Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Il cortisolo, amico o nemico dell'allenamento?

data di redazione: 20 Marzo 2015 - data modifica: 02 Ottobre 2014
Il cortisolo, amico o nemico dell'allenamento?

Siete delle rocce, il vostro ritmo di allenamento è sempre medio-alto, in genere durante l'anno siete delle bombe di energia... però oggi vi sentite svogliati, avete quel dolorino alla spalla che ritorna e rompe le scatole, avete anche appena fatto la vostra solita pennichella dopo pranzo ma vi sentite una certa stanchezza persistente che vi preoccupa.

 

Anche a me quante volte è capitato! E mi veniva da dire: strano! Cosa mi succede? Ho veramente voglia di andare a tirare in palestra oppure mi sento in colpa se non ci vado?..... forse è vera la seconda!!

 

Io sono sicuro che anche voi, atleti di arti marziali oppure body builder di alto livello avete provato queste sensazioni spiacevoli....

Niente paura è normalissimo, la vostra forma non può essere sempre al top, la vostra energia non è sempre disponibile anche se il meccanismo e la routine che da sempre adottate è la stessa.

 

Come dice una nota canzone NON E' SEMPRE ESTATE!! Il vostro fisico non è una macchina, dovete accettarlo! Le macchine a meno che non si rompano vanno sempre il nostro corpo no, non è sempre uguale......

 

Quando avviene questo, la biochimica ci dice che nel tuo corpo sono aumentati i livelli di CORTISOLO. In poche parole il cortisolo non è altro che un ormone prodotto dalle vostre ghiandole surrenali in risposta a periodi di forte stress prolungati ed è il segnale che vi manda il vostro fisico di FERMARVI UN ATTIMO A "RIFLETTERE".

 

I SINTOMI PRINCIPALI:

sonno disturbato

dolori muscolari

stanchezza

ritenzione idrica

livelli bassi di umore

 

RIMEDI PER ABBASSARE I LIVELLI:

Alimentazione bilanciata e distribuita in 5 pasti giornalieri

Assumere frutta e verdura colorata e cruda

Mangiare pesce ricco di Omega 3

Bere almeno 2,5 lt di acqua al giorno

Sospendere l'attività fisica

Dormire almeno 8 ore a notte

Coricarsi alla stessa ora tutte le sere e se possibile prima delle 22

 

Premesso il fatto che uno sportivo non può evitare di incappare in questo "incoveniente" diciamo che per non cadere troppo spesso nella trappola ecco alcuni semplici accorgimenti:

  • evitate ritmi troppo frenetici

  • allenatevi alternando periodi di riposo programmato

  • bandite fumo ed alcool e qualsiasi tipo di droga

  • controllate ansia e stress

  • dormite a sufficienza

  • fate un breve sonnellino dopo pranzo (30 min massimo)

 

Tuttavia non dobbiamo considerare il cortisolo solamente un nemico da debellare; esso ha anche effetti benefici per la nostra salute: infatti durante l'attività fisica si innalza per poi ritrornare a livelli normali poco dopo che abbiamo terminato l'allenamento; questi sbalzi aiutano il nostro fisico ad alzare le difese immunitarie, a controllare il peso corporeo e a non farci esagerare con il cibo. I problemi sorgono quando gli allenamenti diventano troppo frequenti e non si da il tempo al fisico di recuperare e riposare, allora sì che gli effetti negativi sopra elencati sopraggiungono con tutti i suoi effetti spiacevoli.

 

Quindi allenatevi duramente, tirateci, superate i vostri limiti ma imparate ad ascoltarvi: quando è ora di passare ai "Pit Stop" fatelo senza sentirvi in colpa, fa parte del gioco!

 

Buon Allenamento da ABC

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Mal di Testa Cefalee Alcune Cause e Rimedi
01 Ottobre 2014

Mal di Testa Cefalee Alcune Cause e Rimedi

La maggior parte delle cefalee vengono definite primarie, essenziali o idiopatiche, il che significa che almeno apparentemente, non sono accompagnate da alcuna situazione patologica; in altre parole non si evidenzia una causa precisa che sia l'origine del mal di testa. Le cefalee primarie vengono suddivise in tre grandi famiglie:

Caffè e Caffeina
11 Gennaio 2015

Caffè e Caffeina

Quanto se ne può bere in modo sicuro?

La questione sul caffè è molto controversa, a secondo di chi si chiede, si avrà una risposta o che è una bevanda meravigliosa o che è fa male, da dipendenza e che è meglio evitare. Dando uno sguardo a ciò che dice la scienza, sembra abbastanza chiaro che il caffè è stato ingiustamente demonizzato. Il caffè è in realtà una bevanda complessa, con centinaia di composti bioattivi. In realtà, è l' unica grande fonte di antiossidanti per molte persone.

Ultimi post pubblicati

Allenamenti Da Casa
25 Ottobre 2020

Allenamenti Da Casa

Quella di allenarsi a casa è quindi una scelta condivisa da un grande numero di persone che per difficoltà logistiche e spesso anche economiche preferiscono praticare un po’ di sano movimento tra le le mura domestiche senza aggiungere allo stress della vita quotidiana l’impegno di dover recarsi in palestra più volte a settimana.

Pancakes Proteici BULK POWDERS™ Recensione
21 Ottobre 2020

Pancakes Proteici BULK POWDERS™ Recensione

Ogni porzione permette di ottenere 6 piccoli pancake all'americana, oppure 2 grandi pancake, e questo a seconda delle dimensioni della padella che utilizzate, il tutto vi offrirà un apporto proteico pari a 36 grammi, una quantità senza uguali in confronto ad altri prodotti simili.