumi trascurati.

Al contrario dei semplici dolori muscolari, che in genere sono di breve durata, la tendinite è un disturbo molto doloroso e rimane più a lungo, e se non viene curato potrebbe verificarsi anche la rottura completa del tendine, e questo significherebbe una lunga inattività forzata e un intervento chirurgico di una certa portata.

Per non andare incontro a questo genere di problema, quindi, chi intraprende un'attività sportiva di un certo livello e viene da un periodo di inattività, dovrebbe cominciare per gradi e praticare un allenamento regolare e progressivo, che incrementi a poco a poco la forza e la flessibilità dei muscoli e delle articolazioni.

Inoltre dovete anche concedervi il tempo necessario per un adeguato periodo di riscaldamento, fattore spesso trascurato ma di importanza primaria.

METODI NATURALI

Se siete stati colpiti da tendinite la prima cosa da fare è concedervi un immediato periodo di riposo. La medicina ufficiale propone l'aspirina e altri medicinali antinfiammatori, che sono in grado di ridurre l'infiammazione e il gonfiore, ma rimangono comunque medicinali. La medicina naturale propone invece terapie molto efficaci, che spesso vengono erroneamente accantonate.

IDROTERAPIA

Un bel bagno caldo, meglio ancora un idromassaggio, è un ottimo modo per innalzare la temperatura corporea e migliorare di conseguenza la circolazione. Scaldare il tendine significa attenuare il dolore provocato dalla tendinite.

Per questo un ottimo metodo in caso di infiammazione è quello di mettere dapprima sulla parte dolorante un asciugamano umido e caldo, poi un sacchetto di plastica, poi uno scaldino e infine una fascia elastica morbida, per tenere tutto in posizione. L'applicazione dura da 2 a 6 ore. Per evitare di scottarvi tenete lo scaldino al minimo e per ottenere il massimo risultato la parte trattata dovrebbe stare più alta del cuore.

IL MASSAGGIO

Il massaggio si rivela un mezzo terapeutico davvero valido sia in termini di prevenzione sia nel trattamento della tendinite.

AGOPUNTURA

Per combattere la tendinite è molto efficace anche l'agopuntura. Vengono trattati i punti specifici della lesione e alcuni punti ad attività generale, come il punto specifico dei muscoli, quello delle ossa, alcuni punti del meridiano del fegato o quelli delle lombalgie situati sul meridiano della vescica.

DIGITOPRESSIONE

Per eseguire questo tipo di trattamento è necessario applicare una delicata pressione nei punti a circa 15 centimetri di distanza dall'area dolorante, e non quindi direttamente sulla zona lesa.

OMEOPATIA

Per i dolori muscolari dopo un esercizio fisico eccessivo, come pure in caso di contusioni e stato di shock, provate l'arnica. Strappi muscolari e distorsioni devono prima essere trattati con Arnica e quindi con Rhus toxicodendron o Ruta, a seconda dei sintomi.

Contro i dolori del "gomito del tennista" (un'infiammazione della parte esterna del gomito nel punto in cui i tendini del muscolo dell'avambraccio sono uniti all'osso), spesso provocato da continue sollecitazioni, provate ad assumere Ruta.

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Lo Squat con Sovraccarico è Dannoso? La Parola al Fisioterapista
05 Febbraio 2019

Lo Squat con Sovraccarico è Dannoso? La Parola al Fisioterapista

Lo squat con sovraccarico è un movimento a catena cinetica chiusa (ovvero con i piedi fissi a terra) che consiste nel portarsi da una posizione di flessione delle ginocchia (parziale o completa) a una posizione di estensione, sollevando al contempo un carico addizionale, solitamente posto a livello del cingolo scapolare.

​Come Rafforzare I Polsi Per Colpire Il Sacco Da Boxe
22 Gennaio 2016

​Come Rafforzare I Polsi Per Colpire Il Sacco Da Boxe

Sia che praticate la boxe, kickboxing, MMA o semplicemente volete bruciare calorie al sacco da boxe, le nocche, mani e polsi sono sempre a rischio di lesioni quando si tirano pugni. È possibile ridurre al minimo questo rischio eseguendo alcuni esercizi per rafforzare i polsi.

Ultimi post pubblicati

Personal Trainer Sì o No?
27 Settembre 2019

Personal Trainer Sì o No?

I personal trainer sono atleti avanzati, magari anabolizzati? Questa è una credenza popolare anni 90 che in questo post sarà smentita. Affidarsi ad un personal trainer vuol dire scegliere di fare il giusto ingresso in una palestra; vuol dire approcciarsi correttamente al mondo dell’allenamento fitness.

Schede Di Allenamento Online Per Tutti
15 Settembre 2019

Schede Di Allenamento Online Per Tutti

Il mondo delle palestre è un ambiente nuovo e vorresti evitare di sbagliare allenamento? In questo articolo troverai la scheda di allenamento da portare sempre con te (smartphone e/o cartaceo).