ABC Allenamento
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Il cortisolo, amico o nemico dell'allenamento?

data di redazione: 20 Marzo 2015 - data modifica: 02 Ottobre 2014
Il cortisolo, amico o nemico dell'allenamento?

Siete delle rocce, il vostro ritmo di allenamento è sempre medio-alto, in genere durante l'anno siete delle bombe di energia... però oggi vi sentite svogliati, avete quel dolorino alla spalla che ritorna e rompe le scatole, avete anche appena fatto la vostra solita pennichella dopo pranzo ma vi sentite una certa stanchezza persistente che vi preoccupa.

 

Anche a me quante volte è capitato! E mi veniva da dire: strano! Cosa mi succede? Ho veramente voglia di andare a tirare in palestra oppure mi sento in colpa se non ci vado?..... forse è vera la seconda!!

 

Io sono sicuro che anche voi, atleti di arti marziali oppure body builder di alto livello avete provato queste sensazioni spiacevoli....

Niente paura è normalissimo, la vostra forma non può essere sempre al top, la vostra energia non è sempre disponibile anche se il meccanismo e la routine che da sempre adottate è la stessa.

 

Come dice una nota canzone NON E' SEMPRE ESTATE!! Il vostro fisico non è una macchina, dovete accettarlo! Le macchine a meno che non si rompano vanno sempre il nostro corpo no, non è sempre uguale......

 

Quando avviene questo, la biochimica ci dice che nel tuo corpo sono aumentati i livelli di CORTISOLO. In poche parole il cortisolo non è altro che un ormone prodotto dalle vostre ghiandole surrenali in risposta a periodi di forte stress prolungati ed è il segnale che vi manda il vostro fisico di FERMARVI UN ATTIMO A "RIFLETTERE".

 

I SINTOMI PRINCIPALI:

sonno disturbato

dolori muscolari

stanchezza

ritenzione idrica

livelli bassi di umore

 

RIMEDI PER ABBASSARE I LIVELLI:

Alimentazione bilanciata e distribuita in 5 pasti giornalieri

Assumere frutta e verdura colorata e cruda

Mangiare pesce ricco di Omega 3

Bere almeno 2,5 lt di acqua al giorno

Sospendere l'attività fisica

Dormire almeno 8 ore a notte

Coricarsi alla stessa ora tutte le sere e se possibile prima delle 22

 

Premesso il fatto che uno sportivo non può evitare di incappare in questo "incoveniente" diciamo che per non cadere troppo spesso nella trappola ecco alcuni semplici accorgimenti:

  • evitate ritmi troppo frenetici

  • allenatevi alternando periodi di riposo programmato

  • bandite fumo ed alcool e qualsiasi tipo di droga

  • controllate ansia e stress

  • dormite a sufficienza

  • fate un breve sonnellino dopo pranzo (30 min massimo)

 

Tuttavia non dobbiamo considerare il cortisolo solamente un nemico da debellare; esso ha anche effetti benefici per la nostra salute: infatti durante l'attività fisica si innalza per poi ritrornare a livelli normali poco dopo che abbiamo terminato l'allenamento; questi sbalzi aiutano il nostro fisico ad alzare le difese immunitarie, a controllare il peso corporeo e a non farci esagerare con il cibo. I problemi sorgono quando gli allenamenti diventano troppo frequenti e non si da il tempo al fisico di recuperare e riposare, allora sì che gli effetti negativi sopra elencati sopraggiungono con tutti i suoi effetti spiacevoli.

 

Quindi allenatevi duramente, tirateci, superate i vostri limiti ma imparate ad ascoltarvi: quando è ora di passare ai "Pit Stop" fatelo senza sentirvi in colpa, fa parte del gioco!

 

Buon Allenamento da ABC



Potrebbe interessarti anche

Come stimolare la Sintesi Endogena del Collagene ed Elastina
02 Ottobre 2014

Come stimolare la Sintesi Endogena del Collagene ed Elastina

Trovare una soluzione per l’annosa questione dell’incremento della sintesi del collagene è un qualcosa già di per se eccezionale se pensiamo alle innumerevoli applicazioni in ambito ortopedico , traumatologico, reumatologico, insomma tutte quelle specialità che a qualche livello si occupano della salute delle articolazioni, ma anche estetico infatti dalla fase post chirurgia alle applicazioni anti aging

Hai una carenza di Vitamina D e non lo sai?
18 Marzo 2015

Hai una carenza di Vitamina D e non lo sai?

7 segnali importanti da tenere in considerazione

Circa un terzo della popolazione è carente di “vitamina del sole”. Se conosci questi 8 segnali dati dalla carenza di vitamina D, le tue ossa ti diranno grazie.

Ultimi post pubblicati

I 10 Esercizi Migliori Per Aumentare La Massa Muscolare dei Pettorali
01 Marzo 2021

I 10 Esercizi Migliori Per Aumentare La Massa Muscolare dei Pettorali

Vuoi conoscere quali sono i 10 Esercizi Migliori Per Aumentare La Massa Muscolare dei Pettorali? Continua a leggere questo articolo e lo scoprirai tu stesso.

Push Pull Legs in Multifrequenza
26 Febbraio 2021

Push Pull Legs in Multifrequenza

Come Aumentare la Massa Muscolare con la PPL in Multifrequenza

L'allenamento push si concentra sui movimenti di spinta per la parte superiore del corpo, che coinvolgono petto, spalle e tricipiti. L'allenamento di trazione si concentra tipicamente sui movimenti di trazione per la parte superiore del corpo, che coinvolgono i dorsali, trapezi, deltoidi posteriori e i bicipiti. Con l'allenamento gambe alleni quadricipiti, glutei, muscoli posteriori della coscia e polpacci.